Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Exòrma

La strage dei congiuntivi

di Massimo Roscia

editore: Exòrma

pagine: 321

Chi ha ucciso l'assessore alla cultura? Ma, soprattutto, chi salverà la grammatica? Cinque bizzarri personaggi, abilmente descritti, si uniscono per mettere in atto un grande disegno criminoso a difesa estrema di una lingua quotidianamente vilipesa, deturpata e ferita a morte. I congiuntivi vengono invertiti con i condizionali, i verbi intransitivi goffamente resi transitivi, i gerundi sfregiati, i sinonimi ignorati, i troncamenti confusi con le elisioni, i vocabolari abbandonati nelle cantine ammuffite. Reggenze errate, fastidiose sovrapproduzioni di avverbi, insopportabili diminutivi iperbolici. Espressioni trite e banali, frasi mangiucchiate, difettose, frammentate, incoerenti, prive di punteggiatura... I più si mostrano indifferenti al progressivo diffondersi della non-lingua; altri si indignano, limitandosi a contrarre le labbra in segno di disgusto; altri ancora - Dionisio e i suoi sodali, un analista sensoriale, un bibliotecario, un dattiloscopista della polizia e un professore di letteratura sospeso dall'insegnamento a tempo indeterminato - decidono di reagire, combattere, attuare il loro salvifico piano, costi quel che costi.
15,50

Kabul dreamland Hotel

di Gabriele Maniccia

editore: Exòrma

pagine: 192

11,90

Dimagrire con la psichiatria

di Giorgio Villa

editore: Exòrma

pagine: 252

Se stai cercando una nuova dieta questo libro non fa per te. Dimagrire con la psichiatria non è un manuale. È il racconto degli interventi d'urgenza a domicilio, gli interventi del 118. Giorgio Villa, medico psichiatra, restituisce in forma narrativa una serie di storie straordinarie o semplicemente buffe, ma soprattutto descrive con acume alcuni casi di crisi individuale e i contesti collettivi in cui questa si scatena. Sin dall'introduzione vi accorgerete che l'autore, nato a Lecco e cresciuto a "pane e Manzoni", ha un'innata predilezione per l'abuso di ironia e, da buon lombardo, da una vita trasferitosi a Roma come Gadda, ha il gusto per il grottesco.
14,50

Ferribbotte e mefistofele. Storia esemplare di Tiberio Murgia

di Nicola Fano

editore: Exòrma

pagine: 144

Sardo d'origine, siciliano per fama, romano d'adozione: Tiberio Murgia è stato tutto questo e molto, molto altro ancora. Giovane dirigente comunista nell'Italia del Dopoguerra, sciupafemmine impenitente, minatore a Marcinelle, lavapiatti e infine, dall'incontro con Monicelli, attore di clamoroso successo nella Roma della dolce vita. Soprattutto, però, quella di Tiberio Murgia è una storia esemplare dell'Italia del Novecento. Va a scavare la più inquietante e affascinante contraddizione del teatro, quella tra uomo e maschera. Nell'impazzimento dell'identità nazionale, nel periodo illusorio del boom economico, è la storia di un uomo che nega la sua identità e ne accetta un'altra; un racconto fugace di come erano gli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta nel nostro Paese.
14,00

Piccolo taccuino olandese

di Gabriele Merolli

editore: Exòrma

pagine: 128

Le architetture, l'urbe e il suburbio nello sguardo di un italiano in Olanda.
8,00

Statale 17. Storie minime transumanti

di Barbara Summa

editore: Exòrma

pagine: 144

"La Statale 17 corre in Abruzzo tra la conca aquilana e il piano di Navelli. Ricalca un antico tratturo e rivela una storia stratificata e complessa. Questo è un libro di storie e rivelazioni. Da noi si dice che la robba de campagna è di Dio e di chi se la magna. La casa di Ofena è di chi ci ha vissuto. Il terremoto è di chi lo ha subìto. Le storie sono di chi me le ha regalate e mie che le ho prese, e vostre, se le volete conoscere".
14,50
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.