Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Sposata a un altro uomo. Per uno stato laico e democratico nella Palestina storica

Sposata a un altro uomo. Per uno stato laico e democratico nella Palestina storica
Titolo Sposata a un altro uomo. Per uno stato laico e democratico nella Palestina storica
Autore
Curatori ,
Collana DeriveApprodi
Editore DeriveApprodi
Formato
libro Libro
Pagine 320
Pubblicazione 2009
ISBN 9788889969991
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
20,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Dopo il primo Congresso sionista del 1897 a Basilea, nel quale l'idea di costituire uno Stato ebraico in Palestina fu discussa per la prima volta, i rabbini di Vienna inviarono due rappresentanti a studiare se il paese avesse le caratteristiche per questa impresa. Il risultato del sopraluogo fu comunicato a Vienna con questo telegramma: "La sposa è bella, ma sposata a un altro uomo". Con disappunto avevano scoperto che la Palestina non era "una terra senza popolo per un popolo senza terra". L'obiettivo del sionismo, questa è la tesi del saggio, di costituire e difendere uno Stato per un altro popolo in una terra già abitata, è un dilemma irresolubile che ha portato a sessant'anni di guerra e alla destabilizzazione dell'intero Medio Oriente. Dopo la morte della soluzione "due popoli-due Stati", frutto degli accordi di Oslo, l'unica ipotesi da esaminare e approfondire è quella di uno Stato unico, laico e democratico, nel territorio della Palestina storica, che assicuri a tutti i cittadini, arabi, ebrei e di altre culture e religioni, uguali diritti di cittadinanza.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.