Il tuo browser non supporta JavaScript!

La vita felice: Contemporanea

collana dove sensibilità e generi diversi si incontrano per dare voce alla contemporaneità.


Una mummia in cerca d'identità. Le ombre del mito di Alessandro Magno

di G. Cesare Maggi

editore: La vita felice

pagine: 144

Dopo i suoi molti misteri sarebbe stato strano che Alessandro morisse in modo semplice. Semplice non era stato mai, e non fece niente del genere, né la sua morte potè essere dimenticata. Al contrario il suo ricordo era troppo pericoloso per essere liberamente discusso, e all'inizio gli ufficiali evitavano la diffusione dei dettagli relativi: sapevano di aver molto da perdere, anche solo per calunnie costruite sui fatti... Presentazione di Ermanno Arslan.
13,50

I racconti del caos

di Giorgio Cesati Cassin

editore: La vita felice

pagine: 288

16,50

Scveik a New York

di Luigi Lunari

editore: La vita felice

pagine: 207

Inventato da Jaroslav Hasek durante la Prima guerra mondiale, Scveik è una vera e propria "maschera" moderna. Che cos'è una maschera? Più che un personaggio è un simbolo: è la personificazione di un modo d'essere, con dei tratti e una funzione che lo sciolgono da un tempo e da un luogo precisi per renderlo utilizzabile sempre e dovunque. Così è Scveik: uno stupidotto innocuo e bonario, sempre pronto ad adattarsi al mondo in cui si trova, anche il più negativo e opprimente, ma con un entusiasmo e una coerenza che finiscono con il mettere a nudo le contraddizioni di quel mondo, e portarlo alla rovina. E come uno "sciopera bianco", che applicando alla lettera un regolamento ne dimostra la stupidità e l'insostenibilità. Nel romanzo di Hasek, Scveik applica questa sua distruttiva tecnica di entusiastica obbedienza al vecchio regime austro-ungarico; Brecht lo ha poi utilizzato mettendolo a confronto con la macchina oppressiva del nazismo... Nel suo "Scveik a New York", Lunari lo fa rivivere (profugo dall'Europa comunista) nel mondo capitalistico e consumistico, dove tutto è a portata di mano. Gli acquisti a rate, per esempio: che cosa non si può fare, impegnandosi a pagare dieci dollari al mese fino a tutto il 3500, visto che il libero mercato te lo consente? Poi, naturalmente, qualche nodo viene al pettine: e Scveik finisce, con tutti gli Stati Uniti, nelle paludi del Vietnam...
16,50

Mea culpa

editore: La vita felice

pagine: 293

Oggi il giallo è di moda, ma in realtà lo è sempre stato
18,00

Sento le voci. Discorsi di «matti»

editore: La vita felice

pagine: 168

"Sento le voci", seguito ideale di "Anime strane è scritto" "in forma di monologhi" per ridurre al minimo la finzione narrativa. Tutte le storie sono trascrizioni dirette di discorsi di "matti" ascoltati e annotati dal dicembre 2006 al febbraio 2008 nel corso di un anno durante la mia attività psichiatrica, scritti e rivisti con Lucetta Frisa. Protagoniste sono le voci dei "matti" che riferiscono delle loro "voci" durante i colloqui con uno psichiatra che non prende la parola per curare il sintomo ma le annota nel suo diario. Monologhi e racconti tornano nel libro come schegge di un discorso che non potrà mai concludersi, perché interminabile. (Postfazione di Massimo Barbaro)
14,50

Tra l'una e gli altri

di Elisa Bergamaschi Zari

editore: La vita felice

pagine: 527

20,00

Le vie dei libri

Scrittori, editori, poeti, cani, gatti e altri animali da compagnia

di Del Moro Franco

editore: La vita felice

pagine: 158

Le Vie dei Libri partono sempre da una pagina stampata, ma possono arrivare davvero molto lontano: sulle montagne, fra i bosch
13,50

Una, la luna. Una saga lombarda

di Elisa Bergamaschi Zari

editore: La vita felice

pagine: 714

"Lo straniero che si fosse trovato, in quella notte di dicembre, ad attraversare la piazza si sarebbe forse stupito per l'animazione che trapelava dalle finestre della villa dirimpetto alla chiesa..." L'animazione è causata dalla nascita di Innocente Dago che è la sorgente di "Una, la luna", un romanzo di storia e sentimenti che si apre all'epoca dell'Unità d'Italia e segue i suoi protagonisti - e le rispettive generazioni - sino agli albori del boom economico degli anni Sessanta. Ambientato in un paese dell'Alto milanese, dove la gente si divide - con uguale impegno - tra l'allevamento dei bachi da seta e la chiesa, la storia asseconda il fiume impetuoso della vita di Innocente, Cént per familiari e amici, che in sé raccoglie i rivoli di ogni vita nata e arrivata nel paese di cui è stato nel tempo figlio del padrone, sindaco, podestà e ancora padrone rispettato e temuto. Antonia, filandera nella filanda Dago, è la ragazza che Innocente ha sedotto in gioventù e che desidera per tutta la vita. Angelica è il frutto di questa relazione incompiuta. La sua vita si allunga tra il collegio, gli amori spezzati, un matrimonio deludente e una serenità tardiva. Il paese, sperduto e chiuso, e la città, Milano, che elabora il progresso per poi allargarlo alle campagne sono gli altri due protagonisti chiave del romanzo, che registra da una parte il lavoro dei contadini e delle storie che si tramandano e dall'altra aggiorna via via il lettore sui gusti, le mode, lo scenario animato dai cittadini.
20,00

Angelici delitti

Incubi in azzurro e nero

di Silvio Raffo

editore: La vita felice

pagine: 144

Il filo rosso che unisce questi racconti è la totale assenza di responsabilità o senso di colpa degli assassini...
13,50

Paul

La fuga di Paul Gauguin

di Francesco Gallavresi

editore: La vita felice

pagine: 256

La vicenda umana, disperata e scandalosa, di Paul Gauguin.
16,50

Io, Seneca

di Martino Menghi

editore: La vita felice

pagine: 333

Un romanzo o un saggio? Io, Seneca di Martino Menghi si pone a metà strada tra l'essere un diario, un saggio, una biografia, u
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento