Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Priuli & Verlucca: Valle d'Aosta

Cucina di tradizione della Valle d'Aosta. Ediz. italiana e francese

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 368

Con questa ricerca, dedicata alla cucina di tradizione della Valle d'Aosta, si vuole ripercorrere, vallata per vallata, un itinerario gastronomico, inconsueto e molto interessante, alla riscoperta di sapori antichi dimenticati o ancora vivi, di riti tramandati nel tempo, di amore per le proprie radici.
24,00

Aosta. Ediz. italiana, francese e inglese

di Joseph-Gabriel Rivolin

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 96

Aosta è un piacevole viaggio fotografico nella storia della "Roma delle Alpi", che aiuta a capire la realtà di oggi attraverso gli eventi del passato. Dal Neolitico alle soglie del Duemila, la comunità aostana è nata e si è evoluta in un ambiente che ha fortemente condizionato le sue possibilità di sviluppo. Tradizionalmente aperta agli scambi attraverso i colli alpini, ha tuttavia conservato una gelosa ritrosia nei confronti del mondo esterno, con un atteggiamento di difesa della propria identità che non sempre è colto nel suo vero significato dal visitatore occasionale.
39,90

Arnad in Valle d'Aosta. Più di un secolo di memoria

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 576

"Nella vita c'è un tempo per le esperienze, le gioie, i dolori e le fatiche, e c'è un tempo per i ricordi
24,50

Habits

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 392

38,50

Artigiani e artisti in Valle d'Aosta dal XIII secolo all'epoca napoleonica

di Bruno Orlandoni

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 500

Questo libro cerca di fare il punto della situazione nel campo della ricerca documentaria organizzando la maggior parte dei dati fin qui editi e una serie di materiali inediti sotto il profilo delle personalità degli operatori. Oltre mille schede nominative ordinate alfabeticamente raccolgono quanto fino ad ora scoperto su architetti, capomastri, tagliapietre, muratori, fabbri, carpentieri, scultori e intagliatori del legno, orafi, pittori, copisti, mastri monetari operanti in Valle d'Aosta dal XIII secolo all'epoca napoleonica.
50,61

Dentelles de Cogne

di Attilio Boccazzi Varotto

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 120

49,50
14,46

Architettura in Valle d'Aosta

di Bruno Orlandoni

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 400

La trasformazione dell'antico ducato sabaudo in stato moderno, avviata già da Emanuele Filiberto nel corso del XVI secolo, impone il pagamento di un prezzo altissimo a diverse regioni che, prima organicamente inserite nella compagine statale, si trovano improvvisamente proiettate in aree e situazioni del tutto marginali. La Valle d'Aosta, da zona di transito centrale, canale di collegamento privilegiato di molti traffici internazionali europei, è relegata al ruolo di provincia periferica. Queste trasformazioni coinvolgono anche il paesaggio ambientale e architettonico. Dopo due secoli di evoluzione a ritmi rallentati, la crescita sembra riprendere tra la fine del Settecento e l'inizio dell'Ottocento.
49,50

Architettura in Valle d'Aosta

di Bruno Orlandoni

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 400

Questo libro si propone di illustrare l'architettura della Valle d'Aosta. Viene affrontata l'analisi dei quattro secoli di particolare rigoglio (dal 1000 fino al 1400 circa) che vedono l'affermazione del romanico e lo sviluppo del gotico dalla sua apparizione a sud delle Alpi fino alla sua fase tarda, cortese e cosmopolita. Accanto allo studio dei più celebri esempi di architettura militare, religiosa e residenziale, vengono fornite letture e interpretazioni di monumenti oggi scomparsi oppure poco conosciuti.
49,50

Medioevo in Valle d'Aosta

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 108

La Valle d'Aosta conobbe durante il Medioevo un periodo di particolare fioritura artistica e intellettuale. La particolare posizione della regione, dapprima inserita nel regno di Borgogna, poi nella contea e nel ducato sabaudo, favorì gli scambi politici, religiosi, economici e culturali con l'Oltralpe, resi più agevoli dalla presenza di due valichi, quelli del Piccolo e del Gran San Bernardo, aperti al transito verso la Francia e la Svizzera. Questo volume, analizzando le principali opere d'arte e letteratura prodotte sul territorio dal VIII al XV secolo, offre uno spaccato sulla vita culturale del tempo, definendo i termini cronologici di quello che fu il Medioevo nella regione valdostana.
49,50

Un anno in Valle d'Aosta. La Vallée d'Aoste au fil des jours. Li djor i sè sévon ma i sè sémbion pa

editore: Priuli & Verlucca

pagine: 850

Il volume presenta uno spaccato del ricco patrimonio iconografico, linguistico e demoetnoantropologico oggetto di studio e di rivitalizzazione continua da parte del BREL. L'attività che ha preceduto la pubblicazione del libro si è svolta attraverso più tappe, a partire dalla campagna fotografica lanciata dal BREL, che prevedeva la realizzazione di 10.000 immagini allo scopo di documentare, in situazioni reali, gli usi alimentari della tradizione che ancora sopravvivono ai giorni nostri. Le testimonianze orali, recuperate dagli archivi o frutto di indagini condotte appositamente, hanno fornito tutte le indicazioni utili, scaturite dalla memoria di persone depositarie di antichi saperi. I toponimi, saldamente ancorati al territorio locale, si sono rivelati una fonte preziosa per informazioni complementari. La trascrizione delle testimonianze orali è stata effettuata sulla base di un'equa ripartizione tra i diversi comuni valdostani, in modo da rappresentare tutte le varietà dialettali, evidenziando così la grande ricchezza linguistica della regione.
39,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.