Il tuo browser non supporta JavaScript!

Scienze Linguistiche e Letterature Straniere

La traduzione dallo spagnolo. Teoria e pratica

di Matteo Lefèvre

editore: Carocci

pagine: 231

Quando è nata e a che cosa serve la teoria della traduzione? Quali sono i rapporti fra teoria, metodologia e prassi traduttiva? Nel tradurre dallo spagnolo all'italiano, quali strumenti e competenze si devono possedere per affrontare testi appartenenti a differenti ambiti linguistici e settoriali? Il volume risponde a queste e ad altre domande analizzando la teoria della traduzione, le sue applicazioni metodologiche e didattiche e una casistica puntuale ed efficace di esempi tratti dalle principali aree in cui si articola il discorso specializzato (testi giuridici, economici, scientifici, tecnici ecc.).
21,00
12,50

Der Konig Von Berlin

di Horst Evers

editore: Rowohlt #

12,50 6,25
38,00

Principi di comunicazione interculturale. Paradigmi e pratiche

di Milton J. Bennet

editore: Franco Angeli

pagine: 264

Il nuovo libro di Milton Bennett Principi di Comunicazione Interculturale. Paradigmi e pratiche non è solo una nuova edizione di Principi di comunicazione interculturale, tradotto e pubblicato in Italia nel 2002 da FrancoAngeli. Seppure mantenga la struttura di testo con sezione antologica, è completamente rinnovato nei contenuti. Nelle prima parte l'autore si concentra sull'accuratezza del lessico e dei livelli di analisi appropriati per potere parlare di comunicazione interculturale. Focalizza poi la propria prospettiva entro la dimensione epistemologica costruttivista, alla base del noto Modello Dinamico di Sensibilità Interculturale (MDSI). Lo stesso modello è qui presentato nella sua ultima versione in cui rivede alcune posizioni e soprattutto suggerisce un diverso linguaggio per riferirsi al continuum di esperienza della differenza all'interno del paradigma quantistico. In questa nuova edizione amplia i contenuti relativi all'analisi dell'interazione tra persone di culture diverse, pubblicando finalmente anche la sua teoria di stili percettivi sottostanti il modo in cui individui con diverso retroterra culturale preferiscono, collettivamente, pensare e imparare. Infine inserisce un capitolo su come la prospettiva interculturale costruttivista si declina in diverse applicazioni pratiche. Nella seconda parte offre una selezione di letture antologiche "classiche" su alcuni concetti fondamentali della comunicazione interculturale.
31,00
23,80

Il servizio pubblico. Storia culturale delle televisioni in Europa

di Bourdon Jérome

editore: Vita e pensiero

pagine: XIV-264

Il servizio pubblico rappresenta il contributo più importante e originale che l'Europa abbia offerto alla storia mondiale dell
25,00

L'autore televisivo. Come si scrive l'intrattenimento

di Axel M. Fiacco

editore: Unicopli

pagine: 190

Chi è e che cosa fa un autore televisivo? È una domanda a cui non è facile rispondere, dal momento che quella dell'autore è una delle figure più poliedriche e al contempo dai confini meno chiari dell'intero universo dei media e della TV. Questo libro spiega per la prima volta in modo completo e approfondito tutti i compiti e i ruoli di questo particolare mestiere, entrando nel vivo del processo produttivo e descrivendo le sue molteplici attività in tutti i luoghi in cui vengono svolte. Si tratta di una disamina minuziosa di una particolare forma di "autorialità", che si dispiega entro un medium ormai interamente industriale. Il volume è, poi, un utile strumento sia per chi vuole affrontare questa professione, sia per chi è interessato a capire come funziona la macchina televisiva "dall'interno", attraverso il punto di vista privilegiato di chi, a lungo e tutt'ora, ha creato contenuto televisivo in prima persona.
15,00

