Il tuo browser non supporta JavaScript!

Johan & levi

Ugo Mulas

Vitalità del negativo

 

editore: Johan & levi

pagine: 205

Dal progetto di libro fotografico ideato da Ugo Mulas in occasione della mostra "Vitalità del negativo nell'arte italiana 1960
55,00

Pino Pascali

Il libero gioco della scultura

di Tonelli Marco

editore: Johan & levi

pagine: 144

Pino Pascali ha attraversato la storia dell'arte italiana come una folgorante meteora
23,00

Georgia O'Keeffe. Pioniera della pittura americana

di Hunter Drohojowska-Philp

editore: Johan & levi

pagine: 541

Georgia O'Keeffe (Sun Prairie, 1887- Santa Fe, 1986) è una delle artiste statunitensi più innovative degli anni in cui la pittura si affranca dal realismo. Pioniera di un'arte nonoggettiva che miscela chiarezza di visione e urgenza emotiva, sviluppa un punto di vista personale sull'astrattismo ed elabora un metodo compositivo che trova la più fortunata espressione in quei celebri ritratti di fiori dall'intensa carica sensuale. Il libro intreccia cammino personale e artistico, e accanto alle vicende della protagonista si accalcano personaggi del calibro di Steichen, Strand, Demuth, Dove, Marin, Hartley: uno spezzone altamente rappresentativo dell'espressione artistica del secolo breve d'oltreoceano. Avversa alle etichette, ha un rapporto travagliato con la critica maschile: quando la elogiano per lo sfrontato cromatismo, risponde con tonalità sommesse; se invece le ampie volute vengono lette in chiave sessualmente allusiva, replica abbandonando i soggetti più carichi di sentimentalismo per tornare a un repertorio realistico, magari "saccheggiato" ai colleghi maschi.
33,00

La Scuola di Dusseldorf

Fotografia contemporanea tedesca

di Gronert Stefan

editore: Johan & levi

pagine: 320

Negli ultimi decenni la fotografia è assurta a simbolo internazionale della produzione artistica di Düsseldorf: la consolidata
68,00

Petala Aurea

Lamine di ambito bizantino e longobardo della collezione Rovati

 

editore: Johan & levi

pagine: 239

Il volume è il Catalogo della mostra di Monza (Cappella della Villa Reale, 15 dicembre 2010 - 16 gennaio 2011)
25,00

Leo & C

Storia di Leo Castelli

di Cohen-solal Annie

editore: Johan & levi

33,00

Laboratorio Italia

La fotografia nell'arte contemporanea­Photography in contemporary art

 

editore: Johan & levi

pagine: 207

L'emergere negli anni sessanta di una "linea analitica" ha prodotto nel dibattito artistico un cambiamento significativo del r
38,00

Marcel Duchamp

La vita a credito

di Marcade` Bernard

editore: Johan & levi

pagine: 602

Dalla sua scomparsa nel 1968, l'influenza di Marcel Duchamp, "l'uomo più intelligente del xx secolo" nelle parole di André Bre
32,00

Edward Hopper. Biografia intima

di Gail Levin

editore: Johan & levi

pagine: 764

Figure solitarie assorte in drammi silenziosi
35,00

Imaginary economics

Quando l'arte sfida il capitalismo

di Velthuis Olav

editore: Johan & levi

pagine: 142

Un artista britannico mette in vendita su eBay tutti i propri averi; un collega olandese analizza attraverso le proprie inizia
19,00

Arte contemporanea: costo o investimento? Una prospettiva europea

editore: Johan & levi

pagine: 188

Negli ultimi decenni l'arte contemporanea si è fatta largo in numerosi universi produttivi e sono fiorite in Europa le imprese arty sul modello di quelle "etiche". L'industriale Akzo Nobel (Paesi Bassi) ha creato una fondazione che accoglie artisti in residenza; la banca Neuflize OBC (Francia) e il gruppo Lhoist (Belgio), produttore mondiale di calce, commissionano opere a fotografi contemporanei; il gruppo TESECO (Italia), specializzato nel trattamento ecologico dei detriti, ha istituito un "laboratorio per l'arte contemporanea"; il Deutsche Guggenheim, a Berlino, è nato grazie a una joint'-venture fra Deutsche Bank e fondazione Guggenheim. Tuttavia l'interesse per l'arte non tocca solo i grandi gruppi ma anche le piccole e medie imprese, e raramente si tratta di sponsorizzazioni spot volte a un mero ritorno di immagine. Il modello europeo - contrariamente a quello americano più orientato al consumo - sembra riconoscere all'arte il valore di investimento il cui profitto va ricercato nel contributo allo sviluppo del senso di responsabilità collettiva in materia di ambiente sociale e affermazione delle identità culturali. Un'alleanza, questa, che torna a sua volta a vantaggio dell'arte, specie dell'arte d'oggi. Ne sono convinti Lisbonne e Zürcher che, partendo dal modello francese ma lavorando su scala europea, hanno individuato, paese per paese, strategie e metodi imprenditoriali convincenti a sostegno di progetti, di commissioni di opere d'arte, di collezioni e fondazioni d'impresa.
19,00

Museo Spa. La globalizzazione della cultura

di Paul Werner

editore: Johan & levi

pagine: 78

Museo S.p.A. non è un libretto sul Guggenheim Museum, e nemmeno sui musei in generale. È un pamphlet che svela i meccanismi perversi dell'arte attraverso la parabola di un museo trasformato in multinazionale. Il museo in questione era il Guggenheim di New York, il suo diabolico ideatore un uomo di nome Tom Krens. La formula era semplice, assolutamente in linea con i tempi: l'arte era una merce come tutte le altre. E come tutte le merci, andava impiegata a scopo di lucro. La bolla speculativa aveva di nuovo colpito nel segno: il binomio arte-business era stato sdoganato, e il Guggenheim iniziò ad aprire filiali in tutto il mondo. Ma l'arte può essere trattata come un Big Mac o una scatola di Corn Flakes? Quali sono le conseguenze di questo assurdo disegno dopo lo scoppio della crisi economica mondiale? Paul Werner ha lavorato per nove anni al Guggenheim Museum di New York e ha vissuto dall'interno questo cambiamento epocale. Da esperto di arte contemporanea è passato improvvisamente a tuttologo, costretto a spaziare dall'arte cinese agli abiti Armani dall'arte africana alle motociclette e perfino alla vaselina
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento