Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Tom Stoppard

Rosencrantz e Guildenstern sono morti

di Tom Stoppard

editore: Sellerio Editore Palermo

pagine: 153

«"Rosencrantz e Guildenstern" sono morti è innanzitutto una commedia
13,00

La sponda dell'utopia

di Tom Stoppard

editore: Sellerio Editore Palermo

pagine: 408

Gli anni fervidi e appassionati del rivoluzionario Bakunin, del filosofo Herzen, del critico Belinskij, del romanziere Turgenev. Il quartetto dell'intellighenzia della remota Russia dispotica venuto a infervorare l'Ottocento europeo, con la foga delle idee e i dibattiti accaniti. Il drammaturgo Tom Stoppard li mette in scena penetrando attraverso le pieghe umane nella nebulosa delle nascenti idee che avrebbero toccato i nervi di due secoli. L'intellighenzia russa fu un'energia trascinante: così, intorno alla cerchia dei quattro amici, prende voce e azione la costellazione umana delle barricate liberali, radicali, socialiste. In più o meno tutti, i cospiratori compaiono sul palcoscenico di casa Bakunin o di casa Herzen: c'è Marx, Mazzini, Louis Blanc, Ledru-Rollin, Kossuth, Arnold Ruge, Cemysevskij, più la folla degli eroi d'un momento, intellettuali anonimi, comparse. È la sponda dell'utopia; sull'altra sponda giganteggia la personalità di Aleksandr Herzen: e forse la trilogia di Stoppard può vedersi come la storia umana della presa di coscienza di questo ardito anticipatore dell'antitotalitarismo. "La sponda dell'utopia" si articola in tre tempi: "Viaggio", dal 1833 al 1844, nella tenuta russa dei Bakunin (quando Michail e gli amici Belinskij, Herzen e Turgenev sono intorno ai vent'anni); "Naufragio", nell'esilio tra il 1846 e il 1852, a Parigi (del 1848), Dresda, Nizza; "Salvataggio", nell'emigrazione dal 1853 al 1868, a Londra e Ginevra.
15,00

Rock'n'roll

di Tom Stoppard

editore: Einaudi

pagine: 124

Una Praga in cui la ribellione più radicale all'oppressione e alle ipocrisie del governo filo-sovietico è espressa dal bisogno di libertà dei giovani underground e rockettari. Una Cambridge in cui s'intrecciano utopie marxiste, cultura universitaria e istanze libertarie del movimento hippy. A partire dagli anni Sessanta fino alle disillusioni degli anni Ottanta, i protagonisti di Rock 'n' Roll attraversano questi due mondi in un'incessante esplorazione di cosa voglia dire essere liberi e condividere un'identità per chi voglia coniugare "la teoria e la pratica", di quali costi comporti "vivere nella verità in una società che mente a se stessa". Un teatro di idee che Stoppard riesce a incarnare in personaggi indimenticabili, Jan, Max, Eleanor, Esme; mentre su tutto aleggia come una misteriosa divinità il fantasma di Syd Barrett, fragile genio dei Pink Floyd. Ma un teatro anche di straordinarie invenzioni linguistiche, che Evelina Santangelo ha cercato il più possibile di rendere in tutta la loro creatività ed efficacia teatrale.
11,50

Teatro delle parodie: Acrobati­Mostri sacri

di Stoppard Tom

editore: Costa & nolan

pagine: 190

Fra gli autori più brillanti della scuola contemporanea di drammaturghi inglesi, Tom Stoppard si diverte (e ci diverte) nel ra
9,60

Arcadia

di Tom Stoppard

editore: Einaudi

pagine: 115

La commedia è ambientata in due spazi temporali diversi, Ottocento e Novecento. Septimus Hodge, tutore di Tommasina Coverly, ripone in un libro da recensire tre lettere in cui si parla di duelli e adulteri. Il volume finisce nelle mani di Lord Byron, ospite di passaggio. Due secoli dopo il libro viene ritrovato da un accademico che crede che le lettere siano appartenute a Lord Byron stesso ottenendo grande successo da questa "scoperta". Ma qualcuno rivelerà che non è vero...
10,80

L'invenzione dell'amore

di Tom Stoppard

editore: Sellerio Editore Palermo

pagine: 192

9,30

Rosencrantz e Guildenstern sono morti

di Tom Stoppard

editore: Sellerio Editore Palermo

pagine: 164

9,30

Teatro delle parodie

Acrobati. I mostri sacri

di Stoppard Tom

editore: Costa & nolan

pagine: 176

9,30

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.