Il tuo browser non supporta JavaScript!

Cortina raffaello: Saggi

Strade che divergono

Ebraicità e critica del sionismo

di Butler Judith

editore: Cortina raffaello

Sono due in uno,/come le ali di rondine/e se la primavera tarda / m'appago d'annunciarla
26,50

Per colpa di chi

Mente, responsabilità e diritto

di Santoni De Sio Filippo

editore: Cortina raffaello

pagine: 80

22,00

L'automatismo psicologico

Saggio di psicologia sperimentale sulle forme inferiori dell'attività umana

di Janet Pierre

editore: Cortina raffaello

L'opera presentata qui in edizione critica è la prima versione italiana integrale di un classico della letteratura psicodinami
37,00
39,00

Percorsi di felicità

Mitologia e trasformazione personale

di Campbell Joseph

editore: Cortina raffaello

Secondo Joseph Campbell, la funzione principale del mito è aiutare ogni individuo nel viaggio della vita, fornendogli una sort
21,00

La carta del senso

Psicologia del profondo e vita filosofica

di Màdera Romano

editore: Cortina raffaello

La nostra è un'epoca di grande disorientamento: un affannato stordimento si accompagna a decisioni sempre revocabili e confuse
29,00

Hannah Arendt. Un ritratto controcorrente

di M. Luise Knott

editore: Cortina raffaello

pagine: 120

La recente letteratura su Hannah Arendt, soprattutto in Germania, ha dischiuso nuovi spazi di ricerca, meno accademici rispett
15,00

Giochi sociologici

Conflitto, cultura, immaginazione

editore: Cortina raffaello

pagine: 161

Il gioco è inscritto nella natura stessa delle relazioni umane e accompagna l'avventura del sociale dall'esperienza infantile
16,00

Ragione e retorica nella filosofia di Hobbes

di Quentin Skinner

editore: Cortina raffaello

pagine: 590

Questo lavoro di Quentin Skinner è una lettura innovativa della filosofia politica hobbesiana. Ricostruendo la cultura umanistica inglese dell'età dei Tudor e il suo recupero della retorica classica, Skinner prende in esame la prima formazione intellettuale di Hobbes. Mette in luce, poi, come Hobbes si sia ribellato alla propria educazione umanistica e, negli "Elements" e nel "De cive", abbia cercato di fondare una scienza della politica, sul modello della geometria euclidea. Nel "Leviathan", invece, si mostra un cambio di rotta e Hobbes fa largo uso di strategie retoriche nell'elaborazione della sua filosofia politica. Secondo Skinner, in quelle pagine Hobbes combina opportunamente ragione ed "eloquenza", fornendoci un testo che non può essere compreso se non si è consapevoli della sua dimensione retorica. Nel suo insieme, "Ragione e retorica nella filosofia di Hobbes" mette in rilievo due concezioni contrapposte della natura dell'argomentazione morale e politica: il modello deduttivo, "geometrico", che Hobbes fa proprio in un primo tempo e che è stato da allora largamente dominante, e l'opposto modello umanistico e retorico, con il suo accento sul dialogo e sulla negoziazione, che Skinner qui sollecita a riprendere in considerazione. Una nuova prefazione, scritta dall'autore per l'edizione italiana, approfondisce alcuni nodi interpretativi e concettuali toccati nel testo.
39,00

La via. Per l'avvenire dell'umanità

di Edgar Morin

editore: Cortina raffaello

pagine: 321

Il vascello spaziale Terra continua a tutta velocità la sua corsa in un processo a tre facce: mondializzazione, occidentalizzazione, sviluppo. Tutto è interdipendente, ma tutto è allo stesso tempo separato. L'unificazione tecnoeconomica del globo si accompagna a conflitti etnici, religiosi, politici, a convulsioni economiche, alla degradazione della biosfera, alla crisi delle civiltà tradizionali ma anche alla crisi della modernità. Dove ci porta la via seguita? Verso un progresso ininterrotto? Non possiamo più crederlo. Alla diminuzione della povertà attraverso un aumento del benessere materiale corrisponde anche un enorme aumento di miseria. Andiamo verso una serie di catastrofi a catena? È quel che sembra probabile se non riusciamo a cambiare strada. Edgar Morin pone qui la sfida di una "via" di salvezza che potrebbe delinearsi dal congiungersi di una miriade di vie riformatrici: riforma del pensiero, dell'educazione, della famiglia, del lavoro, dell'alimentazione, del modo di consumare.. . Come scrive Mauro Ceruti nella Prefazione, "Morin propone di sostituire alla via di sviluppo che produce sottosviluppo la via di una politica di civiltà, che abbia come missione quella di solidarizzare il pianeta, nella prospettiva di un nuovo umanesimo".Una metamorfosi ancora più stupefacente di quella che ha segnato il passaggio dalle società arcaiche di cacciatori-raccoglitori alle società storiche.
26,00

La percezione riflessa. Estetica e filosofia della mente

di Fabrizio Desideri

editore: Cortina raffaello

pagine: 251

Qual è il significato dell'estetica nella nostra vita di cittadini di un mondo globalizzato e ipertecnologico? In che misura preferenze estetiche e giudizi sono dettati da emozioni e sentimenti? Quale immagine della mente umana ci restituisce una rinnovata analisi filosofica dei fatti estetici? Misurandosi con il dibattito filosofico contemporaneo e con la ricerca nell'ambito delle neuroscienze e della psicobiologia, Fabrizio Desideri critica sia il modello ipercognitivista sia il modello emozionalista. Negli atteggiamenti estetici si accordano piuttosto, sin dalla primissima infanzia, le risonanze emotive e gli aspetti cognitivi della nostra vita percettiva. In particolare, la dimensione estetica dell'esperienza emerge nel paesaggio umano come conseguenza del fenomeno dell'attenzione. Categorie e giudizi estetici si formano mediante la capacità attenzionale di cogliere tratti significativi ed espressivi di un volto, di un oggetto, di una scena: quella stessa capacità direttamente connessa con la nostra natura di animali simbolici. Da un'appassionata indagine al confine tra estetica e filosofia della mente nasce una proposta di ridefinizione dell'identità umana.
23,00

Estetica razionale

di Maurizio Ferraris

editore: Cortina raffaello

pagine: 673

Punto di svolta nel dibattito sull'estetica, l'opera di Maurizio Ferraris, ora presentata in una nuova edizione, rilegge l'intera cultura occidentale, costruendo una cattedrale potente nell'impianto e sorprendente nei dettagli. Se oggi l'estetica è nuovamente concepita non solo come filosofia dell'arte ma anche come filosofia della sensibilità, appunto dell'aisthesis, ciò si deve in misura rilevante a questo libro, nel quale sono poste le premesse per l'ontologia sociale che Ferraris è andato sviluppando nell'ultimo decennio, passando per la fenomenologia, l'ermeneutica, nolologia (la "scienza delle tracce"). Al di là dell'impianto teorico, "Estetica razionale" è una lettura appassionante non solo per i filosofi ma, in generale, anche per studiosi e intellettuali di formazione e cultura diverse. È un'esperienza di pensiero che questa edizione, arricchita da un'ampia Postfazione, rende di nuovo accessibile.
39,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento