Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

La bambina che non potè chiamarsi Esther. Storie di ordinaria ingiustizia ai tempi del nazismo

La bambina che non potè chiamarsi Esther. Storie di ordinaria ingiustizia ai tempi del nazismo
titolo La bambina che non potè chiamarsi Esther. Storie di ordinaria ingiustizia ai tempi del nazismo
Autore
Traduttori ,
Collana Biblioteca storica
Editore Il mulino
Formato
libro Libro
Pagine 192
Pubblicazione 2000
ISBN 9788815078162
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
16,53
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Siebert ha scritto un libro di storia che utilizza sentenze e provvedimenti, tratti dalla quotidiana amministrazione della giustizia civile tedesca nel periodo nazista, come tracce disvelatrici della discriminazione razziale attuata tutti i giorni. L'autore scopre per caso una sentenza del 1938, emessa dalla Corte d'Appello di Berlino, dove si nega ad un padre - un pastore evangelico - il diritto di chiamare la propria figlia Esther, un nome ebraico. Inizia da questi indizi una ricerca che porterà Seibert a rintracciare la famiglia Luncke e a ricostruirne la storia e l'inutile battaglia giudiziaria intrapresa.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.