L'idolo. Teoria di una tentazione. Dalla Bibbia a Lacan

di Silvano Petrosino

editore: Mimesis

pagine: 129

Il giudizio sulla figura dell'idolo e sulla pratica dell'idolatria è unanime e costante: si tratta, sempre e per tutti, di qualcosa di negativo, di pericoloso, di una realtà con la quale è bene non avere nulla a che fare. La parola d'ordine è dunque sempre la stessa: gli idoli devono essere distrutti. Eppure gli uomini, della nostra come di ogni altra epoca, siano essi credenti o non credenti, ricchi o poveri, colti o ignoranti, non smettono un istante di fabbricarli e adorarli. Come spiegare l'universalità di tale legge? Perché "il bisogno di comunione nell'adorazione è il più grande tormento di ogni uomo singolo, come dell'intera umanità, fin dal principio dei secoli" (F. Dostoevskij)? Perché "vi sono nel mondo più idoli che realtà" (F. Nietzsche)? Il volume cerca di rispondere a queste domande elaborando una teoria che pone la figura dell'idolo e la pratica dell'idolatria non in relazione con una determinata scelta del soggetto, ma più essenzialmente con il suo stesso modo d'essere. Nell'ultima parte dello studio si propone un'originale interpretazione della società dei consumi la cui natura più profonda viene individuata nell'essere ultimamente "una comoda idolatria per le masse a basso costo". Una stimolante opera filosofica alimentata dal costante e fecondo dialogo con la psicoanalisi, l'esegesi biblica e la letteratura.
14,00

Il magnifico segno. Comunicazione, esperienza, narrazione

di Silvano Petrosino

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 112

Siamo tutti connessi, ma davvero comunichiamo? Messaggi o e-mail, e poi blog, post, tweet, feedback e chissà quanto altro. La connessione è sempre aperta, bastano pochi secondi per comunicare quanto stiamo facendo ai nostri amici, ai nostri conoscenti o, per non mettersi limiti, a tutto il mondo. Il paradosso è che all'interno di questo continuo scambio di messaggi è proprio il dramma della comunicazione umana a passare in secondo piano: ciò che conta è lo strumento tecnico, il computer, lo smartphone, il tablet. Se hai quello, puoi comunicare: non è più questione di capacità, ti basta solo il possesso. Eppure, ci ricordano queste pagine, "ci può essere un intenso ed efficace trasferimento di segni, messaggi, immagini ecc. senza che per questo ci sia un solo atto comunicativo, così come ci può essere un continuo parlare all'altro senza che per questo ci sia un solo istante di dialogo con lui".
12,00

La pubblicità del futuro. Programmatic Buying e Real Time Bidding per comunicare in tempo reale

editore: Hoepli

pagine: 224

Possiamo ancora ritenere che i consumatori vengano persuasi all'acquisto di un prodotto o di un servizio attraverso la somministrazione di messaggi reiterati e insistenti, erogati attraverso canali di informazione e di intrattenimento generalisti e indifferenziati? Stiamo vivendo una vera e propria crisi dei modelli e dei paradigmi della comunicazione che oggi sembra non siano più applicabili né credibili e che non soddisfino affatto il ROI delle aziende, sempre più disorientate su come, dove e con quali partner investire i propri budget. Per uscire da questo impasse serve il Programmatic Buying (PB): il nuovo protocollo di negoziazione che consente di vendere e acquistare la pubblicità online in tempo reale, selezionando esclusivamente i contatti che corrispondono al target desiderato e accrescendo il valore degli spazi disponibili. Questo libro ha l'obiettivo di fornire un'analisi completa su questa nuova rivoluzionaria modalità di fare pianificazione e acquisto di digital display advertising. Si tratta di una guida operativa utile, per tutti coloro che si occupano di comunicazione, a comprendere questo nuovo fenomeno destinato a stravolgere le modalità di fare pianificazione e acquisto di spazi pubblicitari su tutti i media e i device digitali interattivi.
24,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.