Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Tomizza Fulvio

L'abate Roys e il fatto innominabile

di Tomizza Fulvio

editore: Bompiani

pagine: 162

Qual è il fatto ignominioso di cui si sarebbe macchiata la giovane popolana Cecilia dei Facchi e che mette in agitazione l'int
9,00

Alle spalle di Trieste

di Tomizza Fulvio

editore: Bompiani

pagine: 245

Fulvio Tomizza si presenta in veste di saggista con questa raccolta che ha per argomento i diversi aspetti della sua terra di
10,00

I rapporti colpevoli

di Tomizza Fulvio

editore: Bompiani

pagine: 323

Chi è quella figura che dall'alto della sua casetta-finestra di Materada guarda e trascrive le mille Istrie che prolificano tr
11,00

La ragazza di Petrovia

di Fulvio Tomizza

editore: Bompiani

pagine: 200

La storia appassionata della ragazza di Petrovia riassume in sé tutti i risvolti tragici e umani di un popolo che, alla fine della seconda guerra mondiale, è stato costretto dagli eventi politici a lasciare casa, terra, familiari per stabilirsi in Italia, nei "campi di raccolta" vicino a Trieste e cominciare una nuova vita in mezzo a squallore e nuove discriminazioni. Al mondo dei profughi tende ad aggiungersi Giustina, la ragazza protagonista del romanzo, che si scopre prossima madre in un momento molto difficile per la propria comunità; ed è appunto un amore senza speranza che la conduce oltre il confine a mescolare il suo destino a quello degli altri compagni, anch'essi sbandati e senza identità.
9,00

Fughe incrociate

di Fulvio Tomizza

editore: Bompiani

pagine: 158

"Le due storie raccontate da Fulvio Tomizza in "Fughe incrociate" si svolgono tra la fine del Cinquecento e i primi del Seicento, e hanno per tema la conversione: l'ebreo Mandolino da Sacile diventa cristiano e il cristiano Leandro Tisanio da San Vito al Tagliamento diventa ebreo. Sono storie veramente accadute che Tomizza, con la sua vocazione a far parlare (come avrebbe detto Joseph Roth) gli "annali dimenticati", trasforma in avvincente materia narrativa. Qui la conversione si stacca dalle folgoranti sfere dell'illuminazione divina e si adegua alle cadenze della vita di due paesi veneti: più che altari incontriamo botteghe artigiane e banchi dei pegni, in un turbinio di voci e sospetti che mai assurgono alla violenza del dramma. Le stesse ombre dell'Inquisizione restano in una cauta distanza, senza la livida ossessione degli spettri. Eppure, la conversione di Mandolino e di Leandro risveglia, per opposti motivi, antiche diffidenze e ostilità di razze, malinconie di esili e di segregazioni; e solleva partecipazione umana allo sgomento dei famigliari abbandonati, padri e mogli, che di quel distacco e di quell'oblio sembravano farsi una colpa. Tomizza non si pone nel ruolo di un giudice che potrebbe sfruttare la distanza del tempo: per Tomizza, la storia, le carte, i nomi sepolti negli archivi sono soprattutto romanzo. Anzi, nient'altro che romanzo." (Giulio Nascimbeni)
9,00

L'ereditiera veneziana

di Fulvio Tomizza

editore: Bompiani

pagine: 177

Da un raro libro di Gianrinaldo Carli, economista e poligrafo istriano, incentrato sull'affascinante moglie Paolina, morta a soli venticinque anni. Tomizza ha ricavato un romanzo di sorprendente vigore narrativo. Energica, pragmatica, ma anche dotata di una dolce femminilità, "instabile e irragiungibile" e "per nulla apatica con l'altro sesso", Paolina è una figura che sembra essere frutto della pura fantasia mentre la sua storia, come testimonia Tomizza, è vera e documentata. La vita della giovane ereditiera veneziana è breve ma molto intensa: Paolina si prende cura con saggezza e fermezza morale del patrimonio ereditato, senza lasciarsi inaridire, e dopo la gustosa commedia del fidanzamento si sceglie un marito come lo desidera e di cui s'innamora con passione sincera. Sullo sfondo di una Venezia carnevalesca, un po' reazionaria, un po' illuminista, Tomizza ricostruisce la storia di Paolina con compostezza di stile, rigore documentario e autentica partecipazione.
9,00

La quinta stagione

di Fulvio Tomizza

editore: Marsilio

pagine: 220

Tra il luglio del '43 (la caduta di Mussolini) e la fine del secondo conflitto mondiale, il racconto di una stagione straordin
12,50

La scoperta di Bild

di Tomizza Fulvio

editore: Falzea

pagine: 78

Età di lettura: da 8 anni
9,50

La città di Miriam

di Tomizza Fulvio

editore: Marsilio

pagine: 165

Conosciuto soprattutto come scrittore e poeta del "mondo dei confini", dell'elegia contadina e di una prosa lirica musicale e
12,50

Le mie estati letterarie

Lungo le tracce della memoria

di Tomizza Fulvio

editore: Marsilio

pagine: 173

La raccolta degli scritti autobiografici di Fulvio Tomizza, che ora si pubblica, è l'ultima costruita dall'autore scegliendo t
14,00

Adriatico e altre rotte

di Fulvio Tomizza

editore: Diabasis

pagine: 250

I testi qui presentati - articoli apparsi dal 1962 al 1994 su riviste e quotidiani - raccontano come Fulvio Tomizza - autore e insieme personaggio vivesse il viaggio. Un viaggio inteso non solo come tema fondamentale, ma anche come questione connessa con il metodo di lavoro dello scrittore. L'autore istriano era infatti solito percorrere fisicamente i cammini dei personaggi per ricreare con puntualità atmosfere e situazioni all'interno delle proprie opere. Tomizza si muove, qui, nei solchi del cammino dell'eroe, quel percorso durante il quale il protagonista classicamente affronta sfide, supera ostacoli, attraversa ambienti nuovi. Sotto la lente di Tomizza luoghi familiari, porti e piccoli borghi dell'lstria riacquistano l'interesse e l'imprevedibilità del viaggio senza meta. Ma anche il fascino dell'esotico (l'Africa, il Messico, una Persia quasi metafisica), sul filo di uno sguardo critico e disincantato.
18,00
11,36

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.