Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

La grande diaspora. 28 dicembre 1908. La politica dei soccorsi tra carità e bilanci

La grande diaspora. 28 dicembre 1908. La politica dei soccorsi tra carità e bilanci
titolo La grande diaspora. 28 dicembre 1908. La politica dei soccorsi tra carità e bilanci
Autore
Collana Cammei
Editore GBM
Formato
libro Libro
Pagine 254
Pubblicazione 2009
ISBN 9788875600266
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
39,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Il disastro è immenso e molto più grande di quanto si possa immaginare. Con queste parole Vittorio Emanuele III descriveva a Giolitti, la vastità della catastrofe provocata sulle sponde dello Stretto dal sisma del 28 dicembre 1908. L'assoluta impraticabilità dei luoghi, già provati da un lungo secolo di scosse telluriche e dall'incuria dello stato liberale, impose l'allontanamento dei sopravvissuti, dando vita per la prima volta nella storia nazionale a una "grande diaspora". I profughi divennero una potente onda d'urto che investì l'intero paese. Gli aiuti si svilupparono sul modello d'intervento inaugurato nel 1905 in occasione dei soccorsi ai terremotati calabresi, e offrirono a Stato e imprenditoria nazionale l'opportunità di mettere a punto forme nuove di collaborazione per la gestione del territorio, improntate a efficientismo e tecnicismo di stampo industrialista, ma poco attente alle reali esigenze del precario equilibrio dell'ambiente meridionale. Il saggio ricostruisce, con materiale d'archivio, logiche e metodi sottesi ai soccorsi, "disvelandoci" un'Italia avviata allo sviluppo economico e a dinamiche sociali di massa, piena di cuore, ma profondamente attraversata da pregiudizi di classe e inquinata dai germi dell'antimeridionalismo.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.