Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Violante Luciano

Insegna Creonte. Tre errori nell'esercizio del potere

di Luciano Violante

editore: Il mulino

pagine: 160

Questo libro nasce dalla lunga esperienza politica dell'autore che ha attraversato fasi particolarmente intense della recente
12,00

Colpire per primi. La lotta alla mafia spiegata ai giovani

di Luciano Violante

editore: Solferino

pagine: 183

«Non voglio parlarvi della mafia come protagonista, ma come obbiettivo di una lotta per l'onestà
15,00

Democrazie senza memoria

di Luciano Violante

editore: Einaudi

pagine: 124

La democrazia non si trova in natura: è un prodotto artificiale, frutto della ragione e del desiderio di libertà
12,00

Giustizia e mito. Con Edipo, Antigone e Creonte

editore: Il mulino

Antigone, ovvero il conflitto tra coscienza individuale e ragion di stato, tra legge morale e legge positiva
13,00

Il dovere di avere doveri

di Luciano Violante

editore: Einaudi

pagine: 197

Luciano Violante sostiene che si deve tornare al concetto di "dovere" per far vivere pienamente la forza della democrazia. Senza doveri non esiste il concetto di nazione: i doveri specificano il senso complessivo della cittadinanza, come obbligo politico e come rete di rapporti civici. La continua rivendicazione di diritti senza alcun riferimento ai doveri, inoltre, aumenta l'egoismo sociale e allenta i legami di appartenenza alla comunità civile. I diritti senza doveri trasformano i desideri in pretese, sacrificano il merito e finiscono per legittimare gli egoismi individuali. Promettendo diritti senza richiedere l'adempimento di doveri si accresce il rancore sociale - perché si promette quello che non si può mantenere - e, in ambito pubblico, si conferiscono poteri di veto, lasciando campo libero alla demagogia e al populismo. Una tesi coraggiosa e attuale, per una nuova etica della cittadinanza.
12,00

Il ciclo mafioso

di Luciano Violante

editore: Laterza

pagine: 179

"Ricostruire la vicenda dei recenti rapporti tra mafia, politica e giustizia è impresa non da poco, soprattutto per i contrasti che oggi avvelenano il rapporto tra le istituzioni. Uno dei pochi in grado di farlo è Luciano Violante". (Daniele Rocca, L'Indice). "Tornare a mettere la lotta alla mafia al centro dell'iniziativa politica per il rinnovamento del paese. Tornare a osservare da vicino Cosa Nostra, non facendosi ipnotizzare dall'assenza dei delitti e delle stragi. Tornare a incalzare il governo su un tema che negli ultimi tempi è stato depotenziato se non addirittura occultato. Luciano Violante passa al setaccio dieci anni di criminalità organizzata e ci spiega perché la mafia è una questione ancora aperta". (Saverio Lodato, l'Unità)
6,50
7,75

Giustizia penale e poteri dello Stato

editore: Garzanti

pagine: 786

"Giustizia penale e poteri dello Stato" non si limita a trattare le due materie che corrispondono al diritto penale sostanzial
42,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.