Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Togliatti Palmiro

Scritti su Gramsci

di Palmiro Togliatti

editore: Pgreco

pagine: 222

Oggi a Palmiro Togliatti si attribuiscono le peggiori malefatte della storia del Novecento
18,00

Il 1956 e la via italiana al socialismo

di Palmiro Togliatti

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 174

Il 1956 è l'anno in cui il Pci, dopo il Rapporto Krusciov sulla «destalinizzazione» e i «fatti d'Ungheria», rilancia e precisa
12,50

La guerra di posizione in Italia. Epistolario 1944-1964

di Togliatti Palmiro

editore: Einaudi

La svolta di Salerno, la questione di Trieste, la costituzionalizzazione dei Patti Lateranensi, l'attentato del 14 luglio 1948
24,00

La politica nel pensiero e nell'azione. Scritti e discorsi 1917-1964

di Palmiro Togliatti

editore: Bompiani

pagine: 2373

Nel corso della sua vita Togliatti coniugò l'attività di dirigente di partito con un'intensa riflessione sulla politica e sulla storia del Novecento, sulla cultura e la filosofia italiana e europea. Il volume raccoglie un'ampia scelta degli scritti e dei discorsi di preminente valore culturale dal 1917 al 1964: dagli esordi giornalistici negli anni della Grande guerra al celebre "Memoriale" di Jalta. L'antologia - la più ampia pubblicata in un unico volume - è costituita da sei sezioni tematiche ordinate cronologicamente e dedicate alla storia d'Italia, al fascismo in Italia e in Europa, alla democrazia repubblicana, al comunismo internazionale, all'eredità di Gramsci, alle polemiche culturali.
55,00

Corso sugli avversari

Lezioni sul fascismo

di Togliatti Palmiro

editore: Einaudi

Il Corso sugli avversari è un ciclo di conferenze tenuto da Togliatti a Mosca tra il gennaio e l'aprile 1935, presso una scuol
13,00

Sul fascismo

di Togliatti Palmiro

editore: Laterza

Palmiro Togliatti è stato uno dei più acuti interpreti del fascismo
20,00

De Gasperi il restauratore

di Palmiro Togliatti

editore: Gaffi Editore in Roma

pagine: 130

A distanza di un cinquantennio dalla scomparsa di Alcide De Gasperi, quando la fase politica del cosiddetto centrismo aveva in qualche modo esaurito la sua parabola storica e lasciava il passo alle avvisaglie di quella che sarà in seguito la stagione del centro sinistra, appare oggi utile ripercorrere, attraverso un'analisi storica, i fatti e le idee di un'epoca che segnò un momento fondamentale della storia repubblicana. Pertanto può essere utile ritornare a parlare di quel periodo e riaprire una riflessione partendo dalla riproposizione di un testo scritto da Palmiro Togliatti ed apparso, in cinque diversi numeri di Rinascita, tra l'ottobre del 1955 ed il giugno del 1956, con il titolo "È possibile un giudizio equanime sull'opera di Alcide De Gasperi?".
5,00

Gramsci a Roma, Togliatti a Mosca

Il carteggio del 1926

editore: Einaudi

pagine: 485

Ricostruito, nella sua interezza, il carteggio del 1926 tra la Direzione del Partito Comunista d'Italia e Palmiro Togliatti, c
17,56

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.