Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di W. Richard Wagner

Racconti: Una visita a Beethoven-La fine di un musicista a Parigi-Una serata felice

di Richard Wagner

editore: Manzoni editore

pagine: 100

Al di là della sua ponderosa produzione operistica, non si può che restare stupiti dalla vastità dei lavori letterari a cui Ri
13,00

La melodia di Beethoven

di W. Richard Wagner

editore: Passigli

pagine: 160

Quando un grande scrive su un grande, è difficile dire quale dei due ne risulti più illuminato
16,00

L'ebraismo nella musica

di Richard Wagner

editore: Clinamen

pagine: 58

Pubblicato nel settembre 1850 sulla "Neue Zeitschrift fur Musik", questo scritto di Richard Wagner non ha perso ad oggi nulla né della sua sconcertante attualità né della sua canea provocatoria. È dinanzi al cosiddetto tribunale della storia che Wagner trascina l'ebraismo, pronunciando una sentenza inappellabile: Untergang, tramonto, fine. L'ebraismo deve tramontare! È questo l'esito necessario di una battaglia condotta in nome della sopravvivenza dell'arte e, in essa, soprattutto della musica. Se "giudaizzata", la musica non può che decadere: se essa sempre esprime lo spirito profondo di una terra, gli ebrei, che non hanno una patria, non la possono che condurre a morte. Il testo si chiude con una invocazione agli ebrei che sembra attingere da Feuerbach, pensatore sempre presente nella mente di Wagner, nonché dal "giovane" Marx, ebreo anch'egli, ma "redento", emancipatosi ad uomo: smettetela di considerarvi ebrei, diventate finalmente uomini, "redimetevi, rigeneratevi. Allora saremo uniti e indistinguibili!" e la musica e l'arte saranno salve.
12,90

Tannhäuser. L'umano atterrito dal soprannaturale

editore: Jaca Book

pagine: 160

Richard Wagner dichiarò di essere in debito con il mondo. Il debito era Tannhäuser, opera impossibile, mai ultimata davvero; un "Musikdrama" che, malgrado l'immenso favore del pubblico, non ha pace, esige un compimento, e non trovandolo vaga come un'anima in pena, come il fantasma di un ucciso insepolto. Tre, forse quattro versioni: oggi, i sovrintendenti, i direttori artistici, i registi, i direttori d'orchestra non sanno bene "quale" Tannhäuser essi mettano in scena. Tannhäuser è come un bell'adolescente che, in fase di formazione, si senta scontento della propria immagine allo specchio. Ma in tutto il suo tessuto, Tannhäuser, quinta opera compiuta di Wagner, manifesta inquietudine e insofferenza. C'è in Tannhäuser il presentimento della rivoluzione, della condanna a morte inflitta a Wagner in contumacia, della fuga, di quindici anni di esilio, povertà, minorità sociale... fino al miracolo e alla glorificazione, tuttavia soggetti a tempeste dell'intelletto, dell'eros, della psiche, i cui nomi sono Schopenhauer, Cosima, Bùlow, Nietzsche. Questo libro non è una guida all'ascolto, guidare all'ascolto presuppone un "saperne di più". Qui invece si vuole dare a chi legge il maggior numero possibile di strumenti affinché la lettrice o il lettore possano costruirsi un giudizio. Con queste pagine viene soltanto aperta la porta della sala d'audizione. Il resto è un compito che tocca a chi voglia fruire di ciò che qui viene offerto.
10,00

Siegfried: Der Ring des Nibelungen-L'Anello del Nibelungo. Ediz. italiana e tedesca

di W. Richard Wagner

editore: Giunti Editore

pagine: 320

Il libretto originale del Siegfried di Wagner con la traduzione a fronte: il soggetto e i cenni storici dell'opera. Seconda giornata dell'Anello del Nibelungo in tre atti musicata dall'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Zubin Mehta per la regia di Carlus Padrissa.
15,00
9,00

Sulla vivisezione. Lettera aperta al signor Ernest von Weber, autore dello scritto «Le camere di tortura della scienza»

di W. Richard Wagner

editore: Ets

pagine: 43

La lettera aperta di Richard Wagner contro la vivisezione è uno scritto con presupposti culturali e filosofici, che fanno di esso un'espressione significativa dell'ideologia del musicista. La vivisezione è in Wagner l'emblema di una tracotanza tecnico-civilizzatoria che nella sua concezione puramente strumentale della natura ne causa la distruzione. Nella loro introduzione, i curatori ne mostrano le fonti filosofiche e le risonanze nella cultura del secondo Ottocento, fino a Nietzsche che, nella compassione di Wagner, vede i malcelati tratti di un sentimento di potenza e di dominio.
10,00

Rienzi. Testo originale a fronte

di W. Richard Wagner

editore: Le Lettere

pagine: 202

11,50
6,71

Parsifal. Testo tedesco a fronte

di W. Richard Wagner

editore: Le Lettere

pagine: 266

14,00

Tutti i libretti

di W. Richard Wagner

editore: Garzanti

pagine: 752

46,48

La Walkiria. Testo tedesco a fronte

di W. Richard Wagner

editore: Le Lettere

pagine: 281

11,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento