Il tuo browser non supporta JavaScript!

La vita felice: Contemporanea

collana dove sensibilità e generi diversi si incontrano per dare voce alla contemporaneità.


Voce di donna, voce di Goliarda Sapienza

editore: La vita felice

pagine: 56

Questo libretto raccoglie il testo del racconto "Voce di donna, voce di Goliarda Sapienza" che dall'inizio del 2014 stiamo portando per librerie, biblioteche, piazze, teatri, associazioni. Il nostro racconto è frutto di anni di letture, ricerche approfondite, studio delle fonti, talvolta dei manoscritti dell'opera di Goliarda, nonché dell'analisi di autori e correnti a lei vicine, dalla letteratura al cinema, dal giornalismo al teatro. Il nostro lavoro vuole evidenziare il ruolo fondamentale e fondante della poesia nella vita e nell'opera di Goliarda, con un punto di vista inedito e inusuale, pertanto prezioso. Qui, dunque, troverete "i racconti", cioè un testo che non sarà mai quello di un solo spettacolo, ma quello di vari spettacoli insieme: la versione più completa pertanto, dalla quale di volta in volta imbastiamo, ricaviamo, estrapoliamo, stendiamo la nostra proposta. Per noi non è un punto di arrivo, bensì un continuo impulso a studiare e approfondire l'opera di una donna straordinaria, con la passione che la letteratura e la sua condivisione ci infonde.
12,00

Poema cosmogonico

di Edoardo Boncinelli

editore: La vita felice

Un poema che tratta di amore e conoscenza, anzi dell'amore della conoscenza e della conoscenza dell'amore. La cosmogonia che Dado mette in versi è al tempo stesso la storia della vita su questa Terra e di noi che ne facciamo parte con l'ambizione titanica di volerla comprendere e controllare, anche se "siamo la bestemmia del cosmo,/ il virus nel computer dell'universo", come scrive nel Canto 3, I. Tutto allora sarebbe solipsistico delirio, prodotto da tante piccole "rotture di simmetria" che hanno dato origine alle umane creature, piccoli "io", preda ciascuno del suo stesso egoismo? Non esattamente: formiamo piuttosto una sorta di "costellazione di fuocherelli che silenziosi e furtivi/ hanno collettivamente cominciato a contemplare il tutto e a commentarlo", sperimentando "l'essere e il nulla/ il divenire e il perire, le alterne vicende/ del vivere e del morire fino alle vie del pensiero" (3, XIX). È la presenza dell'altro, il passaggio dall'Io dell'"egoista" al Noi del "collettivo umano" che dischiude infine le porte del carcere in cui il solipsismo rischia sempre di imprigionarci. E dovrei dire soprattutto la presenza dell'altra! Poiché nella dialettica di amore e conoscenza del Poema compare Angela, per Dado la compagna di una vita: "Sei.../ la trama/ infinita/ della mia esistenza/ e il suo prezioso ricamo/ che tengo tra le dita,/ il profumo delle ore/ che mi accompagna/ per le strade del mondo".
18,00

L'uovo cinese

di Cristina De Cesare

editore: La vita felice

pagine: 144

È la mattina della vigilia di Natale del 2010
13,50

L'infame

di Roberto Bertoldo

editore: La vita felice

pagine: 120

Il caso Calas, che ha scosso l'opinione pubblica francese prima della Rivoluzione. Chi è l'infame? La Chiesa e ogni potere, come voleva Voltaire...
12,50

Cherry sweet love

di Manuela A. Greco

editore: La vita felice

pagine: 229

Si può amare davvero rimanendo lontani per lunghi anni? E a quali conseguenze può portare sostituirsi a Dio e manovrare il destino di qualcun altro? E ciò che accade ad Anna Visconti, una borghese dell'high society milanese che si scontra violentemente con un amore illecito, passionale e impossibile. Fra colpi di scena, tragedie e inattesi segreti che riaffiorano da una misteriosa cassetta di famiglia, la storia di un'anima nella tormentosa ricerca di se stessa.
16,50

L'esagono d'argento

di Luca De Boni

editore: La vita felice

pagine: 316

Matteo De' Valzi, un ragazzo in cerca di lavoro, accetta una proposta allettante: contribuire alla ricerca di un oggetto arcano, raro e misterioso. Parte per un meraviglioso viaggio, ma non si immagina lontanamente quali saranno i guai e i rischi che dovrà affrontare. Incontrerà personaggi senza età e senza tempo, in mondi paralleli e città sotterranee; scoprirà che la linea che divide l'ordine dal caos è molto più sottile di quanto avesse mai pensato. Età di lettura: da 12 anni.
18,00

