Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Crimine organizzato e criminalità economica. Tendenze empirico-criminologiche e strumenti normativi di contrasto nella prospettiva del diritto dell'Unione Europea

Crimine organizzato e criminalità economica. Tendenze empirico-criminologiche e strumenti normativi di contrasto nella prospettiva del diritto dell'Unione Europea
titolo Crimine organizzato e criminalità economica. Tendenze empirico-criminologiche e strumenti normativi di contrasto nella prospettiva del diritto dell'Unione Europea
Curatori , ,
Argomenti Diritto, Economia e Politica Diritto
Law
Editore Ius - pisa university press
Formato
libro Libro
Pagine 455
Pubblicazione 2021
ISBN 9788833180564
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
25,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Il presente volume, in linea di ideale continuità con il precedente lavoro sulla tutela penale degli interessi finanziari dell'Unione europea inserito nella medesima Collana, svolge nella prima sezione della prima parte un'analisi delle evoluzioni normative e degli sviluppi applicativi in materia di criminalità economica all'interno dell'ordinamento giuridico italiano, sia con riguardo alla legislazione penale esistente sia in relazione alla giurisprudenza ed alla scienza penalistica, nell'ottica di verificare l'adempimento degli obblighi promananti dall'Unione europea, che assicuri un'adeguata tutela ai beni giuridici, e di individuare i profili di tensione riscontrati sul piano applicativo tra l'esigenza di apprestare tale protezione ed il rispetto di principi fondamentali, quali ad esempio la legalità, nei suoi diversi corollari, il ne bis in idem, la colpevolezza, la proporzionalità, valutando eventualmente anche la possibile diversa estensione di tali garanzie sul piano nazionale ed europeo. La seconda sezione è dedicata alle intersezioni tra crimine organizzato e criminalità economica, anche alla luce dell'approvazione del Regolamento 2017/ 1939 relativo all'attuazione di una cooperazione rafforzata sull'istituzione della Procura europea («EPPO»), non rispondente alle aspettative, ma che dischiude nuove prospettive evolutive in merito alla perseguibilità delle forme di criminalità indicate in precedenza, con inediti scenari in termini di rafforzamento della cooperazione giudiziaria in materia penale e di polizia. Le predette sezioni rappresentano gli esiti delle riflessioni condotte in occasione di seminari e conferenze organizzati dal Centro di Diritto Penale Europeo di Catania, nel corso dell'anno 2017 e dell'inizio del 2018, in collaborazione con l'Università degli Studi di Catania ed il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Catania. Le diverse prospettive - accademica, istituzionale, giudiziaria, forense - che caratterizzano i contributi contenuti nel volume arricchiscono la riflessione condotta e presentano un valore aggiunto di notevole rilevanza al dibattito scientifico e istituzionale in materia. La terza sezione del presente volume riunisce i saggi brevi di giovani studiosi del diritto penale europeo, presentati in occasione della cali for papers pubblicata dal Centro di Diritto Penale Europeo e ritenuti idonei per la pubblicazione in seguito a procedura di valutazione, nell'intento di aprire il dibattito scientifico anche a voci nuove. La pubblicazione del presente lavoro è stata resa possibile grazie al finanziamento ottenuto dall'EACEA da parte Centro di Diritto Penale Europeo nell'ambito del programma Erasmus+ - Azione Jean Monnet - Support to Association, dal titolo"RElaunching the Centro as a leading cultural association to foster education and legai training in European Criminal Law".
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.