Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Stenio Solinas

Saint-Just. La vertigine della rivoluzione

di Stenio Solinas

editore: Neri Pozza

Fra i protagonisti della Rivoluzione francese e del Terrore nessuno è così tragicamente e ambiguamente affascinante come Saint
18,00

Atlante ideologico-sentimentale

di Stenio Solinas

editore: GOG

pagine: 920

L'Atlante ideologico-sentimentale delinea e racconta una carta geografica e biografica popolata di uomini e donne, fatti e ges
27,00

L'infinito Sessantotto. Da Macondo e P38 alla II Repubblica

di Stenio Solinas

editore: La vela (viareggio)

pagine: 192

Nel mezzo secolo che ci separa dalla Contestazione, il reducismo si conferma la malattia endemica degli intellettuali italiani
14,00

Genio ribelle. Arte e vita di Wyndham Lewis

di Stenio Solinas

editore: Neri Pozza

pagine: 221

Nella Londra novecentesca fra le due guerre, una strana figura d'artista fa il vuoto intorno a sé
18,00

Il corsaro nero. Henry de Monfreid l'ultimo avventuriero

di Solinas Stenio

editore: Neri Pozza

pagine: 252

Henry de Monfreid (1879-1974) è stato l'ultimo, e il più straordinario, scrittore-avventuriero del Novecento
17,00

Gli ultimi mohicani. Quel che resta della politica

di Stenio Solinas

editore: Bietti

pagine: 130

Partiti e militanti, intellettuali e ideologie, visioni del mondo, Destra e Sinistra... La fine del Novecento ha chiuso l'ultimo atto della politica, sostituita da un'economia come destino e una degradazione senza eguali come condizione normale. Amarcord generazionale, berlusconiani e antiberlusconiani, democrazia tecnocratica e democrazia telematica, "tripolarismi" e populismi: questi i segni di un tempo che ha ridotto la politica degli ideali - solo una fantasia, per le nuove generazioni - a tragicommedia tutta italiana, osservata con occhio disincantato dagli "ultimi Mohicani", estranei al baratro odierno e fedeli a una prassi politica autentica e quanto mai inattuale.
13,00

Da Parigi a Gerusalemme. Sulle tracce di Chateaubriand

di Stenio Solinas

editore: Vallecchi

pagine: 163

Nel 1811 Chateaubriand pubblicò il suo "Itinéraire de Paris à Jérusalem" e diede in pratica il via alla memorialistica di viaggio, quell'insieme di storia e memoria, geografia e racconto, sensazioni, esperienze e riflessioni che hanno poi finito per incarnare un vero e proprio genere letterario. La Grecia, Costantinopoli, la Terra Santa, queste le tappe essenziali di un periplo nel quale si mischiavano le motivazioni più diverse: una passione amorosa, un pellegrinaggio umanistico e religioso, la noia e l'insoddisfazione, il bisogno di essere altrove, il narcisismo di un romanziere. Due secoli dopo, un altro scrittore-viaggiatore, Stenio Solinas, si è messo sulle sue tracce: è partito a vela da Trieste per approdare a Istanbul, 1350 miglia di navigazione, è andato in Israele e in Palestina... Il risultato è un doppio libro fra passato e presente, saggio e racconto, omaggio a un maestro, esercizio di ammirazione e prova d'autore.
15,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.