Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di F. Dei

Cultura popolare in Italia. Da Gramsci all'Unesco

di Fabio Dei

editore: Il mulino

pagine: 274

La categoria di cultura popolare conosce ampia fortuna in Italia nella seconda metà del Novecento, grazie soprattutto all'infl
24,00

Corte Costituzionale, Corte di Cassazione. Consiglio di Stato. Tre giurisdizioni apicali

di Accademia dei Lincei

editore: Il mulino

pagine: 102

Il volume raccoglie i testi di tre conferenze tenute nel 2017 all'Accademia Nazionale dei Lincei da Giovanni Canzio, President
12,00

Storia dei samurai. Cronache dal periodo degli Stati combattenti

di Francesco Dei

editore: Odoya

pagine: 366

Un racconto degli eventi politici e militari che segnarono la storia del Giappone nel XVI secolo; un lasso di tempo che rappre
22,00
28,00
22,00

Mappe letterarie del Novecento

di Adele Dei

editore: Storia e Letteratura

pagine: 368

I percorsi tracciati in questo libro illustrano il '900 letterario italiano incrociandosi e convergendo su alcuni punti signif
28,00

Diario agenda della mia gravidanza

di Serena Dei

editore: Gribaudo

pagine: 165

Un'agenda che accompagnerà ogni futura mamma durante i 9 mesi della sua gravidanza: dalla scoperta di essere incinta al moment
14,90

I fondi pensione

editore: Edizioni scientifiche italiane

pagine: 316

Questo volume fornisce in modo aggiornato e completo le nozioni necessarie per avere una buona conoscenza del sistema della pr
38,00

Antropologia culturale

di Fabio Dei

editore: Il mulino

pagine: 342

Il manuale, qui presentato in una nuova edizione arricchita, offre un quadro d'insieme dell'antropologia culturale, illustrandone metodo, teoria e linguaggi. L'approccio privilegia la focalizzazione sui nodi problematici e sulle categorie interpretative che fanno dell'antropologia uno strumento di riflessione fondamentale per la comprensione del mondo contemporaneo.
28,00

Terrore suicida. Religione, politica e violenza nelle culture del martirio

di Fabio Dei

editore: Donzelli

pagine: 160

Il «terrorista suicida» è una figura che sembra sfuggire a ogni possibile comprensione. L'inquietudine che suscita dipende anche dal fatto che alcune caratteristiche del suo comportamento non ci sono così estranee, ma fanno parte di una nostra storia: il martirio volto alla diffusione di ideali religiosi e politici è centrale nelle grandi tradizioni religiose, così come in tutti i movimenti nazionalisti che hanno plasmato l'Occidente moderno. Nelle forme di terrorismo suicida contemporaneo questi tratti si manifestano però in modalità che ci appaiono diverse e «distorte» - tanto più perturbanti, dunque, in quanto fondono il familiare e il mostruoso. L'opinione pubblica rappresenta il terrorista suicida per lo più in termini di devianza, follia, fanatismo; un soggetto irrazionale, che è stato plagiato o agisce sulla base di credenze religiose «primitive», quali l'attesa di un premio in paradiso. Per quanto riguarda gli studiosi, alcuni tentano di ricondurre queste scelte estreme a gravi disagi psicologici acuiti da condizioni di vita particolarmente critiche; altri le collegano a motivazioni esclusivamente razionali e tattiche.
18,00

La Bibbia narrata ai bambini

editore: Gribaudo

pagine: 143

Il Libro dei Libri appositamente adattato per i piccoli, da leggere insieme a mamma e papà per accostarsi ai Testi Sacri in mo
10,90

Antropologia della cultura materiale

editore: Carocci

pagine: 115

Nell'antropologia italiana esiste una solida tradizione di studi sulla cultura materiale, centrata sulle tecniche e sugli oggetti tradizionali del lavoro contadino e artigiano, nonché sulle forme della loro raccolta e valorizzazione museale. Nei più recenti studi internazionali, l'interesse per la cultura materiale ha seguito direzioni diverse. Da un lato, si è concentrato sugli oggetti ordinari e seriali della vita quotidiana contemporanea; dall'altro, ha preso in considerazione le forme del consumo oltre che quelle della produzione. Nel volume si vogliono ricucire insieme questi diversi approcci d'indagine, proponendo un panorama che va dalle raccolte ottocentesche di oggetti esotici alle analisi di tecnologia culturale, dalle etnografie del consumo di massa allo studio degli artefatti sociotecnici, dagli intrecci tra arte e etnografia ai problemi del patrimonio culturale.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.