Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Stefano Maggi

Le ferrovie

di Stefano Maggi

editore: Il mulino

pagine: 231

Poche cose come il treno hanno contribuito a definire la realtà e l'immaginario degli italiani
14,00

Le ferrovie

di Maggi Stefano

editore: Il mulino

pagine: 226

Poche cose come il treno hanno cambiato la realtà e l'immaginario dell'Italia negli ultimi 150 anni
14,00

Mutuo soccorso Cesare Pozzo. 135 anni di solidarietà (1877-2012)

di Maggi Stefano

editore: Il mulino

pagine: 176

Il caso di studio della Società nazionale di mutuo soccorso Cesare Pozzo (ex Mutua Macchinisti e Fuochisti) è emblematico non
18,00

Storia dei trasporti in Italia

di Stefano Maggi

editore: Il mulino

pagine: 337

Gli ultimi due secoli hanno visto profondi cambiamenti nel modo di viaggiare: nella prima metà dell'Ottocento il treno e il battello a vapore inauguravano l'applicazione dell'energia meccanica ai mezzi in movimento, consentendo di vincere le incertezze atmosferiche e garantendo così la sicurezza e la regolarità del viaggio; con il Novecento veniva poi esaltata la velocità, grazie all'aereo e alla "vettura automobile". Simbolo della libertà di spostarsi, l'auto sarebbe diventata anche il più vistoso prodotto di consumo, imprimendo un segno indelebile sulla società, sugli stili di vita e sulla cultura del nostro paese. Aggiornato agli ultimi sviluppi, relativi all'alta velocità, il libro offre una lettura d'insieme sull'evoluzione dei trasporti italiani, ricostruendo le politiche condotte dai governi e gli effetti sull'economia portati dallo sviluppo dei singoli mezzi, seguendo le vicende della ferrovia, dell'auto, della navigazione, dell'aeronautica civile, e illustrando il ruolo della "mobilità" nella modernizzazione dell'Italia contemporanea.
28,00

Storia dei trasporti in Italia

di Stefano Maggi

editore: Il mulino

pagine: 327

Con questo nuovo titolo viene presentato un volume che, in una stesura destinata agli studiosi e con il titolo "Politica ed economia dei trasporti", era uscito nel 2001 e si era rapidamente esaurito. Interamente aggiornato e fornito di un ricco apparato d'immagini, si propone ora come una lettura d'insieme sull'evoluzione dei trasporti italiani nell'Otto-Novecento, da affiancare al fortunato libretto sulle ferrovie che lo stesso autore ha pubblicato due anni fa. Il libro ricostruisce le principali tematiche di storia dei trasporti e, dopo aver analizzato le politiche condotte dai governi e gli effetti sull'economia portati dallo sviluppo dei singoli mezzi, segue le vicende della ferrovia, dell'auto, della navigazione, dell'aeronautica civile.
22,00

Le ferrovie

di Maggi Stefano

editore: Il mulino

pagine: 264

Poche cose come il treno hanno cambiato la realtà e l'immaginario dell'Italia negli ultimi 150 anni
13,50

Grecia

di Maggi Stefano

editore: White Star

pagine: 208

Questo volume invita il lettore a risalire alle radici del ceppo più antico e realmente autentico della civiltà occidentale, e
29,00

Lavoro e identità. I cento anni del sindacato ferrovieri (1907-2007)

di Maggi Stefano

editore: Ediesse

pagine: 304

Questo libro nasce per celebrare i 100 anni del Sindacato ferrovieri italiani (Sfi), che venne fondato al congresso di Roma te
16,00

Muoversi in Toscana

Ferrovie e trasporti dal Granducato alla Regione

editore: Il mulino

pagine: 345

La Toscana è da sempre zona di continui interscambi
30,00

Tratta no! Una strategia per informare, comunicare, sensibilizzare

editore: Infinito Edizioni

pagine: 128

La finalità di Tratta No! è l'inserimento sociale e lavorativo delle vittime di tratta attraverso una campagna di sensibilizza
15,00

Le ferrovie

di Stefano Maggi

editore: Il mulino

pagine: 252

Poche cose come il treno hanno cambiato la realtà e l'immagine dell'Italia negli ultimi 150 anni. Il treno e le ferrovie ebbero la loro parte nel simboleggiare nuove prospettive culturali, nuovi ambiti di conoscenza e di presa di coscienza. Il libro ricostruisce con finezza questa pagina così significativa della nostra identità, non trascurando altresì l'importanza economica che gli investimenti ferroviari rivestirono nei primi decenni successivi all'Unità con l'inevitabile strascico di intreccio tra politica e affari che essi comportarono.
12,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.