Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Shake

Alice è il diavolo. Storia di una radio sovversiva

editore: Shake

pagine: 216

La vera storia della "radio libera" che cambiò il volto della comunicazione via etere, non solo in Italia
17,00

Musica. Una storia sovversiva

di Ted Gioia

editore: Shake

pagine: 436

Non c'è storia ufficiale della musica che non cancelli regolarmente dalle proprie cronache ogni traccia di outsider e ribelli:
23,00

La Chiesa confessante sotto il nazismo. 1933-1936

di Sergio Bologna

editore: Shake

pagine: 320

Tra le opposizioni incontrate dal nazismo non appena conquistato il potere, una delle più importanti fu quella di una parte de
19,00
15,00

Psicologia delle folle

di Gustave Le Bon

editore: Shake

pagine: 172

Apparso nel 1895, ha anticipato il secolo, l'uso strumentale delle folle e la stagione delle grandi dittature con una capacità
8,50

Club 27. La maledizione del rock e la morte degli dei

di Chris Salewicz

editore: Shake

pagine: 359

Creativi, controversi, magici e innovativi
18,00
14,00

Nazismo e classe operaia 1933-1993

di Sergio Bologna

editore: Shake

pagine: 205

In questo breve ma chiarissimo testo, Sergio Bologna ci racconta il ruolo della classe operaia negli anni prima e dopo la pres
12,00

Tutto ciò di cui hai bisogno è amore! Guida ragionata alla visione esoterica dei Beatles

di Matteo Guarnaccia

editore: Shake

pagine: 205

Con la loro irriproducibile alchimia di doti artistiche, curiosità, humor, tensioni esistenziali, amore per la ricerca e la sp
15,00

Angeli. Illuminazioni, racconti e immagini sui messaggeri

di Wilson Peter L.

editore: Shake

pagine: 218

Il ruolo degli angeli in tutte le tradizioni religiose è stato quello di mediare tra il piano divino e quello umano, di proteg
23,00

Fiamme e rock'n roll. Romanzo veridico sullo sgombero del Leoncavallo, 1989

di Bruno Segalini

editore: Shake

pagine: 168

Nelle 24 ore a cavallo tra il 15 e il 16 agosto 1989, Bruno e la sua sgangherata rock band si trovano coinvolti, per caso e per scelta, in una delle vicende più leggendarie degli anni Ottanta: l'opposizione allo sgombero del centro sociale Leoncavallo. Una faccenda che si rivela "grossa e scottante", tra bombe molotov, gas lacrimogeni e fughe sui tetti per sfuggire alla polizia. Bruno è un tipo strano, musicista e sognatore, più che un militante ortodosso. Vuole difendere i suoi ideali e quel luogo, ma soprattutto l'amata sala prove, indispensabile per la sua sopravvivenza in una Milano, ormai già "da bere", che lui non accetta e che non lo accetta. Prefazione di Sandrone Dazieri.
15,00

L'origine della famiglia, della proprietà privata e dello Stato

di Friedrich Engels

editore: Shake

pagine: 202

La questione dello stato è sempre stata una questione centrale nella riflessione marxista, e questo ancor prima di Lenin. Lo stesso Marx aveva progettato di scrivere sul tema un vero e proprio libro, ma aveva dovuto desistere per l'ampliarsi eccessivo della sua ricerca sull'economia e il danaro. Proprio basandosi su quegli appunti e sulle ricerche sui popoli nativi dell'antropologo Morgan, il suo compagno di sempre, Friedrich Engels decise di scrivere nel 1884 "L'origine della famiglia, della proprietà privata e dello Stato". In questo libro Engels dimostra la storicità e quindi la transitorietà di una serie di istituzioni quali la famiglia, il diritto e lo stato stesso. A partire dalla descrizione degli usi e dei costumi delle popolazioni native americane, e in seguito nelle società antiche greca e tedesca, Engels ci dimostra la grande diversità delle diverse organizzazioni "statuali" che gli uomini nel tempo si sono dati. Un libro che è un grande affresco storico sul problema dello stato, ma anche sulla necessità della sua dissoluzione, perché "lo Stato non viene abolito: esso si estingue".
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.