Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Alessandro Vanoli

Primavera. La stagione inquieta

di Alessandro Vanoli

editore: Il mulino

pagine: 266

In bilico tra il gelo dell'inverno e il caldo dell'estate, periodo di profumi, di piogge e di vento, di sconforto e di speranz
16,00

Strade perdute. Viaggio sentimentale sulle vie che hanno fatto la storia

di Alessandro Vanoli

editore: Feltrinelli

pagine: 204

Come dev'essere stato profondo il silenzio del mare nel quinto secolo a
16,00

Quando guidavano le stelle. Viaggio sentimentale nel Mediterraneo

di Alessandro Vanoli

editore: Il mulino

pagine: 231

Sentimentale ma molto reale: in quattro navigazioni il viaggio si snoda dall'Egeo dei tempi di Ulisse alle coste romane di Ost
13,00

Idolatria. I falsi dèi del nemico

di Alessandro Vanoli

editore: Salerno

pagine: 159

Idolatra! Con quest'accusa l'infedele può diventare il nemico
14,00

Inverno. Il racconto dell'attesa

di Alessandro Vanoli

editore: Il mulino

pagine: 209

Raccontare l'inverno significa parlare di una parte profonda della storia umana: le grandi glaciazioni, la lotta per la soprav
15,00

I nemici degli italiani

editore: Laterza

pagine: 113

Per secoli dalla terra e dal mare i nemici sono arrivati in Italia: Cartaginesi, Vandali, Unni, Arabi, Normanni, Turchi, Spagn
12,00

Storia del Mediterraneo in 20 oggetti

editore: Laterza

pagine: 187

Che cos'è il Mediterraneo? Un 'mare tra le terre'
14,00

Migrazioni mediterranee. Un mare in cui si è riflesso il mondo

di Alessandro Vanoli

editore: Castelvecchi

pagine: 37

Abbiamo tutti abitato lo stesso spazio periglioso, muniti degli stessi strumenti nautici e delle stesse conoscenze astronomich
5,00

L'ignoto davanti a noi. Sognare terre lontane

di Alessandro Vanoli

editore: Il mulino

pagine: 200

Spingersi al di ià dei limiti geografici, solcare acque ignote, studiando venti e correnti, superando deserti e montagne: che ne è di quel sogno della scoperta che da sempre gli uomini hanno condiviso? Oggi che quasi tutto è stato esplorato, cartografato, mappato, cosa rimane per alimentare la nostra fantasia? Dai monaci buddhisti a Marco Polo, dal musulmano Ibn Battuta sino a Cristoforo Colombo, Hudson o James Cook: per quanto la mappa sembri infine conclusa, vi sono ancora infiniti elementi di stupore in serbo per noi, e nuovi spunti da cui ripartire per ricominciare a sognare.
15,00

Storie di parole arabe. Il racconto di un mondo mediterraneo

di Alessandro Vanoli

editore: Ponte alle Grazie

pagine: 145

Da sempre il Mediterraneo è stato teatro di commerci, lotte, violenze, scoperte. Sullo sfondo, la vicenda di civiltà e culture millenarie, dall'Egitto dei faraoni al mondo greco-romano, fino alle grandi religioni, ebraismo, cristianesimo e islam. Innumerevoli sono i modi per raccontare una storia tanto complessa e stratificata. Alessandro Vanoli, che si definisce "uno storico che gioca con le parole", sceglie una chiave di lettura trasversale: le parole arabe, protagoniste di vere e proprie storie che restituiscono tutta la vitalità di un mondo fatto di scambi e incontri fra popoli. In fondo, "scambiarsi conoscenze, scambiarsi merce, persino combattersi, tutto passa attraverso la parola". L'attenzione è quindi rivolta non tanto, o non solo, alla ricostruzione etimologica, ma piuttosto al senso sociale e concreto dei termini. Assistiamo così al viaggio nel tempo e nello spazio di parole dalla fragranza tipicamente araba, come calamo, minareto, hammam; mentre altre, come zafferano, pepe o tulipano, parlano di un'antica e vasta rete di traffici e scambi. Ma è proprio il Mediterraneo il protagonista assoluto di una narrazione avvincente, dove la storia dei suoi nomi distilla un universo unitario ma in febbrile e costante trasformazione: "Un po' stupisce per quante vie il destino possa legarci alla storia di una parola".
13,50

La Sicilia musulmana

di Alessandro Vanoli

editore: Il mulino

pagine: 229

L'unicità soprattutto geografica della Sicilia molto ci fa capire degli eventi che condussero all'occupazione islamica dell'isola. Per due secoli, infatti, dal nono all'undicesimo, essa fu retta dai musulmani, che l'avevano strappata all'impero bizantino. Un lungo dominio destinato a finire con la conquista da parte dei normanni. Una presenza cruciale, che ha lasciato tracce incancellabili sul piano storico, archeologico, architettonico, culturale.
12,00

La via della seta. Una storia millenaria tra Oriente e Occidente

editore: Il mulino

pagine: 337

Una strada, o meglio una rete di strade, un fascio di percorsi terrestri e marittimi hanno spostato nel corso dei secoli uomin
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.