Il tuo browser non supporta JavaScript!

Elliot: POESIA

Le grandi traduzioni. Versioni di poeti

editore: Elliot

pagine: 269

Nata sulle pagine culturali del «Sole 24 Ore», questa antologia presenta molti dei più grandi autori di poesia della tradizion
23,50

La rosa del tempo. Poesie scelte (1972-2008). Testo cinese a fronte

di Dao Bei

editore: Elliot

pagine: 222

Bei Dao (Pechino, 1949) è senza dubbio il poeta cinese contemporaneo più conosciuto all'estero, una delle voci più rappresenta
19,50

L'altro Novecento. Poeti italiani

di Paolo Febbraro

editore: Elliot

pagine: 174

Questa antologia presenta un'ampia selezione di autori del Novecento poetico italiano, ognuno con un componimento commentato d
19,50

Poesie italiane 2017

editore: Elliot

pagine: 96

La poesia non è affatto un genere letterario in crisi, come si sostiene ormai da decenni, semmai un fenomeno che appare sempre
15,00

Lezione all'aperto e altre poesie (1968-1992)

di Alfonso Berardinelli

editore: Elliot

pagine: 123

"Scruta l'occhio della scimmia, osserva il giallo quasi-umano, il gesto pigro e svelto
16,50

Elegie romane ed epigrammi veneziani. Testo tedesco a fronte

di Johann Wolfgang Goethe

editore: Elliot

pagine: 157

"Felice e ispirato mi sento adesso sul classico suolo, più forte mi parla e seduce il passato, e il presente
19,50

Náufragos y novísimos. Ultima poesia cilena. Testo spagnolo a fronte

editore: Elliot

pagine: 157

Questa antologia raccoglie la produzione di una selezione di poeti cileni nati tra gli anni Settanta e Ottanta del Novecento,
17,50

Poesie italiane 2016

editore: Elliot

pagine: 93

Oggi la poesia viene più scritta che letta
15,00

Fermate

di Paolo Maccari

editore: Elliot

pagine: 109

"Come quando qualcuno di te più grande, che ammiri tanto da nemmeno sperare di diventargli un giorno simile, ti chiede consigl
18,50

The lunatic. Testo inglese a fronte

di Charles Simic

editore: Elliot

pagine: 192

La più recente opera poetica di Charles Simic, tra i maggiori esponenti della poesia nordamericana di oggi. La sua ispirazione cordialmente spettrale, ironica e straniata, dà vita ai quadri mobili del nostro surrealismo quotidiano. Simic è fantasioso e malinconico: nato fra le rovine della vecchia Europa, il poeta sente nelle proprie fibre il richiamo di quell'America fatta non di modernità e slanci, ma di sparizioni e trapassi, osservati con tenerezza e senso del paradosso. Tra le parole di Simic capita di camminare per la città, rasentandone la follia; di assistere al nitore di un'alba; di imbattersi in personaggi bizzarri, non si sa se reali o ricordati. I suoi versi sono sobri, leggibilissimi, frutto del colloquio con un reale vario e sorprendente.
25,00

L'albero dei passeri

di Gwyneth Lewis

editore: Elliot

pagine: 125

"Avevo un albero pieno di nidi di passeri, era la mia voliera. Ho accolto un merlo, ed è stato un errore. Anche se una nuova melodia ha visitato l'albero dei passeri. immagina ho ancora dei merli? Se ne sono andati ad uccidere altrove. Niente più melodie, niente musica. Sì, uccelli immaginari, ma a cosa servono? Ecco, si ricomincia dalle spine. Un invito."
18,50

Catachismo. «La riliggione spiegata e indifesa» nei sonetti di Giuseppe Gioachino Belli (Er)

di Gioachino Belli

editore: Elliot

pagine: 746

Un'antologia ragionata e commentata dei sonetti romaneschi di Giuseppe Gioachino Belli, in cui il poeta affronta, servendosi dell'artificio del dialetto romanesco, il tema della religione, presentandoci una "verità sfacciata", implacabile e attuale. Il cristianesimo è così attraversato dagli occhi di un pensatore credente, ma perplesso e dubbioso, che si muove sul crinale della blasfemia, portavoce di una critica feroce mascherata da umorismo e turpiloquio. Una riscrittura del sacro che sale "dal basso" rivelando il mistero profondo e agghiacciante della vita spirituale degli uomini. La denuncia della Chiesa come apparato di potere, la rabbia nei confronti del tradimento dell'imperativo della charitas cristiana, la necessità di recuperare la fede come consolazione grazie alla voce popolare, alle pratiche genuine del sentimento religioso esenti dall'ipocrisia della dottrina strumentalizzata. Come spiega il curatore Marcello Teodonio, "Belli credeva e basta", e ciò, allontanandolo dalle conclusioni atee e materialiste di Leopardi, lo proietta nel dramma tragicomico della vita e della morte.
47,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.