Il tuo browser non supporta JavaScript!

Alet Edizioni: Perieli

La versione di Rembrandt

di Laird Hunt

editore: Alet Edizioni

pagine: 240

Ex newyorkese rispettabile, Henry si ritrova a vivere di espedienti nei bassifondi della sua città, all'indomani dell'11 settembre 2001. Un giorno però la bellissima Tulip gli fa conoscere l'eccentrico uomo d'affari Aris Kindt, che lo coinvolge in un'attività macabra quanto redditizia: mettere in scena finti omicidi a pagamento. Affiancato nelle sue missioni da due perfide gemelle contorsioniste e istruito dalla Bomba, spietata e supersexy, Henry si ritrova perfettamente a suo agio nel ruolo di "killer per finta": dopotutto ha di nuovo un lavoro, e ben pagato, per giunta. Ma troppe cose non quadrano. Chi è davvero il suo bizzarro datore di lavoro? Perché Kindt è ossessionato dallo studio anatomico del corpo umano, e in particolare da un celebre quadro, La lezione di anatomia di Rembrandt? Finché Henry si ritrova a dover mettere in scena l'omicidio dello stesso Aris Kindt, e tutto sembrerà precipare in una spirale di violenza incontrollata... E soprattutto, chi è l'altro Henry (l'altra voce narrante che si alterna alla prima), bloccato in un misterioso ospedale in compagnia di un altro Aris Kindt e della bellissima psichiatra Tulp, per motivi assai poco chiari?
16,00

Con me all'inferno. La vita straordinaria di un re del rock

di Nick Tosches

editore: Alet Edizioni

pagine: 288

La vita di Jerry Lee Lewis, nato nel 1935, fu burrascosa fin dall'adolescenza: rubò, frequentò una scuola religiosa, ne venne espulso. Poi venne la musica: nel 1956 partecipò al mitico Million Dollar Quartet, la registrazione di una jam session con Elvis Presley e Johnny Cash, e poco dopo incise Great Balls of Fire, hit destinata a diventare leggenda. Il suo modo selvaggio e anticonformista di esibirsi dal vivo - suonava il piano in piedi dopo aver calciato via il seggiolino, a volte si sedeva addirittura sulla tastiera cambiò la storia del rock; le sue tecniche di esibizione furono adottate da musicisti come Elton John e Billy Joel, per citare solo i più celebri. Lewis diventò una star internazionale, ma gli scandali (come le sue nozze con la cugina tredicenne: si trattava del terzo matrimonio, e della seconda bigamia) e la dipendenza da pasticche e alcol segnarono pesantemente la sua carriera. Solo nel 1989 il film dedicato alla sua vita (Great Ball of Fire, con Wynona Ryder e Dennis Quaid) riaccese i riflettori sul cantante, che andò incontro a una consacrazione che dura tuttora.
18,00

Gotico americano

editore: Alet Edizioni

pagine: 256

Nell'attesa che si sblocchi la ricca eredità paterna, la bella Liz ingaggia una guerra quotidiana con la vita di casalinga per
16,00

Kammerspiel

di Paolo Colagrande

editore: Alet Edizioni

pagine: 280

La situazione ormai è critica: i figli costano, gli amici straparlano, i soldi scarseggiano, l'Emilia è di nuovo incinta, l'economia domestica vacilla, e il lavoro non arriva quasi più. Bisi e le sue rituali tragedie quotidiane si riversano in questo esilarante "discorso da camera", maldestro e illusorio tentativo di comunicare col mondo. Per fortuna la dea bendata alla fine torna a baciare lo sfortunato Bisi, regalandoci un finale a sorpresa.
14,50

L'acquario dei cattivi

di Antonella Del Giudice

editore: Alet Edizioni

pagine: 176

Quattro ex militanti si rincontrano a distanza di trentanni. Un passato di terrorismo li accomuna. Fra loro c'è chi ha pagato con la prigione, chi è riuscito a fuggire all'estero, chi si è integrato nel sistema e oggi è addirittura magistrato. Ma gli scheletri del passato non esitano a riaffacciarsi sul presente quando le trame del destino chiamano al confronto. Il ricordo di un conflitto a fuoco, la morte violenta del capo del gruppo e un regolamento di conti sospetto. Chi fra loro ha veramente tradito?
13,00

