Il tuo browser non supporta JavaScript!

Anicia (Roma): Teoria e storia dell'educazione

Felicità e scuola. Utopia o possibile realtà

di Franco Frabboni

editore: Anicia (Roma)

pagine: 160

Il saggio accende il semaforo rosso e verde per le strade dove transita il Sistema di istruzione. Il "rosso" documenta una sconfitta educativa: l'immagine di scolari "infelici" perché, prima di entrare in classe, sono costretti a lasciare lungo i corridoi i loro vissuti e le loro culture. Il "verde" testimonia un successo educativo: l'immagine di una Scuola che libera copiose cifre di Felicità alla sua utenza. Come? Dando ruote pedagogiche alla Personalizzazione degli itinerari formativi e ruote didattiche all'Individualizzazione dei percorsi di apprendimento.
19,50

Verso una scienza dell'educazione

di Marco Antonio D'Arcangeli

editore: Anicia (Roma)

pagine: 128

In un'ipotetica storia dell'idea di "scienza dell'educazione" nella cultura italiana del Novecento non sarebbe corretto trascu
18,50

Parole in libertà. Infanzia, gioco e linguaggi poetico-narrativi

di Chiara Lepri

editore: Anicia (Roma)

pagine: 232

Il volume approfondisce il tema del gioco linguistico e delle potenzialità ludico-creative della parola nella letteratura per l'infanzia: dalla presentazione diacronica di materiale letterario e poetico significativo, alla riflessione critica sugli esiti fecondi della creatività linguistica volta alla formazione del giovane lettore. Il focus della ricerca si incentra su alcuni autori, in particolare Carroll di "Alice" e Swift di "Gulliver", ma anche su specifici filoni letterari (il nonsense anglosassone, i mondi rovesciati ed utopici di impronta popolare) e la più recente ed innovativa produzione a partire dagli anni Sessanta in Italia. Specificatamente l'apporto di Rodari, in questa direzione, si fa "stemma" di una rinnovata espressione letteraria rivolta all'infanzia. Il suo contributo poetico e pedagogico per certi aspetti si accomuna all'esperienza creativa di Alfonso Gatto e di Toti Scialoja, di Roberto Piumini e Bianca Pitzorno, tra gli altri. La ricerca, rivolta agli studiosi di letteratura per l'infanzia, ai docenti e agli operatori nell'ambito della formazione, si propone di evidenziare il valore di una narrativa "aperta al possibile", che scardina gli schemi codificati.
21,00

Lo sguardo del pubblico

editore: Anicia (Roma)

pagine: 112

Questo libro nasce da un'idea di Maria Mercede Ligozzi, che ha creato e diretto, dal 2006 al 2014, l'Osservatorio permanente sui visitatori della Galleria Nazionale d'Arte Moderna (GNAM) di Roma. Per indagare la complessità di quel fenomeno sociale in continua trasformazione che è la fruizione museale, è stato proposto a due fotografi, Mario Ceppi e Pasquale Comegna, di osservare i visitatori della GNAM attraverso i loro scatti. Lo sguardo sul pubblico e del pubblico, che questo libro propone, è dunque quello mediato dall'obiettivo fotografico. Le immagini proposte costituiscono un'interessante e originale documentazione del comportamento di un visitatore inconsapevole di essere ritratto durante il percorso che lo conduce, da solo, con amici o in gruppo ad osservare, ammirare e interagire con le opere esposte. Il libro raccoglie anche le analisi di alcuni studiosi che, da prospettive diverse, forniscono una lettura delle immagini fotografiche focalizzando l'attenzione su vari temi (estetico, educativo, psicologico ecc.) inerenti la relazione con l'opera d'arte.
18,50

La scuola della Repubblica. Un ideale non realizzato

di Alberto Alberti

editore: Anicia (Roma)

pagine: 366

Due contrapposte tendenze caratterizzano la storia della nostra scuola. Una considera lo studio e la cultura in genere un bene esclusivo, riservato a una più o meno larga schiera di donne e di uomini nati nelle famiglie "giuste", ricche di mezzi materiali e intellettuali. È l'ideale monarchico che, con i suoi meccanismi dinastici, mira a trasmettere di padre in figlio il privilegio del sapere formalizzato. L'altra, di spirito repubblicano, ha della cultura una concezione più democratica e inclusiva, che coinvolge la popolazione nella sua totalità, e perciò cerca di promuovere in tutti, nessuno escluso, la migliore e più alta formazione possibile. Tra queste due tendenze si svolge drammaticamente il succedersi di eventi sociali, movimenti, leggi, riforme e controriforme che costituiscono il filo del nostro discorso.
28,00

Abbecedario del sistema educativo di istruzione e di formazione

di Beniamino Brocca

editore: Anicia (Roma)

pagine: 240

Le nozioni prime, elementari e indispensabili sul sistema educativo italiano sono raccolte e disposte nel presente saggio per consentire, sia ai giovani studenti sia al personale docente, di conoscere e comprendere l'organizzazione, ordinamentale e curricolare dell'istruzione e della formazione. L'argomento, di grande attualità, è articolato in sei capitoli, caratterizzati da sei voci: le focalizzazioni, i contesti, le sincronie, le retrospettive, gli orizzonti, i fondamenti. Muovendo da ognuna di esse viene fornito un punto di vista complessivo sull'impianto passato, presente e futuro dell'istituzione scolastica. Il libro invita a ragionare, senza pregiudizi, sulle parole chiave, sugli scenari contemporanei, sulle scuole sofferenti, sullo sviluppo storico, sulle visioni prospettiche, sulle riforme serie. La scelta del titolo, Abbecedario, vuole essere un omaggio a tutti coloro che ritengono - come C. Collodi - un libro, "il più e il meglio" degli strumenti di informazione e di supporto all'insegnamento-apprendimento.
22,00

L'insegnamento nella dimensione europea

editore: Anicia (Roma)

pagine: 216

21,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.