Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Bruno Accarino

Ostilità. Il mosaico del conflitto

di Bruno Accarino

editore: Mimesis

pagine: 161

L'ostilità è un indicatore di fenomeni e di eventi che non appartengono solo alla condizione estrema della guerra e che con quest'ultima intrattengono anzi un rapporto spesso remoto. Eppure le immagini del nemico, anche quando non sono appariscenti, non cessano di determinare le forme di convivenza sociale e le architetture istituzionali. In quanto tale ( l'ostilità contiene sempre la possibilità dell'eccesso: può concretizzarsi come annientamento, come sterminio, come volontà di cancellazione del nemico. Ma questa minaccia permanente di sconfinamento può essere frenata da controtendenze che sembrano ripristinare una perduta armonia o almeno una tregua non evanescente. Da un lato vanno accantonate le illusioni della "integrazione attraverso il conflitto", cioè le illusioni che riducono il conflitto ad uno stimolo incruento e perfino benefico, quasi ad un esperimento ludico: sarebbe così accreditata l'idea che la coesistenza sia, all'interno dei collettivi umani, un dato scontato e accessibile e non - come di fatto è - assolutamente improbabile. Dall'altro lato è necessario monitorare i punti in cui situazioni di ostilità che non trovano piena espressione in un conflitto aperto e leale rischiano di travolgere ogni equilibrio. Accarino convoca un autore classico (Kant) e alcuni protagonisti del pensiero politico-sociale del Novecento (da Georg Simmel a Niklas Luhmann, da René Girard a Michel Serres).
16,00

Le frontiere del senso. Da Kant a Weber: male radicale e razionalità moderna

di Accarino Bruno

editore: Mimesis

pagine: 233

Nella linea interpretativa proposta da Accarino, la riflessione sul male, quando viene affrontata con gli strumenti forniti da
16,00

Confini in disordine. Le trasformazioni dello spazio

di Bruno Accarino

editore: Manifestolibri

pagine: 160

Questo volume ricostruisce alcuni aspetti della trasformazione dello spazio nell'epoca della globalizzazione. I quattro saggi in esso contenuti affrontano sia il versante direttamente geopolitico che le premesse filosofiche e culturali che hanno accompagnato l'avvento dell'età globale, dal ritorno dell'Impero alla crisi degli stati nazionali. Dopo che per decenni la riflessione è stata dominata dalle figure del tempo, lo spazio ritorna al centro della teoria politica, con l'inclusione del corpo degli individui come terreno privilegiato dell'esercizio del potere, e come antico e nuovo presupposto del ricorso alla violenza. Lo spazio diventa luogo di esercizio della violenza là dove tutti i confini sono labili e quindi i poteri politici e istituzionali tendono permanentemente a sconfinare.
19,00

La bilancia e la crisi. Il linguaggio filosofico dell'equilibrio

editore: Ombre corte

pagine: 144

Il libro si propone di riflettere sul concetto di "equilibrio" e di ricostruirne la storia filosofica, distinguendola da quella di concetti analoghi come "ordine", "quiete". Valorizzando il pensiero di alcuni autori classici esso si propone di andare alle radici delle concezioni dell'equilibrio europeo, in una fase, come quella attuale, in cui le strutture dell'"impero" sembrano mettere fuori gioco il vecchio continente.
12,00

Ingiustizia E Storia. Il Tempo E Il Male Tra

di Accarino Bruno

editore: Editori riuniti internazionali

18,59

Rappresentanza

di Bruno Accarino

editore: Il mulino

pagine: 184

9,30
30,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.