Gente di strada. Notizie da Israele

di Linda Grant

editore: Alet Edizioni

pagine: 224

Ci sono molti modi di essere ebrei, ma quello degli inglesi è del tutto particolare. Gli ebrei inglesi sono prima di tutto inglesi, anche se la loro famiglia di origine viene da terre europee ostili... E ci sono molti modi di essere scrittori ma, anche in questo caso, quello degli inglesi è del tutto speciale. Lo scrittore inglese osserva e descrive, riesce a nascondere le sue emozioni dietro la lente dell'imperturbabiità. Entrambi i casi si applicano a Linda Grant: nata nel 1951 a Liverpool da una famiglia ebraico-polacca, dopo aver scritto una serie di libri di successo ed essere diventata giornalista del "Guardian", ha deciso di fare un viaggio in Israele. Non alla ricerca delle sue origini, non per svelare i meccanismi perversi di un conflitto politico senza apparente via d'uscita, ma per vedere la gente, da una parte e dall'altra. La sua scoperta, ovvero quella che ognuno di noi potrebbe fare, è che non c'è differenza, che i soldati, le donne, il dolore, il lutto, la vita sono gli stessi, da una parte e dall'altra della barricata. Un viaggio attraverso le sensibilità e i comportamenti, da cui emerge un quadro vivace che la Grant non vuole riordinare o ricomporre, ma solo raccontare senza pregiudizi e senza arroganza. Ma anche senza concessioni al proprio sesso e alla propria ideologia. È il libro di una donna ebrea, ma non si vede.
13,00

Cronache anarchiche. Dall'America e dai confini del mondo

di Denis Johnson

editore: Alet Edizioni

pagine: 264

Johnson, poeta allievo di Carver, romanziere, sceneggiatore, è fra i reporter più amati da quello stesso "New Yorker" che solletica il suo orgoglio annoverandolo fra i campioni della drug literature. È solo che gli piacciono i margini, e ancor più quello che sta al di là dei margini ("Reports from the Edges of America and Beyond" è il titolo originale di questo libro): una passione che da letterato lo porta a vivere le mille vite secondarie che cadono all'esterno del sogno americano, e da giornalista, sia pure sui generis, gli impone di cacciarsi in tutte le situazioni in cui i suoi amati dropout si associano per creare comunità, gerarchie di valori, visioni radicalmente alternative al mondo dei regolari.
19,00

La guerra di Emma. Una storia vera di amore e morte in Sudan

di Deborah Scroggins

editore: Alet Edizioni

pagine: 456

La passione per l'Africa porta la bellissima inglese Emma McCune a lasciare tutto e a dedicare la vita ai bambini del Sudan. Ma Emma non è una volontaria come gli altri, e fatalmente si innamora di un signore della guerra locale. È così che inizia la "guerra di Emma", il sanguinoso conflitto che lacererà dall'interno l'Esercito di liberazione che contende agli arabi il dominio sul paese. L'essersi immischiata nella vita politica del Sudan costerà a Emma la vita, in un incidente d'auto dalla dinamica che resta ancor oggi piena di mistero.
17,00

L'amore nuovo

di Forest Philippe

editore: Alet Edizioni

pagine: 160

Il contrario della morte, come dicevano i greci, non è la vita, ma l'amore: il protagonista, che ha perduto una figlia, ha un'
15,00

L'odore afrodisiaco del cloro

di Judy Budnitz

editore: Alet Edizioni

pagine: 288

Con una scrittura provocatoria, inquietante e derisoria, Judy Budnitz ci racconta l'America e gli americani: grassi, pigri, sempliciotti, e soprattutto indifferenti al resto del mondo. Una carrellata di personaggi del tutto improbabili, presidenti, infermiere, spose, ereditiere, venditori ambulanti: tutti raccontati con una prosa scarna e luccicante, degna del miglior Raymond Carver, attraverso battute fulminanti, colpi di scena e cambi di prospettive. Un ritratto umoristico e amaro dell'America, un racconto di storie marginali che racchiudono mondi e si aprono a svolte del tutto inattese e surreali.
15,00

Shocking life. Autobiografia di un'artista della moda

di Elsa Schiaparelli

editore: Alet Edizioni

pagine: 320

Ben più di una semplice stilista, Elsa Schiaparelli negli anni Trenta ha rivoluzionato il mondo della moda insieme alla sua rivale Coco Chanel. Una geniale anticonformista, la Schiaparelli (1890-1973), che in questo libro racconta la storia della sua vita: dalla giovinezza inquieta nella Roma sonnolenta di inizio secolo, all'incontro con la modernità rombante a New York fino alla Parigi degli anni '20 e '30 brulicante di bohémien. Amica di artisti come Duchamp, Man Ray, Dalì, collaborò con loro e si ispirò alle loro opere per realizzare capi incredibili e stravaganti, facendo di ogni vestito una tavolozza unica ed esplorando l'uso di nuovi tessuti e materiali. La prefazione è a cura di Natalia Aspesi.
17,00

Ali di sabbia

di Valerio Aiolli

editore: Alet Edizioni

pagine: 192

Libia, 1911. L'amore improvviso e la guerra in agguato nel deserto nordafricano luminoso e silenzioso, specchio primordiale della follia degli uomini. Anonimi o tristemente famosi, i personaggi di questo libro intrecciano le loro vite per recitare o ricordare la storia, che nel suo flusso accosta o divide i destini. Dagli eroici pionieri del volo al lancio della prima bomba da un aereo, dalla scomoda conquista italiana della Libia all'ultimo volo di Italo Balbo, esistenze individuali e collettive si fondono grazie a una scrittura asciutta ed evocativa per offrirci un raggio di luce su un recente passato, capace di illuminare anche aspetti del nostro presente.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.