Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Alain Badiou

Il sesso, l'amore

di Alain Badiou

editore: Mimesis

pagine: 102

Non esiste rapporto sessuale, ha sentenziato Lacan
10,00

L'antifilosofia di Wittgenstein

di Alain Badiou

editore: Mimesis

pagine: 89

Tra il 1992 e il 1996 Alain Badiou dedica il seminario che tiene presso l'École normale supérieure alla definizione della nozi
10,00

Ribellarsi è giusto! L'attualità del Maggio 68

di Alain Badiou

editore: Orthotes

pagine: 112

Il compito del filosofo, cinquant'anni dopo lo scoppio del Maggio 68, è duplice
14,00

Trump o del fascismo democratico

di Alain Badiou

editore: Meltemi

pagine: 72

Come spiegare il trionfo elettorale di Donald Trump? Quali forme di soggettività sono necessarie per costruire una resistenza?
9,00

L'essere e l'evento

di Alain Badiou

editore: Mimesis

pagine: 610

Con "L'essere e l'evento" (1988) Alain Badiou pone le fondamenta concettuali del suo sistema filosofico, che troverà il suo co
34,00

D'un disastro oscuro. La fine della verità di Stato

di Alain Badiou

editore: Mimesis

pagine: 69

Scritto a caldo al momento del tracollo dell'Unione Sovietica, il pamphlet di Badiou prende in contropiede ogni lettura luttuo
6,00

Elogio delle matematiche

di Alain Badiou

editore: Mimesis

pagine: 86

"Elogio delle matematiche" rappresenta una succinta ma chiara introduzione al complesso e articolato pensiero di Alain Badiou
10,00

Lo splendore del nero. Filosofia di un non-colore

di Alain Badiou

editore: Ponte alle Grazie

pagine: 105

Chi, durante l'infanzia, non ha fatto l'esperienza spaventosa di avanzare a tastoni nella notte nera? Alain Badiou, il più cel
12,00

Il panorama della filosofia francese contemporanea

di Alain Badiou

editore: Mimesis

pagine: 46

Nel XX secolo c'è stato un grande momento filosofico francese-, poco meno di cinquant'anni che vanno da "L'essere e il nulla"
6,90

Hegel o l'immanenza della verità. Le due finitudini, la scissione soggettiva e la felicità

editore: Pgreco

pagine: 71

Il dialogo Badiou-Zizek di Aubervilliers fa parte del ciclo di Seminari di Badiou "L'immanence des vérités" tenuti al Théâtre
6,00

Il nostro male viene da più lontano. Pensare i massacri del 13 novembre

di Alain Badiou

editore: Einaudi

pagine: 87

Come riflettere sulle stragi compiute a Parigi il 13 novembre 2015? Chi sono gli agenti di questo crimine di massa? E come possiamo qualificare la loro azione? È necessario allargare lo sguardo. Alain Badiou cerca qui di delineare il quadro generale su cui si staglia questo tipo di attentati. In Occidente ha trionfato il liberismo e la classe media, sempre piú impoverita, vive divisa tra l'orgoglio del proprio modello di società e la paura costante dell'arrivo dei diseredati. Il resto del mondo paga un prezzo altissimo per le politiche neocoloniali delle multinazionali, che prosperano nel caos da loro stesse creato. I terroristi emergono in tale contesto: per Badiou la loro pulsione distruttrice è essenzialmente fascista e vuol reprimere il desiderio d'Occidente, anche in loro stessi. L'islamismo che ostentano, a suo avviso, è un fattore estrinseco e non costitutivo del loro agire. Ciò di cui noi soffriamo in particolar modo è l'assenza su scala mondiale di una politica disgiunta dal capitalismo egemonico. Senza una nuova proposta strategica il mondo resterà in uno stato di disorientamento. È un compito gravoso, ma indispensabile per tutti, fare in modo che la storia dell'umanità cambi direzione e, faticosamente, cerchi di allontanarsi dalla fosca catastrofe in cui sta sprofondando.
12,00

La vera vita. Appello alla corruzione dei giovani

di Alain Badiou

editore: Ponte alle Grazie

pagine: 109

Che cos'è la giovinezza? Che cosa è stata per le innumerevoli generazioni che ci hanno preceduto? E che cosa significa essere giovani, oggi? È una condizione trionfante e privilegiata dell'esistenza, tanto che il giovanilismo è diventato il paradigma di vita nelle società neoliberiste (si è giovani finché si è in grado di consumare), oppure è qualcosa di altamente problematico e di falso? Di "terribile"? Sono queste le domande che si pone uno dei maggiori filosofi viventi in questo breve ma ricchissimo libro. La giovinezza vi viene considerata come quella fase cruciale della vita in cui si decide se costruire la propria esistenza o bruciarla. Se nelle società attuali, venuto meno il potere che aveva la tradizione di dare un senso alle cose, si è condannati a un'adolescenza infinita, e l'adulto diventa niente più che un adolescente con qualche mezzo in più per consumare, quale idea è ancora in grado di radicarsi nei giovani perché attingano quella "vera vita" di cui Rimbaud, il poeta della giovinezza, diagnosticava l'assenza? Badiou offre una risposta paradossale: bisogna, socraticamente, corrompere i giovani, distoglierli dall'universo luccicante delle merci, creare per loro le condizioni di un nuovo pensiero che sappia farsi fratello del sogno.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.