Lettere a un guaritore non ferito

di Isabella Vincentini

editore: La vita felice

pagine: 128

"Quello che unisce 'Lettere a un guaritore non ferito' al libro precedente di Isabella Vincentini - che ho letto con stupore e smarrimento per la tensione emozionale e la trasfigurazione lirica; poesie ardenti e sognanti, dolorose (non c'è conoscenza senza sofferenza) e luminose - è la sua immaginifica percezione della dimensione segreta e insondabile della vita: invisibile ad ogni ragione. La climax è radicalmente diversa, certo, e mi chiedo: quante anime vivono in Isabella Vincentini? Il tema della sofferenza, del dolore dell'anima, si snoda in queste lettere con una straordinaria incandescenza tematica - con una grande originalità. Ho letto questo testo con stupefatta ammirazione: le cose che scrive della malattia, della malinconia, della morte sono indice di una vasta conoscenza dell'anima, della sua e di quella degli altri." Eugenio Borgna
12,50

Appunti per un labirinto

di Samuele Peroni

editore: La vita felice

pagine: 110

Samuele Peroni esordisce nella narrativa con "Appunti per un labirinto", una raccolta di 19 racconti dallo stile molto asciutto e conciso, che toccano e descrivono temi e aspetti della vita di tutti noi. "Lettera", "Amore", "Bambini", "Profumo", "Musica", "Monita e Mirco", "La stazione", "Uno sguardo dall'alto", "Lo scemo"... sono solo alcuni dei titoli di queste scene di vita fotografate e riproposte con la sensibilità caratteristica di questo giovane autore.
12,50

Libia travolta

di Mirella Curcio

editore: La vita felice

pagine: 204

"Libia travolta" è il seguito di "Tripoli amata" e si avvale anche del contributo di un dattiloscritto inedito di Monsignor Vittorino Facchinetti, vescovo di Tripoli. Il romanzo descrive gli anni di guerra di tutta la popolazione esistente allora in Libia, la distruzione, in Cirenaica, di infrastrutture, colture, impianti idrici, installazioni industriali. Quindi gli intrighi di una gretta occupazione britannica volti a suscitare odio e discordia tra le varie etnie e culminati nel pogrom degli ebrei del novembre 1945 contemporaneamente alla nascita di una questione palestinese tuttora irrisolta. Dopo la guerra, gli avvenimenti internazionali che portarono la Libia verso l'indipendenza. "Libia travolta" si inserisce nel filone della piccola storia dove gli eventi sono vissuti e sofferti da persone comuni che non partecipano alle decisioni dell'establishment, ma le subiscono.
16,00

Il donatore

di Oriel Pozzoli

editore: La vita felice

pagine: 169

"Il donatore" è il romanzo di Lorenzo, giornalista free-lance terrorizzato dagli aerei, seduto nella sala d'attesa di una clinica svizzera dove si pratica la donazione del seme, per rendere il mondo un posto migliore e le persone un po' meno infelici: il fondatore di una catena di supermercati, un matematico omosessuale e la donna cui insegnò a nuotare, una badante rumena, un regista di film porno, una madre che cerca i diavoli nascosti negli oggetti, una ballerina di tango... Si parla di figli, quelli reali e quelli immaginati, quelli che non ci aspettavamo. Si parla di ciò che avremo lasciato, quando i ghiacci del Polo si saranno sciolti, e noi non ci saremo. E la storia di Lorenzo, che dopo aver sparso i propri geni in un vasetto di plastica, si ritrova in tasca l'ultimo dono, il più terribile di tutti. Il paesaggio è la Brianza (con qualche sconfinamento ticinese e balcanico), la provincia tecnologica e post-leghista dove la diffidenza di sempre si trasforma nell'arroganza del profitto. Nessuna metropoli all'orizzonte, nessuna scena pulp a scandire il ritmo della narrazione, ma la natura che diviene location, luogo del crimine, centellinato a dovere con un fraseggio calmo e spietato. Lontano dai generi letterari, il romanzo percorre, come un gioco di scatole cinesi, le vicende, familiari e personali, che portano il protagonista al punto del non ritorno.
14,50

Ombre sulla sera. Ovvero storia vera di Ottavio Prinzivalle

di Luciano Stolfi

editore: La vita felice

pagine: 93

Questa è la storia di Ottavio, un giovane che ha partecipato agli ultimi strascichi della contestazione studentesca e ha fatto esperienza nel mondo del cattolicesimo del dissenso. In seguito alle disavventure lavorative e amorose, e in seguito al crollo degli ideali durante la stagione dell'impegno, finisce in uno spazio psichiatrico. In quel luogo incontra due strani personaggi, don Cataldo e il Professore, che lo intrattengono, con argomentazioni alquanto originali, sui misteri della fede e del cristianesimo.
12,00

Tripoli amata

di Mirella Curcio

editore: La vita felice

pagine: 256

15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento