Il tuo browser non supporta JavaScript!

Psicologia

Brand narrative strategy. Il segreto dell'onda

di Alberto De Martini

editore: Franco Angeli

pagine: 130

Il successo di un brand dipende dalla sua capacità di pensare, agire e comunicare in modo così collegato e coerente da costituirsi nella mente dei suoi pubblici come una vera e propria storia, semplice e coinvolgente. Il segreto è racchiuso in una particolare struttura narrativa, la Brand Narrative Strategy (BNS) - articolata in cinque passaggi -che rispecchia lo schema delle grandi narrazioni ideologiche. Ma l'autore non si ferma qui e, cercando di tradurla in un'immagine, scopre che la BNS ha la forma di un'onda, con proprietà specifiche affascinanti. Un testo che scorre rapido e incalzante, attraverso casi di marche celebri.
17,00

Recovery & territorio. Idee in riabilitazione sociale

editore: Alpes Italia

pagine: 292

Il concetto di Recovery è entrato negli ultimi decenni, prepotentemente, nel campo della prevenzione, della cura e della riabilitazione dei disturbi psichici rivoluzionando idee e prassi del loro operare. Il Recovery Movement ha saputo porre al centro dell'intervento terapeutico-riabilitativo la personalità del paziente e ciò che per lui significa guarire, rifiutando una concezione della malattia mentale troppo concentrata sui deficit e che non lasciava spazio alle potenzialità individuali. Il libro si concentra sul rapporto tra Recovery & Territorio evidenziando, nella prima parte, gli importanti impatti che il concetto di Recovery e il relativo movimento hanno prodotto nel campo della riabilitazione psicosociale e dell'inserimento lavorativo, e nella seconda parte, riportando una serie di esperienze condotte secondo un modello riabilitativo ispirato al concetto di Recovery e che si è cercato di legare al territorio di riferimento. Le esperienze raccontate in questa seconda parte nascono sul Territorio e provengono dai servizi per l'età evolutiva, della salute mentale e di altre istituzioni. Esse pongono in risalto la necessità di un intervento multi-agency.
22,00

User experience. Psicologia degli oggetti, degli utenti e dei contesti d'uso

editore: Apogeo Education

pagine: 220

Dal tempo della rivoluzione industriale fino a oggi, nell'era post-Internet in cui tecnologie immersive promettono di assister
20,00

L'orecchio e la vita. Una ricerca su ascolto, linguaggio e comunicazione

di Alfred A. Tomatis

editore: Xenia

pagine: 413

Autobiografia intellettuale di uno scienziato di singolare talento, questo libro offre pagine che non si dimenticano e getta i
24,00

Minori stranieri non accompagnati. Esperienze di cura a Terrenuove

editore: Edizioni di terrenuove

pagine: 174

Questo testo nasce da tutto il gruppo dei consulenti del Servizio minori di Terrenuove. La possibilità di usufruire di un contributo della Fondazione Cariplo nel 2016, per il progetto Adolescenti Stranieri in Difficoltà (ASD), ci ha consentito di dedicare un po' di tempo a riflettere e, quindi, anche a scrivere e mettere a disposizione di tutti le esperienze di cura che in questi anni prendono forma nel nostro Servizio e che coinvolgono il contesto con cui quotidianamente interagiamo. Sullo sfondo dei differenti contributi la presenza, fondamentale, degli educatori delle Comunità, degli assistenti sociali del Pronto Intervento Minori del Comune di Milano, dei colleghi della UONPIA, in particolare del Policlinico, di alcuni insegnanti, ci aiuta a intravedere una molteplicità di professionisti che si confrontano e realmente esistono negli incontri di rete. Si realizza così la connessione tra attenzione alla storia individuale e un primo momento sociale, la rete, che anticipa la partecipazione alla storia collettiva.
15,00

