Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Ronald P. Dore

Finanza pigliatutto. Attendendo la rivincita dell'economia reale

di Ronald P. Dore

editore: Il mulino

pagine: 117

Ronald Dore da tempo ci aveva messo in guardia, esprimendo i suoi timori per il peso che la finanza globale stava esercitando sull'economia. Nelle economie industriali una quota crescente di reddito si era andato accumulando nelle mani di coloro che operavano nel settore finanziario a causa di un aumento e una maggiore complessità delle attività di intermediazione, che avevano assunto carattere sempre più speculativo. E non solo, la proprietà delle grandi imprese aveva rivendicato i propri diritti proprietari e anche i governi avevano promosso una "cultura azionaria" nella convinzione che ciò avrebbe migliorato la capacità di competere a livello internazionale. E soprattutto negli ultimi trent'anni che questo processo di finanziarizzazione ha subito un'accelerazione con conseguenze sociali sempre più preoccupanti, che portavano con sé il rischio del cataclisma sistemico che stiamo subendo. Frenare, o invertire, questa tendenza e reindirizzare la finanza verso il suo ruolo di supporto all'economia reale non sembra facile.
9,00

Il lavoro nel mondo che cambia

di Ronald P. Dore

editore: Il mulino

pagine: 120

Perché in Europa, dove più marcata è la preferenza per il tempo libero, vengono abolite feste nazionali e si cerca di aumentare il monte ore dei lavoratori? Perché sono tanto aumentate l'intensità, la flessibilità e la precarietà del lavoro e sono tanto cresciute le disuguaglianze tra i lavoratori? Il lavoro non potrebbe essere organizzato in modo diverso, più gradevole, senza perdere in efficienza? Dore affronta questi temi per arrivare, in realtà, ad analizzare le scelte di politica economica a cui sono costretti i paesi avanzati. Egli entra nella discussione sui diversi modelli di capitalismo: vede indebolirsi il modello renano, della solidarietà sociale, e vede affermarsi un mondo uniformemente individualista e di mercato.
10,00

Capitalismo della borsa o capitalismo del welfare?

di Ronald P. Dore

editore: Il mulino

pagine: 368

Nelle società caratterizzate da un'economia mondializzata si possono stilizzare due modelli di capitalismo che, secondo Ronald Dore, talvolta si contrappongono, ma che spesso tendono a sovrapporsi. I cittadini tedeschi e giapponesi ad esempio hanno una visione delle motivazioni economiche e del valore del denaro davvero molto diversa da quella anglosassone. Quei cittadini tendono a pensare che se il denaro è importante, ancor più lo sono le strutture sociali, l'equità, la collegialità, le relazioni personali. Tuttavia oggi molti giapponesi e tedeschi sottoscrivono le affermazioni dominanti del capitalismo anglosassone, ritenendo che i loro paesi abbiano sbagliato tutto. Quale sarà la conclusione di tutto questo in epoca di globalizzazione?
22,72
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento