Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Libri di Walter Panciera

«L'acqua giusta». Il sistema portuale veneziano nel XVIII secolo

di Walter Panciera

editore: Viella

pagine: 168

Il volume tratta dell'assetto della laguna di Venezia nel XVIII secolo, delle modalità di accesso e di uscita dei bastimenti,
20,00

Insegnare il mondo antico

editore: Carocci

pagine: 196

La più importante finalità del sapere storico e il suo imprescindibile significato civile risiedono nella comprensione dello s
19,00

Insegnare storia nella scuola primaria e dell'infanzia

di Walter Panciera

editore: Carocci

pagine: 175

Il volume tratta in modo sistematico le questioni relative all'insegnamento della storia ai bambini, partendo dallo stato dell'arte e dalle finalità culturali e formative della disciplina, per passare poi ai suoi legami con gli assetti programmatici in ambito europeo e nazionale e finire con le strategie e le modalità di utilizzo didattico. Queste ultime sono riferite, con particolare attenzione, allo sviluppo delle competenze specifiche e trasversali di base offerte dalla disciplina storica per quanto riguarda la formazione del cittadino. L'aggiunta di esempi pratici e delle opportune appendici legislative e documentarie, oltre che di un'aggiornata bibliografia di riferimento, rende più concreta ed esauriente una proposta utile anche per gli insegnanti già in servizio e per quanti fossero interessati alla crescita della cultura storica nel nostro paese.
17,00

La Repubblica di Venezia nel Settecento

di Walter Panciera

editore: Viella

pagine: 177

In questo libro si ripercorre la storia della Repubblica aristocratica di Venezia nel XVIII secolo e, sulla base della più classica storiografia sull'argomento e degli studi più recenti, si riesce a contrastare ogni visione stereotipata dell'ultimo secolo di vita di un antico stato, del suo territorio e di una società complessa, nei quali non mancarono contraddizioni, nuovi fermenti e antiche debolezze. La Serenissima, infatti, non divenne mai una nazione moderna, nel senso che oggi si dà a questa espressione. La metropoli di Venezia rimase fino all'ultimo e in modo consapevole non una capitale, bensì la Dominante. Particolarismo e policentrismo sono la chiave per capire i limiti e forse l'eredità profonda del suo dominio, da Corfù fino all'Adda. La debolezza della Repubblica di fronte ai grandi stati europei si rivelò nel Settecento tanto più evidente in quanto frutto dell'evoluzione di una città-stato ferma nei suoi caratteri fondamentali a due secoli prima, quando aveva raggiunto il vertice della sua potenza.
19,00

Didattica della storia. Manuale per la formazione degli insegnanti

editore: Mondadori education

pagine: 240

Questo manuale, giunto alla sua terza edizione, è uno strumento di studio agile e completo, appositamente concepito per l'inse
19,40

Il governo delle artiglierie. Tecnologia bellica e istituzioni veneziane nel secondo cinquecento

di Walter Panciera

editore: Franco Angeli

pagine: 256

Il sistema di controllo pubblico riguardante la produzione e l'utilizzo delle artiglierie e dei materiali necessari a farle fu
25,00
12,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.