Il tuo browser non supporta JavaScript!

Diritto

Gli appalti pubblici dopo le recenti novità e il decreto «del fare»

editore: Maggioli Editore

pagine: 740

La materia dei contratti pubblici continua ad essere interessata da una incessante produzione normativa, sempre più spesso espressione di decretazione d'urgenza e di legislazione "emergenziale". Il volume intende dare conto, con immediatezza ed approccio operativo, delle ultime, numerose ed importanti novità intervenute dalla "spending review" fino al recente decreto "del fare" (legge 98/2013), passando per il pacchetto di norme "anticorruzione". Il ritorno dell'aggiudicazione al netto del costo del personale ha riproposto agli operatori le criticità già rilevate in occasione dell'analoga previgente disposizione introdotta a suo tempo dal decreto "sviluppo". Le misure di "semplificazione" previste dal D.L. 69/2013 riguardano, tra l'altro, il DURC, il DUVRI, la proroga dei regimi transitori e degli adempimenti previsti dalla legge 190/2012, mentre le misure a favore delle imprese si ricollegano, tra le altre, all'anticipazione del prezzo negli appalti di lavori e al rafforzamento dell'obbligo di suddivisione in lotti funzionali degli appalti.
70,00

Diritto, nuove tecnologie e comunicazione digitale

di Matteo G. Jori

editore: Giuffrè

pagine: 272

Il volume affronta, in modo organico e sistematico, il tema del rapporto tra diritto e nuove tecnologie con particolare riferimento agli ambiti della comunicazione digitale e dell'industria dei contenuti. Nell'attuale società dell'informazione l'innovazione tecnologica ha prodotto radicali mutamenti nei processi di produzione, rielaborazione e diffusione dei contenuti digitali, ponendo nuove e delicate questioni sotto il profilo giuridico. Il testo offre un percorso di approfondimento che spazia dall'analisi delle principali implicazioni giuridiche connesse alla gestione dei contenuti digitali (diritti di utilizzo, riuso e rielaborazione), all'esame delle attuali normative applicabili in materia di tutela del software, delle banche dati e delle opere multimediali; dallo studio dei diritti di privativa industriale in rete (disciplina dei nomi a dominio, dei marchi e degli altri segni distintivi), alla disamina dei diversi profili giuridici (gestione della proprietà intellettuale, tutela della riservatezza, libertà di espressione e diritto di cronaca) correlati all'utilizzo di blog e social network. L'opera, per l'attualità degli argomenti trattati e il rigore scientifico degli approfondimenti, si rivela uno strumento non solo per i professionisti del diritto ma per tutti coloro che, a diverso titolo, operano nei settori dell'informazione, della comunicazione digitale, e nell'industria dei contenuti.
20,00

Il sopralluogo psico-criminologico

editore: Giuffrè

pagine: 256

È ormai noto che non è possibile ricavare dalla sola scena del delitto ogni informazione utile ad un'indagine. Essa deve allora essere analizzata come fosse l'ultimo fotogramma di un film, per capire il quale, tuttavia, occorre voltarsi indietro e guardare l'intera pellicola. L'indagine tecnico-scientifica non può sostituirsi all'indagine tradizionale ma deve, invece, affiancarla e coadiuvarla. Nella prima parte del volume si analizza il sopralluogo tecnico-giudiziario ponendo l'attenzione, in particolare, sugli errori cognitivi e motivazionali, oltre che metodologici e procedurali, che potrebbero inficiarne l'efficacia e alterare così il risultato di un'indagine. La seconda parte riguarda un tipo di sopralluogo, definito psico-criminologico, che integra il sopralluogo tecnico-giudiziario e sviluppa la dimensione del reato, definita temporale, che analizza la relazione autore-vittima precedente alla commissione del delitto; da qui il concetto di vittimalistica. Nell'ultima parte del volume, grazie alla presentazione di quattro case report, si affronta la tematica del sopralluogo nei casi di suicidio, discriminando la figura del suicida dalla figura della vittima di suicidio, attraverso l'analisi di due variabili: la volontà del gesto suicida e la volontà delle conseguenze del gesto suicida.
25,00

