Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Libri di Ted Simon

Sognando Jupiter. Il giro del mondo in motocicletta trent'anni dopo

di Simon Ted

editore: Elliot

pagine: 382

Dopo aver raccontato nel suo primo libro "I viaggi di Jupiter" - riconosciuto unanimemente come la bibbia di ogni motociclista
18,50

L'eredità di Jupiter

di Ted Simon

editore: Elliot

pagine: 317

L'incontro con i violenti corpi militari cileni, un arresto e una grottesca detenzione in India, le bizzarre abitudini di thailandesi e malesi, l'esilarante "lotta" con una bottiglia di birra ecuadoregna andata a male... "L'eredità di Jupiter" è il dietro le quinte dell'epico viaggio su due ruote di Ted Simon, tutto quello che per motivi di spazio e di sintesi mancava nei "Viaggi". Ma è anche una storia a sé. Per Ted Simon, girare il mondo su una Triumph ha significato qualcosa in più di "una bella gita": è diventato uno stile di vita. Spostarsi ogni giorno, incontrare persone sconosciute su strade sconosciute, creare rapporti d'amicizia tanto brevi quanto intensi. Ma dopo quattro anni in giro per il mondo, come si torna a un'esistenza ordinata, normale, a una vita domestica con tutti i suoi crismi? Nel filo che lega i ricordi ai turbolenti e toccanti episodi della sua "vita dopo il viaggio", Ted intravede un senso nascosto, una sfida più grande, perché, a volte, la cosa più difficile è fermarsi.
18,50

I viaggi di Jupiter

di Ted Simon

editore: LIT Edizioni

pagine: 448

Partito il 6 ottobre 1973 in sella a una Triumph Tiger 100 con un motore da 500 cc, Ted Simon ha viaggiato per quattro anni in
11,90

I viaggi di Jupiter. Il giro del mondo in motocicletta

di Ted Simon

editore: Elliot

pagine: 446

Partito il 6 ottobre 1973 in sella a una Triumph Tiger 100 con un motore da 500 cc, Ted Simon ha viaggiato per quattro anni in solitaria, attraverso quarantacinque paesi, da un capo all'altro del pianeta. Ha superato deserti, montagne, oceani, giungle, oltrepassando incolume la guerra tra Egitto e Israele, la rivoluzione in Mozambico e in Perù, il fuoco dei cecchini afghani e le carceri brasiliane. È caduto e si è rialzato centinaia di volte grazie alla forza del suo spirito e all'incontro con uomini straordinari. Sulla strada, in compagnia di una sottile miscela di suoni - ottanta esplosioni al secondo, cuscinetti a sfera che ruotano, pompe dell'olio vibranti, una frenesia di metallo - si è abbandonato all'ignoto, convinto che per conoscere il mondo, allora come oggi, non basta navigare, né volare, ma bisogna restare a terra, sentirlo sotto le dita dei piedi, annusarlo e inghiottire i moscerini: solo così il mondo diventa immenso. Ritornato in Europa nel 1977, ha raccolto le sue esperienze in questo libro conquistando il cuore di ogni viaggiatore. I viaggi di Jupiter è la testimonianza di un uomo che ha avuto il coraggio di abbandonarsi al richiamo dell'avventura, sperimentando la fragilità della vita e al tempo stesso la sua infinita bellezza.
18,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.