Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Cavicchi Ivan

La Sinistra e la sanità. Dalla Bindi a Speranza e in mezzo una pandemia

di Ivan Cavicchi

editore: Castelvecchi

pagine: 108

La pandemia da Covid-19 ha messo a nudo le profonde criticità della sanità pubblica, confermando ciò che era ben chiaro da tem
13,50

Riformare la deontologia medica. Proposte per un nuovo codice deontologico

di Ivan Cavicchi

editore: Dedalo

pagine: 311

Sulla base di una analisi dei problemi deontologici riconducibili alla crisi della professione medica, Ivan Cavicchi e un grup
17,50

Il cancro non è un carillon. La relazione terapeutica come metodo

editore: Dedalo

pagine: 330

La parola "cancro" fa paura perché spesso designa una malattia difficilmente curabile. Il concetto di cancro rappresenta invece l'idea scientifica che ne ha la medicina oncologica, sulla base della quale organizza il suo modo di conoscerlo e curarlo. Secondo quest'idea, il cancro si configura come un carillon, ossia un complesso meccanismo biologico che suona sempre, più o meno, la stessa musica. Tanti studi e soprattutto le esperienze sul campo ci dicono, tuttavia, che nella realtà il cancro non si comporta affatto come un carillon. È certamente un meccanismo biologico complesso, ma è anche dotato di una varietà di espressioni, a seconda dei contesti culturali, delle relazioni che si instaurano con gli oncologi, della biografia dei malati; il cancro ha dunque una propria individualità. Pertanto, quasi mai l'apparato delle conoscenze generali sul cancro basta a curare un determinato paziente, giacché si tratta ogni volta di una singolarità che va affrontata nella sua specificità. La natura di questa malattia dipende dal modo in cui la si conosce, e tale conoscenza influisce a sua volta sulla maniera di curarla. Il libro suggerisce di aggiornare le prassi degli oncologi.
17,50

La complessità che cura. Un nuovo approccio all'oncologia

editore: Dedalo

pagine: 298

Complessità e gravità, in ambito oncologico, sono concetti da non confondere. I tumori sono indubbiamente gravi complicazioni naturali, ma a renderli complessi sono le persone che ne sono affette e, di conseguenza, la loro condizione esistenziale. L'intimo nesso tra malattia ed esistenza, se adeguatamente compreso, elaborato e trasformato in un'idea più avanzata di oncologia, può diventare una formidabile risorsa, utile sia ai malati che agli oncologi. Questo libro, partendo dalle opportunità terapeutiche oggi disponibili, intende spiegare come la complessità del malato di tumore possa contribuire a una sua cura migliore. La complessità implica un problema ma anche la sua soluzione, è insita nella malattia ma anche nel malato e nel medico. Una visione semplificata o parziale del malato di tumore priva l'oncologia di tutta una serie di possibilità. Scopo dell'opera è quello di creare i presupposti affinché l'oncologia possa servirsi proficuamente del malato quale essere e persona, facendone un coautore della cura, dunque il principio terapeutico più importante.
17,50

Il riformista che non c'è. Le politiche sanitarie tra invarianza e cambiamento

di Cavicchi Ivan

editore: Dedalo

pagine: 216

Dopo le sorprendenti elezioni del febbraio 2012, questo libro propone alla nuova e alla vecchia classe politica, e a tutto il
16,00

Una filosofia per la medicina. Razionalità clinica tra attualità e ragionevolezza

di Cavicchi Ivan

editore: Dedalo

pagine: 292

La razionalità scientifica della medicina è sempre più in difficoltà per tre ragioni fondamentali: il radicale cambiamento cul
16,00

La bocca e l'utero. Antropologia degli intermondi

di Cavicchi Ivan

editore: Dedalo

pagine: 320

Questo libro interpreta le somiglianze che esistono tra diversissimi oggetti 000espressioni culturali anche lontanissimi nello
17,00

Medicina e sanità: snodi cruciali

di Cavicchi Ivan

editore: Dedalo

pagine: 385

Nonostante alcune regioni siano state razionalizzate, gestite, riorganizzate, sussistono storiche arretratezze: il sistema med
18,00

In mezzo al petto tuo. Antropologia dei mondi possibili

di Cavicchi Ivan

editore: Dedalo

pagine: 320

Questo libro si potrebbe collocare tra gli studi di antropologia interpretativa
17,00

Il pensiero debole della sanità

di Cavicchi Ivan

editore: Dedalo

pagine: 275

Un'analisi del "senso comune" della sanità
17,00

Autonomia e responsabilità. Un libro verde per medici e operatori della sanità pubblica

di Ivan Cavicchi

editore: Dedalo

pagine: 232

Il libro esamina il cambiamento in positivo della figura del "paziente" in tutte le sue numerose sfaccettature fino a configurare "l'esigente" come nuovo soggetto "che domanda". Parallelamente, esamina il cambiamento in negativo della figura del dipendente sanitario che diventa suo malgrado sempre più "superdipendente", in particolare i medici. Infine, propone un'azienda sanitaria sui generis nella quale sia gli operatori sanitari nei confronti dei cittadini che l'azienda nei confronti degli operatori sanitari, regolano i loro rapporti attraverso principi di contrattazione, dando così luogo a un particolare "governo sociale" fondato sul valore dell'autonomia e della responsabilità.
17,00

Malati e governatori. Un libro rosso per il diritto alla salute

di Cavicchi Ivan

editore: Dedalo

pagine: 220

Nel testo sono esaminati i principali fenomeni di conservatorismo che interessano la sanità pubblica: la lottizzazione degli i
16,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.