Il tuo browser non supporta JavaScript!

La vita felice: Le Voci Italiane

dedicata a poeti italiani affermati o con riconosciuta maturità stilistica.


La dama alla fontana

di Nicola Dal Falco

editore: La vita felice

pagine: 96

Se Melusina è, come scrive Dal Falco nella sua Nota introduttiva, «eco della prima dea», lo stesso intreccio di questa avventu
13,00

L'essenza... di te. Le tue più belle parole d'amore

di Paola Capobianco

editore: La vita felice

pagine: 105

Paola Capobianco, scrittrice esponente della Chick Lit e ideatrice di programmi televisivi per la TV di qualità, ci regala un'opera declinata al femminile con il suo stile altamente evocativo e toccante. Poesie che racchiudono deflagrazioni di emozioni d'Amore, quello intenso, passionale. Quello di cui ci si nutre a cuore nudo, che brucia la pelle delle teenager, degli innamorati. La poetica di Paola Capobianco, sfiora la Beat Generation: è autentica come la vita all'origine, ricomponendo anche scorci su vicende umane, perdute nei grovigli di argomenti sconvolgenti come la violenza sulle donne, l'anoressia, la depressione, la schiavitù dei bambini. Alcune poesie contenute nel CD sono recitate dalla scrittrice e supportate da commenti sonori della World Music.
14,00

Interni con finestre

di Stefano Raimondi

editore: La vita felice

pagine: 103

"Il motivo dell'esilio percorre interamente l'ultimo e libro di Stefano Raimondi: esilio nel cuore dei luoghi amati, nelle scale di casa, tra le pareti di una stanza abitata da sempre. Raimondi ci narra - con la lancinante precisione del suo verso - uno smarrimento essenziale: noi ci perdiamo vicino ai corpi più familiari, lungo le strade e le piazze che credevamo di conoscere. E così queste poesie, con l'urgenza di chi non trova più dimora, ci narrano una Milano mai vista prima: minacciosa e giuridica, costellata di allarmi e di posti di blocco, percorsa dal cerchio infinito dei viali che ci riportano sempre allo stesso, drammatico inizio." (Milo De Angelis)
13,00

Deserto e siamo vivi

di Mariarita Stefanini

editore: La vita felice

pagine: 64

10,00

Casting

di Michelangelo Coviello

editore: La vita felice

pagine: 61

In questa raccolta di poesie,"Casting", i dialoghi si mangiano a vicenda, in stanze strette, nelle quali le persone sono corpi, anime nel retro e nello sfondo, arrivati al dunque. Qui eros amore è chiamato perché il tatto abbia il suo limite e la sua gioia, che non si spaventi, assicurato dalla consistenza altrui, se non fosse che il limite introduce a mondi nei quali la storia è già passata, lasciando aspirazioni incompiute, desideri in cammino verso altrove, grida congiunte per una liberazione ulteriore. In queste poesie, fondate sull'addio, nelle quali la fine viene insieme all'inizio, o prima, dove l'inizio è la cura del già accaduto, con il verso che incede tra gli anfratti del dialogo, si scopre che la misura dell'anima è presa dalla parte bassa, dal livello del suolo, vertiginosa su tutti, capace di rendere onore a ogni sconfitta, innamorati e amanti che fanno l'ultimo acquisto, una lotta che anticipa la carità.
10,00

Per non essere l'acqua che amo

di Angelo Lumelli

editore: La vita felice

pagine: 80

Continua il suo viaggio tra le ombre. È un viaggio solitario, come sempre. Continua a camminare per le strade cittadine, con lo sguardo vigile e la mente accesa: ogni incontro s'intreccia all'universo. Tra sorriso e vertigine, prosegue il pellegrinaggio tra i viali di Milano e le stagioni perdute, le parole, l'infanzia, le donne intraviste. Ma dietro ogni sorriso s'intuiscono i baratri. Tra filastrocca e tragedia, tra rima e asprezza, tra uno e nessuno. I suoi passi vengono attraversati dal contrasto, sono essi stessi il contrasto divenuto visibile. Tra gioia improvvisa e dannazione, tra i corpi e il deserto.
12,00

Sequenze

di Massimo Mugnaini

editore: La vita felice

pagine: 77

Una "immersione in qualcosa di torbido e di scomposto" e al contempo "una cadenza che non permette di degradare la luce dei pensieri": così Dante Maffia ci presenta l'opera prima di Mugnaini, poeta inquieto ed eretico, "cosciente di dovere scandagliare le misure celesti per ricavarne indicazioni non di conforto, ma di speculazione".
12,00

L'ablazione

di Paolo Donini

editore: La vita felice

pagine: 142

"Con L'ablazione Paolo Donini scrive un'opera di eccezionale valore e di eccezionale tensione. In un paesaggio di ombre e ipermercati, detriti e rovine urbane, il particolare realistico e la forza simbolica si intrecciano splendidamente. Più la scena è dettagliata - i fori d'entrata, la mano gonfia dietro la schiena, il sesso riempito di sabbia - e più si carica di sensi oscuri. Salvezza, morte e parola stringono un abbraccio originario. Veniamo condotti in un luogo purgatoriale dove siamo inquirenti e indiziati. Dobbiamo parlare. L'omicidio si lascia scrutare solo dalla voce poetica, mentre un viavai di poliziotti si affanna nello stereotipo dei verbali e dei referti. Solo quella voce può entrare nel corpo, che fin dall'inizio era un corpo di parole: "sulla schiena l'alfabeto imbrattato", "hai un livido / sul nome", "inizi a perdere senso dalla tempia, dal collo, battito, sangue / dalla ferita inarrestabile"." (dalla presentazione di Milo De Angelis)
14,00

Fuoco altrove

di Giovanni M. Cabras

editore: La vita felice

pagine: 88

Uno sguardo mobile, aguzzo, capace di cogliere i significati più sotterranei e taciuti. Una prodigiosa facoltà di ascolto. Cabras si aggira come un rabdomante nel suo paesaggio di sentieri, cinghiali e antenati, avverte un pullulare di presenze, ne restituisce il continuo fermento, il grido imminente, una fìtta, allarmata visione dell'universo e della sua violenza. Perché la violenza rende ancora più affilato questo orecchio da sensitivo...
12,00

Codice terrestre

di Gabriela Fantato

editore: La vita felice

pagine: 96

Il volume si apre con un'invocazione alla giovinezza trascorsa, alle sue mille aperture, ora impossibili, e si chiude con una poesia intitolata "Ai pochi", pensoso resoconto di ciò che rimane. Nel suo cammino circolare, "Codice terrestre" prende la forma di una constatazione. Una volta avevamo di fronte a noi molte vie e molte domande, ci sembrava di abitare una libertà smisurata. Ora è diverso, ora siamo entrati in un secondo tempo della vita e della poesia, ora sappiamo che pochi sono gli amici, i luoghi, i giorni essenziali.
12,00

Le ore e i giorni

di Isabella Vincentini

editore: La vita felice

pagine: 96

Tutta l'opera di Isabella Vincentini è attraversata da un motivo ricorrente. Questo motivo non è solo una ripetizione o un filo conduttore. E' qualcosa di più arcaico: E' un'ossessione scolpita nella pietra, un'ossessione che ci guarda da millenni.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.