Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Antoine Garapon

La despazializzazione della giustizia

di Antoine Garapon

editore: Mimesis

pagine: 176

Un'acuta analisi del nostro tempo sulla separazione tra spazio geometrico e spazialità vissuta che oramai trapela con una cert
14,00

La giustizia digitale. Determinismo tecnologico e libertà

editore: Il mulino

pagine: 264

Nell'ambito della giustizia, non diversamente che in altri settori, avanzano processi di digitalizzazione che promettono di el
28,00

Lo stato minimo

Il neoliberalismo e la giustizia

di Garapon Antoine

editore: Cortina raffaello

pagine: 210

21,00

Chiudere i conti con la storia

Colonizzazione, schiavitù, Shoah

di Garapon Antoine

editore: Cortina raffaello

pagine: 216

L'idea è che al male prodotto dalla storia si possa rimediare con azioni civili e risarcimenti di natura economica
23,00

Del giudicare. Saggio sul rituale giudiziario

di Antoine Garapon

editore: Cortina raffaello

pagine: 332

Se è vero che per rendere giustizia occorre parlare, argomentare, provare, testimoniare, ascoltare e decidere, è anche vero che, a tal fine, è necessario anzitutto trovarsi nella condizione di giudicare. Tale è la funzione del rituale giudiziario: delimitare uno spazio tangibile che ponga un argine all'indignazione morale e alle passioni pubbliche, assicurare al dibattimento il giusto tempo, fissare le regole del gioco, convenire su un obiettivo e istituire gli attori. Ma le forze oscure del rituale, invece di servire la giustizia, trascinano talvolta verso l'ingiustizia. Accade, allora, che la scenografia processuale si ribelli alle intenzioni virtuose del regista, offrendo lo spettacolo di una commedia gravida di dissonanze; l'accusato rischia di essere travolto da quello stesso cerimoniale concepito per metterlo al riparo dalla vendetta popolare e il rito si trasforma in un'esecuzione capitale simbolica, allorché la passione pubblica si fa dirompente e il temperamento del giudice troppo debole. Volere il bene e fare il male: tale è, nella sua essenza, l'esperienza tragica della giustizia con cui Antoine Garapon intesse un dialogo serrato, esplorando i diversi aspetti del rituale giudiziario.
26,00

Crimini che non si possono né perdonare né punire. L'emergere di una giustizia internazionale

di Antoine Garapon

editore: Il mulino

pagine: 289

La giurisdizione penale internazionale pone inediti problemi sotto il profilo giuridico e politico che l'autore discute ampiamente nel volume prendendo le distanze sia da chi professsa un "fondamentalismo" giuridico assoluto sia da chi, machiavellicamente, crede nei soli rapporti di forza tra gli stati. Le domande di fondo a cui secondo l'autore deve rispondere una giustizia internazionale, che non sia solo repressiva ma anche ricostruttiva del legame sociale, sono: in che modo si può ricostruire la pace? I processi guariscono le vittime? I giudici scrivono una buona storia? La giustizia impedisce future guerre civili?
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento