Sociologia

Social media e sentiment analysis. L'evoluzione dei fenomeni sociali attraverso la rete

Social media e sentiment analysis. L'evoluzione dei fenomeni sociali attraverso la rete

editore: Springer Verlag

pagine: 146

Due miliardi e mezzo di utenti internet, oltre un miliardo di account Facebook, 550 milioni di profili Twitter. Che parlano, discutono, si confrontano sui temi più svariati. Un flusso in continuo divenire di informazioni che dà sostanza ogni giorno al mondo dei Big Data. Ma come si analizza concretamente il "sentiment" della Rete? Quali sono i pregi e i limiti dei diversi metodi esistenti? E a quali domande possiamo dare una risposta? Dopo aver presentato le varie tecniche di analisi testuale applicate ai social media, questo libro discute di come l'informazione presente in Rete sia in grado di aiutarci a meglio comprendere il presente e a fare previsioni sul futuro riguardo a una molteplicità di fenomeni sociali, che spaziano dall'andamento dei mercati finanziari, alla diffusione di malattie, alle rivolte e ai sommovimenti popolari fino ai risultati dei talent show, prima di concentrarsi su due casi specifici: l'andamento della felicità degli italiani giorno per giorno, e i risultati delle campagne elettorali in Francia, Stati Uniti e Italia tra il 2012 e il 2013.
29,99
Rapporto sanità 2012. Strategie per il contenimento dei costi in sanità tra esigenze cliniche, organizzative ed economiche

Rapporto sanità 2012. Strategie per il contenimento dei costi in sanità tra esigenze cliniche, organizzative ed economiche

editore: Il mulino

pagine: 381

Nella tradizionale linea di attenzione agli aspetti di confine tra clinica, organizzazione ed economia, la Fondazione Smith Kl
30,00
Itinerari di vittimologia

Itinerari di vittimologia

editore: Giuffrè

pagine: 572

Il volume affronta in modo ampio e dettagliato il tema dell'approccio alle vittime del crimine con una prospettiva decisamente applicativa. I contributi sono stati elaborati nell'ambito di un programma di formazione realizzato in Italia e rivolto a funzionari e ufficiali della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza e poi esportato sotto forma di "programma formativo standard", in diversi Paesi europei. In linea con i moderni orientamenti europei, il tema è affrontato da un punto di vista multidisciplinare, così da fornire una panoramica ampia della materia a professionisti di settori diversi che operano a diretto contatto con le vittime del crimine. L'opera descrive le basi normative, psicologiche, sociologiche, medico legali fondamentali premesse e conoscenze per un corretto approccio alle vittime e il modo in cui le competenze teoriche di base possono essere tradotte in buone prassi operative in tema di interazione, ascolto, supporto, costruzione di reti sul territorio, rapporti con le organizzazioni non governative e comunicazione mediante i mass media. Il testo, inoltre, integra sapientemente l'esperienza nazionale con il panorama europeo offrendo principi e indicazioni fondamentali nell'ottica della vittimologia applicata.
45,00
Le attività di prevenzione. Rapporto prevenzione 2011

Le attività di prevenzione. Rapporto prevenzione 2011

editore: Il mulino

pagine: 659

La legge 833 del 1978, istitutiva del Servizio Sanitario Nazionale, dichiara che il SSN è destinato, con i suoi servizi, strut
45,00
Senti che bel rumore. Un anno di lotta per l'Università pubblica

Senti che bel rumore. Un anno di lotta per l'Università pubblica

editore: Accademia University Press

pagine: 240

L'università italiana è chiamata in questi mesi a confrontarsi con una riforma che, presentata come un passaggio decisivo e im
5,00
Guida al welfare italiano: dalla pianificazione sociale alla gestione dei servizi. Manuale per operatori del welfare locale

Guida al welfare italiano: dalla pianificazione sociale alla gestione dei servizi. Manuale per operatori del welfare locale

di Raffaello Maggian

editore: Maggioli Editore

pagine: 434

Sul palcoscenico del welfare italiano troviamo vari personaggi, i protagonisti del presente volume: l'assessore comunale, il dirigente, l'assistente sociale, il tecnico informatico, il sociologo, l'impiegato amministrativo, il volontario, il socio della cooperativa, il giornalista, l'utente, e così via. Ognuno interpreta il suo ruolo. Ma in un contesto sempre meno caratterizzato da rigide separazioni, che accetta la contaminazione fra saperi teorici e professionali, fra dirigenza e operatività, fra amministrazioni pubbliche, libero mercato, terzo settore e utenza, quanta libertà e creatività ha ogni attore nell'interpretare la sua parte? L'Italia sta procedendo verso l'abbandono di norme statali che trattano in astratto temi quali la qualità di vita e l'agio sociale valide per tutto il territorio nazionale, a favore di norme e azioni che tengano conto delle specificità locali. I vari personaggi sentono allora il bisogno di non sentirsi isolati, di comunicare fra loro. I vari personaggi parleranno con un linguaggio comprensibile a tutti, della creazione, modifica e del funzionamento dei servizi sociali, di progetti, organizzazione, risorse finanziarie e umane, di sistema informativo e informatico; tutti temi cruciali e quotidiani per chi opera nel sociale, per professione o volontariato.
44,00
Senilità. Immagini della vecchiaia nella cultura occidentale

Senilità. Immagini della vecchiaia nella cultura occidentale

editore: Edizioni dell`orso

pagine: 288

Negli ultimi anni, il significato attribuito alla vecchiaia e alle persone anziane, ha subito una trasformazione storicamente singolare. Per la prima volta, in Germania e in Svizzera, il numero di individui professionalmente attivi di età matura, 50-64 anni, ha superato quello dei lavoratori più giovani. In diversi paesi, il numero di abitanti ultrasessantenni aumenta sempre di più, basti pensare al Giappone, in cui questa fetta di cittadini ammonta ad un terzo della popolazione complessiva.
18,00
La formazione alla prevenzione. Rapporto prevenzione 2010

La formazione alla prevenzione. Rapporto prevenzione 2010

editore: Il mulino

pagine: 522

La legge 833 del 1978, istitutiva del Servizio Sanitario Nazionale, riaffermando la previsione costituzionale secondo cui "la
42,00
Rapporto sanità 2010. Federalismo e Servizio sanitario nazionale

Rapporto sanità 2010. Federalismo e Servizio sanitario nazionale

editore: Il mulino

pagine: 285

Il processo di affermazione del federalismo in sanità - caratterizzato da un buon livello di consenso culturale e politico, e
22,50
Rapporto sanità 2009. Complessità del governo aziendale per la promozione della salute

Rapporto sanità 2009. Complessità del governo aziendale per la promozione della salute

editore: Il mulino

pagine: 285

"Una delle conquiste più significative della cultura che caratterizza le aziende sanitarie è stato il riconoscimento teorico,
22,30
Uno per uno, tutti per tutti. Il potere di organizzare senza organizzare

Uno per uno, tutti per tutti. Il potere di organizzare senza organizzare

di Clay Shirky

editore: Codice

pagine: 248

Il successo delle moderne tecnologie disponibili sulla rete (blog, wiki e l'intero ecosistema web 2
23,00
Rapporto sanità 2008. L'educazione alla salute

Rapporto sanità 2008. L'educazione alla salute

editore: Il mulino

pagine: 268

Organizzare e finanziare i sistemi di protezione della salute nei prossimi anni è possibile
21,00