Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Vladimir Nabokov

Masen'ka

di Vladimir Nabokov

editore: Adelphi

pagine: 150

«La nota propensione dei principianti a violare la propria vita privata inserendo sé stessi, o un sostituto, nel loro primo ro
18,00

Lezioni di letteratura

di Vladimir Nabokov

editore: Adelphi

pagine: 526

«Il mio corso è, tra le altre cose, una sorta di indagine poliziesca sul mistero delle strutture letterarie»
15,00

La difesa di Luzin

di Vladimir Nabokov

editore: Adelphi

pagine: 231

«Questo si chiama pedone
13,00

Lezioni di letteratura russa

di Vladimir Nabokov

editore: Adelphi

pagine: 467

Due volte esule, dalla Russia comunista e dall'Europa nazista, negli Stati Uniti Nabokov insegnò per quasi vent'anni letteratu
24,00

Intransigenze

di Vladimir Nabokov

editore: Adelphi

pagine: 413

Nabokov aborriva le interviste
14,00

Parla, ricordo

di Vladimir Nabokov

editore: Adelphi

pagine: 364

Con la "particolare nitidezza" di qualcosa che si vede dall'altro capo di un telescopio, minuscolo ma provvisto dello smalto a
13,00

Lezioni di letteratura

di Vladimir Nabokov

editore: Adelphi

pagine: 526

«Il mio corso è, tra le altre cose, una sorta di indagine poliziesca sul mistero delle strutture letterarie»
26,00

La gloria

di Vladimir Nabokov

editore: Adelphi

pagine: 256

Nella sua cameretta, sulla parete sopra il letto, «era appeso l'acquerello di un fitto bosco con un sentiero serpeggiante che
20,00

Ada o Ardore

di Vladimir Nabokov

editore: Adelphi

pagine: 656

In questo romanzo Nabokov decise di sfrenare i suoi estri e i suoi capricci più nascosti e più cari, sfidando il lettore a seg
18,00

Una risata nel buio

di Nabokov Vladimir

editore: Adelphi

pagine: 225

C'era una volta un uomo che si chiamava Albinus, il quale viveva in Germania, a Berlino
20,00

Lolita letto da Marco Baliani. Audiolibro. CD Audio formato MP3

di Nabokov Vladimir

editore: Emons

Strazio e incanto, insieme a scintillante ironia, abbondano in "Lolita", il romanzo più celebre di Nabokov che racconta la sto
17,90

Nikolaj Gogol

di Vladimir Nabokov

editore: Adelphi

pagine: 183

Il saggio ottiene subito un grande successo, anche se dall'inizio alla fine Nabokov si guarda bene dal seguire le indicazioni ricevute, e manifesta ripulsa per i riassunti e le pedanti esposizioni tipiche del volgarizzatore. Predilige piuttosto gli effetti sorprendenti (comincia con la morte di Gogol' per finire con la sua nascita), gli aspetti bizzarri, le diversioni impazienti - e si limita a ciò che ritiene il meglio dello scrittore, trascurando il resto. Ma riesce, con il suo tocco magico, a trasformare particolari in apparenza insulsi, dettagli persino privi di senso artistico, in trionfi dell'immaginazione: lo sciame di personaggi secondari del Revisore, che prendono vita nello spazio di una digressione; la splendida poetica dell'irrilevanza e l'apoteosi della volgarità compiaciuta in Anime morte; le oscillazioni perturbanti di un incubo grottesco nel Cappotto, a cui dedica, in un superbo crescendo, l'ultimo capitolo - prologo folgorante all'estetica del Nabokov narratore.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.