Tre maestri del diritto pubblico

di Sabino Cassese

editore: Editoriale Scientifica

10,00

ABC dell'igiene e sicurezza nel settore alimentare

di Agostino Messineo

editore: Epc

pagine: 112

L'art. 36 del D.Lgs. 81/2008 impone al datore di lavoro di assicurarsi che ciascun lavoratore riceva una formazione adeguata e sufficiente in materia di sicurezza e di salute sul luogo di lavoro. I Regolamenti (CE) n. 852, 853, 854 e 882 del 2004 sull'igiene dei prodotti alimentari, in vigore dal 1° gennaio 2006 e comunemente chiamati "pacchetto igiene", hanno comportato un profondo aggiornamento delle disposizioni che regolano il settore agroalimentare e stabilito la corretta prassi igienica nella manipolazione degli alimenti. Inoltre il Reg. CE 852/04 prevede una nuova funzione degli operatori per l'applicazione del sistema HACCP. Questo manuale, ricco di disegni ed esempi pratici, è stato specificatamente realizzato per consentire a tutte le aziende che operano nel settore della produzione, stoccaggio, trasporto, distribuzione e vendita degli alimenti di fornire a tutti i dipendenti semplici ed utili indicazioni al fine di attuare le norme di prevenzione. Infine sono state inserite alcune domande e risposte utili agli addetti alla manipolazione degli alimenti per verificare il loro grado di informazione.
6,50

La responsabilità civile degli amministratori di società per azioni

di Cesare Conforti

editore: Giuffrè

pagine: 1272

È nei periodi di crisi economica, come l'attuale, che si avverte maggiormente la necessità che le norme sull'amministrazione delle società, istituzionalmente rivolte ad assicurare correttezza e regolarità gestionale, riescano altresì a consentire efficienza di metodi. Rimane sullo sfondo una concezione delle norme probabilmente ancor troppo legata alla pretesa, assoluta preminenza dell'interesse pubblico ad un ordinato svolgimento delle attività economiche: il che pare penalizzare la capacità competitiva e le prospettive di crescita del nostro Paese. Di ciò mostrava coscienza il legislatore, approdato a licenziare - con i dd.lgss. 17 gennaio 2003, nn. 5 e 6 - una riforma delle società di capitali avallata da maggioranze parlamentari di diverso orientamento, eppure comunemente protese verso un obiettivo di fondo: raccogliere la sfida della concorrenza tra ordinamenti giuridico-economici, accrescendo la competitività degli strumenti apprestati dal sistema interno. Nello stesso senso si sono indirizzate quasi tutte le modifiche apportate negli anni successivi, tal une in chiave apprezzabilmente autocritica, come l'abolizione del (non compianto) rito societario. Il volume, oltre a descrivere e suggerire criticamente, nell'ottica di una praticità di utilizzo, vuole fornire al lettore elementi di giudizio sulla validità (o meno) degli ultimi sforzi legislativi.
98,00

Introduzione al diritto comparato

editore: Giuffrè

pagine: 484

La pubblicazione della rielaborata terza edizione, che raccoglie in un unico volume i due precedenti, si rivelava necessaria, non solo per il grande rivolgimento politico che si è avuto con la caduta del muro di Berlino (1989) ma anche perché l'autore (cioè il prof. Hein Koetz) ha notevolmente innovato sulla tessitura di essa e non solo, arricchendo la parte informativa, in relazione all'evoluzione delle dottrine e della giurisprudenza ma anche perché ha avvertito l'esigenza di accentuarne vieppiù quel metodo dogmatico. La comparazione, com'è noto, è sempre stata intesa dagli autori (e ora dall'autore) come costante e continuo confronto, più che tra concetti e categorie, tra ciò che è ad essi sottostante, pervenendo, in tal modo, a segnalare ciò che "fa la differenza". Si segnala che la traduzione del presente volume e' stata finanziata dal Goethe Institut per conto del ministero degli affari esteri.
45,00

Diritto romano e diritti europei. Continuità e discontinuità nelle figure giuridiche

di Gianni Santucci

editore: Il mulino

pagine: 198

Paragonando il diritto romano ad un'anatra che s'immerge e si nasconde nell'acqua per tornare sempre a riapparire, Goethe cogl
18,00

Diritti negati. Le leggi razziali dell'Italia fascista

editore: Modern Publishing House

pagine: 158

Il volume offre una documentata panoramica sul contesto nel quale, a seguito dell'avvento del fascismo al potere, fecero la loro comparsa in Italia le prime avvisaglie di antisemitismo, che si trasformarono, fra il 1938 e il 1939, in uno stillicidio di provvedimenti legislativi antiebraici, le cosiddette "leggi razziali", la cui promulgazione si protrasse fino ali inizio del 45. Tutti i principali documenti vengono riprodotti nella loro versione integrale e puntualmente commentati, al fine di farne capire la terribile portata e di lare comprendere quanto capillarmente e odiosamente queste leggi riuscirono a incidere sulla vita di migliaia di Ebrei italiani, che vennero privati dei loro diritti, perseguitati, deportati e uccisi.
10,00

Il rapporto previdenziale

di Maurizio Cinelli

editore: Il mulino

pagine: 227

Infortunio, malattia, invalidità, vecchiaia, disoccupazione, morte: lo sviluppo di un insieme organico di istituzioni e situaz
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento