Il tuo browser non supporta JavaScript!

Manni: Punto G

L'umano sistema fognario

di Cosimo Argentina

editore: Manni

pagine: 183

Emiliano Maresca lavora come un mulo in un capannone industriale, ama segretamente una ragazza di nome Anansa e conserva il cadavere della madre nel frigorifero di casa. Ascolta musica heavy metal, ha appeso sopra al letto un poster di Hitler, ha i brufoli, gli occhiali a culo di bottiglia, i capelli grassi e un paio di amici. Quando scopre di avere un padre e due sorelle, che mai ha conosciuto e che non sanno della sua esistenza, la dinamite che ha dentro deflagra con imprevedibile ferocia. In un percorso di grottesca crescita autodistruttiva, in un eroicomico apprendistato alla vita, Emiliano rotola giù, con cieca ostinazione, nella degradata quotidianità di una Taranto disfatta.
17,00

Milano downtown

di Maria Sepa

editore: Manni

pagine: 184

Se ne vanno tutti di fretta, intabarrati nei loro cappotti, lungo gli ampi viali della città. Ma c'è qualcuno che cammina piano, osserva le case attraverso le finestre, ascolta seduto al bancone di un bar le vite degli altri. E vede: Marta, Caterina, Corrado, Giuseppe, Sharona, Iliescu, gli attori sul palcoscenico, di una storia - dramma o commedia - tra figli, lavoro, aperitivi, tradimenti, passioni aggrovigliate da dipanare come il bandolo di una matassa. Tutto questo amore, anche quando non conviene, anche se si è appesi a un filo, con gli oceani nel mezzo, le urgenze e le paure, l'impossibilità di fare altrimenti.
14,00

La felicità del testimone

di Elisabetta Liguori

editore: Manni

pagine: 271

Flavia ha solo otto anni e conosce la forma della morte. In piedi su una sedia, il naso incollato alla finestra, in una calda notte di giugno ha assistito al delitto di Gaetano Scalise, consigliere comunale di un paesino del Salente. Dai suoi racconti incerti dipende la felicità di molta gente, e innanzitutto la propria. A raccogliere i ricordi, i disegni, i cinguettìi della bambina c'è Concetta, assistente sodale in sovrappeso, donna abitudinaria e semplice, con il suo piccolo rassicurante universo: un solo antico amore, la madre cocciuta, un badante indiano dal cuore d'oro, l'amica fidata, una cagna inquieta. Le vite di Flavia e Concetta si legano saldamente, mentre le stagioni sfilano mute, reticenti, immobili come muretti a secco. La verità non è che uno tra i tanti desideri che le tengono unite.
17,00

Sangu. Racconti noir di Puglia

editore: Manni

pagine: 142

Questo non è un Libro di genere. Troverete pulp, suspense, ironia, politica, trash, allucinazioni. Questo non è un libro per turisti alla ricerca di taranta e orecchiette con le cime di rape. Questo libro non descrive una Puglia da cartolina, e nemmeno una Puglia per il giornalismo morboso e ammorbante. Queste dieci storie rosse, più che nere, raccontano ciò che di tremendo può accadere sotto il sole, prima del mare, nel soffio del vento.
12,00

L'infanzia delle cose

di Alessio Arena

editore: Manni

pagine: 280

Anni Ottanta. Napoli, Rione Sanità. Antonio Bacioterracino ha quindici anni. Il padre Patrizio, cantante invischiato con la camorra, muore per un'overdose di eroina, e il resto della famiglia si trasferisce a Madrid, nel quartiere di Lavapiés, covo della comunità gitana. Ma di luoghi comuni, qui, neanche uno. Realismo magico napo-latino e una lingua che fa scintille nell'incontro tra due culture, a rincorrersi tra violini, incendi, un cane che imita il vibrato di June Christy, scarafaggi, ajuntadoras e magliari napoletani.
17,00

Gardo Mongardo

di Menni Claudio

editore: Manni

pagine: 192

Solo al prossimo giro valuterò se rientrare, se imprigionare il mio polso di nuovo al vostro orologio
13,00

Mordi e fuggi. 16 racconti per evadere dalla taranta

editore: Manni

pagine: 188

Il mito della taranta dato in pasto alla penna di 16 scrittori e un antropologo
14,00

Maschio adulto solitario

di Cosimo Argentina

editore: Manni

pagine: 310

C'era una volta il romanzo di formazione, dove i ragazzi diventavano uomini. Oggi, invece si deformano in un eterno ritorno all'adolescenza. Così, Danilo Colombia, protagonista di questo romanzo, a diciotto anni sa già che la sua vita è un viaggio a ritroso, una discesa agli inferi, una partita a perdere: la famiglia, il lavoro, l'amore, non sono obiettivi da conquistare, ma gli archetipi di una felicità mai veramente provata (e in ogni caso tramontata per sempre). Tuttavia, Danilo non sa fuggire. Anzi, s'impantana nel grembo di una Taranto maleodorante e fatiscente ma il suo cuore s'inabissa in un esilio disperato, nel quale essere soli è, nello stesso tempo, dolore incurabile e sopravvivenza.
17,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento