Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Robert Walser

Poesie. Testo tedesco a fronte

di Robert Walser

editore: Casagrande

pagine: 132

Un individuo che cammina lungo prati nebbiosi alla ricerca di una lontana e imprecisata dimora, o, all'opposto, segregato nell
18,00

Commedia

di Robert Walser

editore: Adelphi

pagine: 234

Una Cenerentola che ama servire e farsi battere dalle sorelle; il principe che all'improvviso s'innamora della matrigna di Bia
14,00

Seeland

di Robert Walser

editore: Adelphi

pagine: 252

Quello a cui Walser ci invita nelle prose qui raccolte - dove la sua «smania vagabonda» si traduce come sempre in «smania di r
14,00

Sulle donne

di Walser Robert

editore: Adelphi

pagine: 70

La meraviglia delle donne e l'incanto dell'amore fanno da leitmotiv a queste pagine postume, un manoscritto del 1926 cui Carl
10,00

Ritratti di pittori

di Walser Robert

editore: Adelphi

pagine: 134

Attratto per un'intera vita dal teatro, come dimostrano i suoi "Ritratti di scrittori", Walser nutrì una passione altrettanto
16,00

Pezzi in prosa

di Walser Robert

editore: Quodlibet

pagine: 89

I "Prosastticke" di Walser furono pubblicati dall'editore Rascher di Zurigo nel 1916
11,00

Il brigante

di Walser Robert

editore: Adelphi

pagine: 179

Karl Moor, il protagonista dei "Masnadieri" di Schiller, era l'eroe preferito del piccolo Robert Walser: e proprio travestito
17,00

Storie

di Walser Robert

editore: Adelphi

pagine: 154

Quando apparvero queste Storie, nel 1914, un giovane recensore, Robert Musil, mise subito in guardia i lettori
18,00

Storie che danno da pensare

di Robert Walser

editore: Adelphi

pagine: 169

"Miniaturista per eccellenza, sensibile, attento e nel contempo spiritoso, Walser riesce a comporre in modo assolutamente disinvolto e involontario gioielli di prosa perfetti, ciascuno dei quali possiede la rotondità e la purezza di una poesia". Così scriveva Stefan Zweig, e il suo giudizio non potrà che essere condiviso dal lettore di "Storie che danno da pensare", raccolta di prose - divagazioni letterarie, bozzetti, apologhi - composte tra il 1906 e il 1912, durante il "periodo berlinese". Sono pagine dense e leggere al tempo stesso, in cui qualsiasi oggetto d'osservazione, per un istante, può apparire sotto una luce di rara intensità: dall'Artesiana di van Gogh alle ballerine russe, dall'ingresso dei pantaloni nella moda femminile alla cucina. Walser ci parla della natura onirica del teatro, e anche la sua prosa assume la sostanza dei sogni. Ci trasporta nella vita berlinese del primo Novecento, contemplata con l'occhio avido dell'immigrato dal microcosmo elvetico: "Qui nella metropoli si percepisce bene come vi siano ondate di intelligenza che passano impetuose sopra la vita di una società, pari a un lavacro". Occhio al quale non potranno sfuggire i tipi umani, fissati per sempre in ritratti irresistibili come quello di Kutsch, lo pseudoartista: "Ha sempre paura che qualcuno possa farsi bèffe di lui, ma ci sono certe persone che si possono ritrarre fedelmente solo facendosi beffe di loro".
12,00

Ritratti di scrittori

di Robert Walser

editore: Adelphi

pagine: 163

Composti tra il 1902 e il 1936, questi ritratti raccontano di Goethe, Schiller e Hölderlin, di Kleist, Dickens e Dostoevskij, ma al tempo stesso dicono molto anche di Walser, delle sue inclinazioni, idiosincrasie e gusti. Scelti per empatia o contrasto, per intima risonanza o alterità inconciliabile, gli scrittori su cui si sofferma sono protagonisti di piccole gemme o figure di quel teatro da cui lo scrittore fu sempre attratto. "Scrivere significa accalorarsi in silenzio": coerente con tale assunto, Walser è ora regista, ora attore che recita a braccio, ora sommo trasformista. Biografie immaginarie, monologhi ossessivi e commedie, questi ritratti sono approssimazioni all'immagine segreta che certi scrittori avrebbero potuto avere di se stessi.
11,00

Una cena elegante

di Robert Walser

editore: Quodlibet

pagine: 152

14,00

Il mio monte

Piccola prosa di montagna. Testo a fronte

di Walser Robert

editore: Tarara

pagine: 88

Mi pareva tutto così strano, come se non l'avessi mai vista e la vedessi per la prima volta nella mia vita
9,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.