Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Rachid O.

Canto d'amore a mia madre

di Rachid Benzine

editore: Corbaccio

pagine: 96

«Vi chiederete senza dubbio cosa stia facendo nella camera di mia madre
12,90

Il Corano spiegato ai giovani

di Benzine Rachid

editore: Archinto

pagine: 212

Il Corano: tutti ne parlano, ma chi lo conosce veramente? Questo libro rivela al grande pubblico un Corano misconosciuto, spes
14,00

Quel che resta

di Rachid O.

editore: Playground

pagine: 92

"Ci sono individui che da soli giustificano l'esistenza dell'umanità intera". In questa considerazione di Rachid O. si trova forse lo spirito e la fonte dei tanti incontri che compongono questo libro. Una galleria di personaggi, anime, volti,che permette di affinare il ritratto degli amati padri e zio ma anche di emozionarsi per esistenze nuove, come quella del giovane marocchino Nouâmane, attraverso la Francia e l'Italia. Ed è proprio a Roma che avverrà l'incontro più sorprendente dello scrittore, quello con un prostituto dell'est europeo. Rachid 0. racconta l'eccitazione data dal passeggiare per le vie romane. Nei suoi occhi di giovane arabo, la nostra quotidianità assume i contorni di una esotica stranezza, ma anche quelli di una aggressiva lotta per la sopravvivenza.
10,00

Ritratto di un ragazzo da buttare alle ortiche

di Rachid Djaïdani

editore: Perrone

pagine: 104

Mounir si sente un elettrone vagante, un extraterrestre, un selvaggio. Vorrebbe sfuggire alle continue lamentele dei suoi vicini e accontentare i suoi genitori, stacanovisti con un banco di ortofrutta al mercato, che ambiscono per lui a un futuro "al massimo". Vorrebbe, a volte, farsi piccolo come un lillipuziano, altre, invece, essere legato al dorso di un fuoco d'artificio. Vorrebbe diventare una star, abbagliare la notte durante il sonno. Nel frattempo, però, non può che accontentarsi di spazzare capelli pieni di forfora nel salone di un barbiere e vivere il suo "mal di silenzio". Perché Mounir ha bisogno di parole per non scomparire, contare fino a dieci prima di parlare non fa per lui, la sua lingua non sopporta i numeri. Ogni settimana sale sul treno che collega la banlieu parigina in cui vive al centro della città. Destinazione: lo studio di uno psicanalista. Il tragitto diventa il pretesto per ricordare gli episodi che hanno segnato la sua vita. Una circoncisione senza anestesia, il suo personaggio di seduttore virtuale, la sorellina "seme di rosa" e l'ambigua tenerezza di Gigi, la babysitter, di cui scoprirà solo in seguito (e a proprie spese) il vero mestiere.
10,00

Viscerale. Un grido dalle banlieue

di Rachid Djaïdani

editore: Perrone

pagine: 128

Nato altrove e arenato nella periferia povera di Parigi, il piccolo Lies ha coperto il rumore della discriminazione con la mus
10,00

Diario di un clandestino

di Nini Rachid

editore: Mesogea

pagine: 208

Diario di un clandestino è un "racconto giornalistico, che non ha la struttura ma piuttosto lo spirito di un diario"
19,50

Tante vite

di Rachid O.

editore: Playground

pagine: 105

Uno zio dal fascino doloroso, una gita a Tangeri, il primo incontro con l'Europa, la Francia dei sogni. Il Rachid di "Tante vite" è ormai un giovane uomo, che passa dal quotidiano di sempre, in Marocco, alle strade europee, osservate con curiosità, con timore, con gioia. In ogni viaggio, in ogni banale passeggiata, Rachid incontra l'altro: una ragazza madre e suo figlio Alì, un tossicodipendente di Zurigo, Luc, l'amico francese malato di Aids, Paul, il mendicante inglese.
10,00

Il bambino incantato

di Rachid O.

editore: Playground

pagine: 122

L'autore presenta uno spaccato della vita marocchina degli anni settanta e ottanta
11,00

I nuovi pensatori dell'Islam

di Rachid Benzine

editore: Pisani

pagine: 298

L'Islam contemporaneo è attraversato da dibattiti fondamentali condotti con rigore e coraggio dai "nuovi pensatori" che Rachid Benzine presenta in queste pagine. Questi araldi del libero pensiero, minoritari nei loro paesi, in certi casi minacciati di morte e costretti all'esilio, esplorano percorsi inediti della ricostruzione del pensiero religioso musulmano. Rivisitano la storia dei dogmi e delle istituzioni, indagano le interpretazioni teologiche e giuridiche, tentano di discernere gli elementi della tradizione sui quali poter fondare una modernità islamica. Ma soprattutto sottopongono il Corano al vaglio di un'analisi letteraria e storica precisa e lucida ponendosi domande essenziali: che cos'è la rivelazione? Come leggere il Corano?
16,00

Il ripudio

di Rachid Boudjedra

editore: Edizioni lavoro

pagine: 230

Dalla sua pubblicazione, nel 1969, questo romanzo di Boudjedra ha suscitato scandalo e polemiche, aspre reazioni e appassionati elogi. Libro dissacrante, "Il ripudio" è un'accorata, ansimante, dolce e crudele "fabulazione" che assume i tratti del delirio erotico e del grottesco sociale per esprimere riflessioni, ricordi e sentimenti di un protagonista "malato", perché vittima del peso dei ricordi e della storia. I ricordi sono quelli di un'infanzia sottomessa ai capricci di un patriarca feudale, padre-padrone di lontana memoria mediterranea, e la storia è quella di una terra - l'Algeria travagliata dal drammatico evento del colonialismo e, poi, dalle lotte di clan per il potere dopo l'indipendenza nazionale.
10,00

La pioggia

di Rachid Boudjedra

editore: Edizioni lavoro

pagine: 108

La pioggia che cade incessante accompagna la confessione, notturna e intima, di una giovane donna algerina, medico. Nell' arco di sei notti la protagonista rievoca personaggi e dolorosi episodi del proprio passato, dall'infanzia all'adolescenza, alla maturità, restituendoci l'immagine di una vita sofferta che diventa metafora della condizione femminile in una società retrograda e maschilista. In un linguaggio duro e spezzettato, ma allo stesso tempo palpitante e ricco di poesia, e in uno stile onirico e affabulatorio emergono ricordi, ossessioni, fantasmi di una vita.
8,00
15,49

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.