Il tuo browser non supporta JavaScript!

ADV Advertising Company

Itinerario di un eretico. Dialogo con Paolo Flores d'Arcais

editore: ADV Advertising Company

pagine: 81

In due lunghi monologhi a Roma e a Sabaudia Paolo Flores d'Arcais racconta la storia della sua militanza. Da questa breve, personalissima rievocazione di un quarantennio di attivismo ci rendiamo conto che i peggiori moralisti siamo forse noi che sentenziamo di realismo proprio grazie a chi - prima e con Flores d'Arcais - ci ha permesso di farlo. In nome della libertà e della giustizia che lo rendono possibile, in nome dell'eresia di non acclimatarsi che l'Italia interpreta come anacronistica ma servendosene, ogni volta che mira a un rinnovamento morale, ignara che la questione morale" è a priori o non è.
10,00

I Fantastimici e la marmellata arrosto

di Laura Magni

editore: ADV Advertising Company

pagine: 52

I gatti del coro si trovarono così bene con noi che chiesero di rimanere per tutta l'estate
13,00

I fantastimici e l'avventura della luna piena. I Fantastimici

di Laura Magni

editore: ADV Advertising Company

pagine: 42

I Fantastimici non finivano di stupirmi
13,00

I Fantastimici e la tempesta sul fiume. I Fantastimici

di Laura Magni

editore: ADV Advertising Company

pagine: 46

Li chiamano Spaparanzi perché se ne stanno spaparanzati tutto il giorno a non fare niente
13,00

Pierino Porcospino e l'analista selvaggio. Le conferenze di Georg Groddeck sulle filastrocche di Heinrich Hoffmann

editore: ADV Advertising Company

pagine: 208

Conosciuto al vasto pubblico come autore del "Libro dell'Es", Georg Groddeck (Bad Kósen 1866-Zurigo 1934) viene al più ricorda
22,00

Rosso Avana

di Morelli Gianni

editore: ADV Advertising Company

pagine: 377

All'Habana Hilton, grande hotel fresco di inaugurazione, negli ultimi giorni del 1958 un drammatico incidente costringe la cam
15,00

Il divano orientale

di Dzevad Karahasan

editore: ADV Advertising Company

pagine: 346

Attraverso una scrittura che adotta cadenze e modalità del racconto moralista della letteratura araba delle origini - si tratta qui di plot e vicende traslati nell'età dei califfati Abbasidi (VIII-XIII sec.) - Karahasan ci parla del potere. Sono racconti di complotti, crimini, cadaveri impiccati e galleggianti, corpi che esplodono, decessi inspiegabili. Sulla scena del crimine è all'opera l'emiro della guardia - il superpoliziotto - Gazvan ibn Validi Mudligi. Luogo del tormento e del possesso dei corpi e delle menti da parte del potere è la fortezza, dominio e regno a gironi infernali di Gazvan. Brulicano in queste pagine corpi amputati sui tavoli della morgue, congiure, intrighi, casuali punizioni, lotte di potere, assassini per procura e tutto opprime e sovrasta un'ampia platea di miserabili, poveri, straccioni, facchini, pescatori, venditori al minuto, gente del bazar. Introduce il libro e il mondo di Gazvan, Yadab (il racconto-parabola) del 'destino del topo'; chiude il libro Yadab del 'destino di Behram', il massaggiatore che sogna l'età dell'oro.
12,00

Il diario di Carnojevic

di Milos Crnjanski

editore: ADV Advertising Company

pagine: 118

"Il Diario di Carnojevic" è un libro febbrile, rapito, scritto sui ricordi d'infanzia nella provincia danubiana vojvodinese e il presente di morte esperita nella guerra. Né si può scegliere tra le due fascinazioni. Entrambe le narrazioni sovrapposte così energiche, così piene. Da una parte l'irruzione in scena delle anonime comparse di un mondo contadino remoto e delle sue gerarchie sociali e religiose, dall'altra la serialità dei soldati, la numerazione della loro scomparsa, l'anonimato funebre delle loro divise. Milos Crnjanski apre qui il laboratorio della sua originale scrittura: tra autoctonia balcanica e rapporto con l'avanguardia europea, tra forza della rappresentazione di realtà e simbolismi. Troverà infatti il lettore qui anche le tracce di quel manifesto "sumatraista" che Crnjanski scrive - rifiuto della Storia e profezia di un mondo naturale incontaminato e altro.
10,00

Novi Sad

I giorni freddi

editore: ADV Advertising Company

pagine: 160

12,00

Sarajevo. Il libro dell'assedio

editore: ADV Advertising Company

15,00

Un cameriere perfetto

di Alain Claude Sulzer

editore: ADV Advertising Company

pagine: 165

Monsieur Erneste è il più affidabile dei camerieri, l'osservatore più attento, l'ombra più sollecita e impenetrabile. La sua vita senza eventi è un mistero di chiarezza: le buone maniere e la courtoisie sono a tal punto radicate in lui, che i giorni si mostrano privi di desideri o dubbi. Sa di appartenere a una specie in via d'estinzione, sa bene di essere un cameriere perfetto. L'arrivo di una lettera dall'America increspa questa immagine di compiutezza: dopo trent'anni la voce di Jakob esce dal suo passato, risuona dalle stanze del Grand Hotel di Giessbach, in Svizzera, dove a lungo aveva prestato servizio. Il volto dell'uomo che ha amato, e insieme a esso i ricordi, ritornano con l'albergo frequentato dalla grande società europea in fuga dal nazismo e dal conflitto che incombe. In questo interregno magico, prima che la guerra mondiale suoni la diana della distruzione, farà la sua comparsa Julius Klinger, scrittore già famoso che lega a sé il giovane e spregiudicato Jakob, strappandolo così a Erneste. La lettera, nella quale viaggia la richiesta di un doloroso favore, scoprirà un quadro di violenza amorosa, sullo sfondo della morale borghese che annienta le libertà e che fa di Jakob l'amante temerario e perduto.
15,00

La Bàsa sal Dulsa. Poesie 1970-2010

di Giampietro Tenca

editore: ADV Advertising Company

pagine: 141

Scrive qui un poeta, in una 'lengua' della Bassa Lombardia che affonda nei gutturali e nei soffiati, nei sonori e nella comunicazione delle genti di piccoli paesi, già rurali, in ultime terre cremonesi. Spazio d'azione del libro è una provincia di cascine abbandonate, di migrazioni e di piccole storie, un panorama in cui si spendono i resti di un mondo contadino in liquidazione. Si accendono tuttavia ancora giorni, albe e tramonti, le stagioni che mutano su un popolo minuto, un presepe di volti, di idiomi, di vite raccontate in versi, che hanno per teatro un piccolo borgo cremonese di duecento anime, Motta San Fermo, nel più vasto territorio del comune di Casalmaggiore. Luoghi questi dell'origine e dello scambio, dei corteggiamenti e degli amori, delle scomparse e della progenie, dei sommersi e dei salvati di queste pagine di poesia.
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.