Il tuo browser non supporta JavaScript!

Cineteca di bologna: Il cinema ritrovato

Pupi Avati. Sogni incubi visioni

di Andrea Maioli

editore: Cineteca di bologna

20,00

Polidor e Polidor

di Marco Giusti

editore: Cineteca di bologna

pagine: 292

Polidor è il nome che scelse per le sue comiche Ferdinand Guillaume (1887-1977), uno dei più celebri comici del cinema muto, g
20,00

Dive! Lyda Borelli, Francesca Bertini. Ediz. italiana e inglese

editore: Cineteca di bologna

pagine: 87

Quattro capolavori del cinema muto italiano per scoprire il fascino del diva-film
29,90

The gold rush-La febbre dell'oro. 2 DVD

di Charlie Chaplin

editore: Cineteca di bologna

Il vagabondo, diventato cercatore solitario, s'avventura nell'Alaska della corsa all'oro
18,00
19,90

Cinico Tv

editore: Cineteca di bologna

pagine: 94

Cinico Tv, ultimo atto. Gli anni del cinema, dello scandalo e dell'entusiasmo critico, di "Totò che visse due volte" e "Il ritorno di Cagliostro", di "Enzo, domani a Palermo!" e di "Arruso". Gli anni del ritorno in televisione con le venti puntate di "I migliori nani della nostra vita" e poi con "Ai confini della pietà", canto del cigno della televisione ciprìemareschiana. In tre Dvd (ricchissimi di materiali cult e materiali inediti) e in un libro, il punto definitivo sulla poetica di Ciprì e Maresco, il loro sguardo metafisico che sfida un'Italia sempre più umiliata e connivente e trafigge il cuore della condizione umana. Nel 2007 Ciprì e Maresco si separano e prendono strade diverse. Cinico Tv è ormai Cinico Mai Più.
20,90

Grand Tour italiano. 61 film dei primi anni del '900. 2 DVD. Con libro. Ediz. italiana e inglese

editore: Cineteca di bologna

pagine: 83

Volete vedere la bellezza? Oltre un secolo fa, frotte di cineoperatori italiani e non attraversano l'Italia in lungo e in larg
19,90

Il cinema breve. Da Walt Disney a David Bowie. Dizionario del cortometraggio (1928-2015)

di Sergio Arecco

editore: Cineteca di bologna

pagine: 493

Oltre duecento corto e mediometraggi esemplari, selezionati e analizzati dalla perizia critica di Sergio Arecco, compongono nelle pagine di questo libro un'autentica storia parallela del cinema. Una storia che parte dalle origini del sonoro e senza soluzione di continuità arriva fino a noi, una corrente continua di multiformi invenzioni che ci conduce dallo Steamboat Willie di Walt Disney al Blackstar di David Bowie. Film d'avanguardia, film narrativo, film d'animazione, autobiografia, provocazione intellettuale, opera prima e pezzo unico, esordio ed epitaffio, contaminazione estrema e cinema puro. Concentrazione, divagazione, episodio, appunto, colpo d'occhio. Truffaut e Warhol, Antonioni e Park Chan-wook, D.A. Pennebaker e Björk, Shirley Clarke e Dino Risi, Buñuel e Tex Avery, Pasolini e Justin Lin, Mishima e Scorsese, Beckett e Monicelli, Lynch e Miyazaki. Certo, il cinema breve vive spesso di vita segreta. Compaiono nel repertorio anche nomi poco frequentati, titoli misteriosi, e sta forse qui il più forte richiamo di questo dizionario: nel suo proporsi come miniera di scoperte, di film così ben raccontati che avremo voglia di cercarli e di vederli, e che entreranno a far parte del nostro bagaglio cinefilo, della nostra storia personale.
20,00

Il cinema, probabilmente. 2 DVD. Con libro

di Bertolucci Giuseppe

editore: Cineteca di bologna

pagine: 48

22,00

L'isola che non c'è. Viaggi nel cinema italiano che non vedremo mai

di Brunetta G. Piero

editore: Cineteca di bologna

pagine: 354

I Sei personaggi che Pirandello cerca invano di portare sullo schermo come ultimo atto d'amore per Marta Abba, il sequel manzo
18,00

Tempi moderni. DVD

di Charlie Chaplin

editore: Cineteca di bologna

pagine: 67

"Tempi moderni" è uno dei vertici dell'arte di Chaplin e sintesi perfetta del suo umanesimo. A più di ottant'anni dalla sua uscita, un film insuperabile per felicità delle invenzioni comiche, rigore stilistico e profondità del pensiero sociale. È l'ultima apparizione di Chaplin nelle vesti del Vagabondo: Charlot che avvita bulloni in accelerazione convulsa, Charlot a cavalcioni di giganteschi ingranaggi, alienato, disoccupato, sfruttato, anche innamorato e infine sulla strada verso un futuro incerto, ma non più solitario. Un film (quasi) muto girato in epoca pienamente sonora, con uso magistrale degli effetti e delle musiche; un grande film sulla dannazione della modernità, sul fascino ambiguo della meccanizzazione, sullo sfruttamento sociale alla base dell'etica capitalista. Uscì nel 1936 ricevendo accoglienza controversa: trionfo in Francia e Inghilterra, freddezza negli Stati Uniti, censura per comunismo nella Germania nazista. Negli anni, il favore del pubblico di tutto il mondo e la fama critica ne hanno fatto uno dei film-faro della storia del cinema. Nuovo restauro a cura della Cineteca di Bologna in collaborazione con Criterion Collection. Con doppia traccia audio: la colonna sonora originale del 1935 e l'esecuzione dell'Orchestra NDR Radiophilharmonie Hannover diretta da Timothy Brock in co-produzione con CPO (2006).
18,00

Simenon al cinema

La verità su Bebè Donge. DVD. Con libro. Vol. 1

di Decoin Henri

editore: Cineteca di bologna

Tratto dal romanzo omonimo e realizzato da Henri Decoin nel 1952, viene presentato qui nell'edizione integrale che recupera gl
14,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.