Psicologia ambientale e architettonica. Come l'ambiente e l'architettura influenzano la mente e il comportamento

di Marco Costa

editore: Franco Angeli

pagine: 298

L'ambiente e l'architettura hanno influenze fondamentali nel formare la nostra identità, i nostri pensieri e le nostre emozioni. Ugualmente l'uomo è l'essere umano che più di ogni altro può modificare l'ambiente per adattarlo ai propri scopi attraverso cambiamenti del territorio e delle scelte architettoniche. La psicologia ambientale ci insegna anche chiaramente che l'uomo con il suo comportamento è l'essere che più di ogni altro può avere effetti distruttivi e nocivi sull'ambiente. A partire dalla rappresentazione mentale dell'ambiente, questo manuale passa in rassegna la gestione dello spazio personale ed i comportamenti di territorialità, le radici psicologiche dell'estetica del paesaggio e dell'architettura, le diverse influenze psicologiche di ambienti urbani e rurali, l'ottimizzazione della progettazione architettonica di aree residenziali, istituzionali, museali, del divertimento. Successivamente prende in considerazione le influenze su mente e comportamento di aspetti specifici dell'ambiente come l'illuminazione, il rumore, le condizioni meteorologiche. Infine sono esaminati gli aspetti psicologici relativi alla promozione di comportamenti di salvaguardia ambientale. Un manuale dunque preciso e puntuale che si rivolge sia agli studenti universitari di psicologia sia ad architetti ed urbanisti già professionisti che sentono l'esigenza di approfondire il rapporto tra psiche ed ambiente.
36,00

Humour in azione. Argomenti educativi nei contesti culturali

editore: Mimesis

pagine: 266

Divergente, provocatorio e anche creativo e vivace, lo humour da sempre stimola interesse. Con l'umorismo facciamo inaspettatamente esperienza di un improvviso cambiamento, uno scarto dalle aspettative, uno slittamento che sollecita l'attenzione verso possibilità trasformative a livello sia individuale sia sociale. La vocazione della pedagogia a interrogare i valori che favoriscono le condizioni di vita delle persone e delle comunità in cui si intrecciano intelligenza civica e virtù sociali, sembra aprire importanti spazi a vantaggio di riflessioni e di interventi umoristici. In questa prospettiva si inserisce il presente lavoro, con domande di ricerca volte a indagare se e come lo humour possa manifestarsi, esercitare un ruolo e avere un impatto nei diversi contesti sociali e educativi.
22,00

Photovoice. Dallo scatto fotografico all'azione sociale

editore: Franco Angeli

pagine: 144

Negli ultimi anni Photovoice è diventata una metodologia di ricerca-azione partecipata molto popolare. Attraverso una combinazione di fotografia e discussioni di gruppo, Photovoice consente di attivare i membri della comunità nell'identificare i loro punti di vista e utilizzarli come leve per il cambiamento sociale. Sviluppato a partire dall'esperienza degli autori, dopo una introduzione sull'uso della fotografia in psicologia, il volume fornisce le basi teoriche e le indicazioni operative per utilizzare questo nuovo strumento all'interno della ricerca qualitativa e dell'intervento sociale. Il linguaggio dell'immagine (ora facilmente fruibile grazie allo sviluppo del digitale) viene coniugato con quello testuale, dando luogo ad una originale e innovativa metodologia di ricerca. Photovoice si è rivelato un metodo efficace per analizzare esperienze di vita quotidiana, sviluppare empowerment e dare voce a soggetti emarginati. Il volume, pertanto, intende fornire sia un quadro organico dei risultati della ricerca attuale, sia alcune indicazioni utili per applicare la metodologia nel lavoro sociale e di ricerca.
21,00
30,00

Nati due volte

di Giuseppe Pontiggia

editore: Mondadori

pagine: 239

Che cosa succede in una famiglia quando nasce un figlio handicappato, come si evolvono le paure, le speranze, l'angoscia, le n
13,00

Selfie. Narcisismo e identità

di Giuseppe Riva

editore: Il mulino

pagine: 143

Papa Francesco in posa con i fedeli davanti a uno smartphone, Obama ripreso con in mano un selfie stick, ragazzi che si fotografano per strada: la quotidianità ci vede sempre più spesso testimoni di situazioni in cui qualcuno si scatta un selfie. È stato stimato che, già nel 2014, venissero condivisi online oltre 90 milioni di selfie al giorno, ovvero 34 miliardi in un anno, praticamente 5 selfie per ogni abitante della terra. Ma perché ci facciamo un selfie? Che cosa significa dal punto di vista psicologico e sociale questo comportamento? È solo un atto autoreferenziale?
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.