Il tuo browser non supporta JavaScript!

Clinamen: BIBLIOTECA CLINAMEN

A zonzo per la Germania e per l'Italia

di Mary Shelley

editore: Clinamen

pagine: 209

Domenica, 12 giugno 1842: una signora di mezz'età, la cameriera, il figlio e un compagno di studi s'imbarcano a Londra sul Wil
27,90

Testimoni della nostra iniquità. La Chiesa e gli ebrei

di Augusto Sartorelli

editore: Clinamen

pagine: 494

Della Shoah, dello sterminio del popolo ebraico, esiste una memoria che tende a confinarla temporalmente nel Novecento, e spaz
42,90

Immersioni

di Riccardo Emmolo

editore: Clinamen

pagine: 92

Strano genere di scrittura è quello che fonde letteratura e filosofia, narrazione e poesia, notazioni diaristiche e aforistiche, analisi testuale ed elaborazione di sapere! Tale è l'impressione immediata che fornisce la lettura di "Immersioni" e che segna il personalissimo percorso di Riccardo Emmolo, la sua capacità di "immergere" il lettore nel profondo delle questioni che animano il nostro tempo: Dio e il Nulla, la memoria e l'oblio, l'unità, la pluralità e l'inafferrabilità dell'Io. Il discorso dell'autore viene svolgendosi come un vero e proprio racconto, sempre più incalzante e avvincente, in cui la grande lezione dei narratori siciliani dell'Ottocento e del Novecento si sposa con quelle di Gadda e di Pavese, di Borges e di Henry Miller, in un flusso continuo che apre ad una sorta di universo letterario parallelo. Una scrittura che trascina verso ciò che la letteratura non può dire ...
14,50

Polemos. Filosofia e sociologia della guerra

di Aldo Zanca

editore: Clinamen

pagine: 244

L'autore sostiene che è necessario liberarsi dall'opinione di senso comune secondo cui la guerra sarebbe un'anomalia, una deviazione dal retto cammino dell'umanità, l'emergere di una irrazionalità anti-progressiva, lo scatenamento di pulsioni arcaiche e così via. In quanto rappresentazione del permanente conflitto storico-sociale, la guerra diventa, allora, un principio metodologico di analisi della società. Nella filigrana della pace si possono scorgere tutti i segni di una guerra che non è mai finita. Per discriminare la condizione di guerra da quella di pace risulta inservibile il criterio grossolano della presenza di scontri armati. Il confine tra la guerra e la pace appare labile e quasi evanescente, e la guerra risulta come una condizione ordinaria della vita umana.
24,00

Italo Calvino

Una trascendenza mancata

di Centofanti Fabrizio

editore: Clinamen

pagine: 86

14,50

A nord del futuro

Scritture intorno a Paul Celan

di Ajazzi Mancini Mario

editore: Clinamen

pagine: 124

14,80
15,40

Scritti di critica e storia

Stendhal e Balzac

di Taine Hippolyte

editore: Clinamen

pagine: 96

14,90

Il sacro, l'osceno, il diverso

Scritture della devianza nel Novecento europeo

di Nuti Marco

editore: Clinamen

pagine: 149

15,60

Forme dell'invisibile

Esperienze del sacro

di Lenzi Marco M.

editore: Clinamen

pagine: 111

13,60

A zonzo per la Germania e per l'Italia

di Mary Shelley

editore: Clinamen

pagine: 226

23,70

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.