Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di G. Orlando

Gli europei. Tre vite cosmopolite e la costruzione della cultura europea nel XIX secolo

di Orlando Figes

editore: Mondadori

pagine: 604

Alla metà del XIX secolo, quando la rete ferroviaria attraversò per la prima volta i confini nazionali dei singoli Paesi, lo s
32,00

In nome del bene e del male. Filosofia, laicità e ricerca di senso

di Orlando Franceschelli

editore: Donzelli

Le nozioni di bene e male sono indispensabili per vivere e, al tempo stesso, sempre insidiate da fraintendimenti e pregiudizi
17,00

Galileo per gioco

di Valentina Orlando

editore: Federighi

pagine: 48

13,00

I discorsi dell'odio. Razzismo e retoriche xenofobe sui social network

editore: Carocci

pagine: 114

In un momento di grande disorientamento politico e morale, in cui tornano in voga concetti pericolosi come quello di "razza" e
13,00

La tragedia di un popolo. La rivoluzione russa 1891-1924

di Orlando Figes

editore: Mondadori

pagine: 1098

La rivoluzione russa è stata, per i suoi effetti, una delle vicende più sconvolgenti della storia mondiale: in una sola genera
22,00

Il Rinascimento per gioco

di Valentina Orlando

editore: Federighi

pagine: 47

Clara, studentessa di archeologia appassionata di storia, ha un'innata curiosità
13,00

Territori e potere. Un nuovo ruolo per regioni ed enti locali?

di Elena D'Orlando

editore: Forum Edizioni

pagine: 38

La progressiva erosione della sovranità statale, apprezzabile non solo nella prospettiva esterna all'ordinamento statale ma an
7,00

Qualcosa di più dell'amore

di Orlando Figes

editore: Beat

pagine: 381

È il 1935 quando Lev incontra Svetlana per la prima volta nel cortile dell'università di Mosca. Snella, con folti capelli castani, gli zigomi sporgenti e occhi azzurri dallo sguardo intelligente e malinconico, Svetlana è una delle poche donne che nel settembre del 1935 si è guadagnata assieme a Lev e a trenta altri uomini l'ammissione alla facoltà, la migliore per la fisica di tutta l'Unione Sovietica. Durante i primi anni di università, Lev la chiama Sveta, va a sedersi accanto a lei alle lezioni, a mangiare con lei in mensa, a incontrarla al club studentesco, ad aspettarla alla fine delle lezioni. Poi la riaccompagna a casa, dove legge con lei la Achmatova e Blok, i suoi poeti preferiti. Impossibile per Sveta non innamorarsi di quel ragazzo dal volto cortese e gentile, con dolci occhi azzurri e la bocca carnosa, come quella di una ragazza. Impossibile anche non essere orgogliosa di lui, quando nel 1940 Lev diventa assistente del prestigioso Istituto di Fisica Lebedev. La Storia, tuttavia, con i suoi tragici eventi è in agguato. Nel 1941 l'esercito tedesco attacca la Russia, cogliendo completamente di sorpresa le forze sovietiche. Arruolatosi volontario, Lev va incontro a un'odissea in cui tutta la sua vita sembra tragicamente naufragare. Opera basata su una storia vera ricostruita attraverso le lettere rinvenute da Figes negli archivi del KGB, "Qualcosa di più dell'amore" è il racconto di un amore vero, che ha saputo resistere al tempo, all'ingiustizia e alla crudeltà della Storia.
9,00

Crimea. L'ultima crociata

di Orlando Figes

editore: Einaudi

pagine: 531

La guerra di Crimea ha dominato la metà del XIX secolo, provocando la morte di almeno 800 000 persone e ridisegnando la mappa dell'Europa. Iniziata come una guerra di religione, fu determinata dalla convinzione dello zar Nicola I che quella guerra doveva essere una crociata, l'adempimento del destino della Russia a governare tutti i cristiani ortodossi e a controllare i Luoghi Santi. Fu anche una guerra basata sull'odio e sull'ipocrisia, segnata in particolare dall'ondata di russofobia che travolse buona parte dell'Europa. Figes descrive la guerra come un'ultima crociata, nella quale la religione ebbe un ruolo fondamentale, tanto da farla diventare la prima "guerra totale" della storia. Nessuno ha contato i morti tra la popolazione civile: vittime dei cannoni o della fame nelle città assediate; etnie devastate dalle malattie diffuse dagli eserciti; intere comunità spazzate via durante i massacri e le campagne di pulizia etnica nel Caucaso, nei Balcani e in Crimea. L'autore utilizza materiali di prima mano (lettere dei soldati, diari, documenti provenienti dagli archivi russi ecc.), tratta gli eventi bellici da una prospettiva che dà vita a nuove interpretazioni, riuscendo a trasmettere quella partecipazione umana che può emergere solo dall'impiego di testimonianze molto diverse.
35,00
12,00

Il diritto in una società che cambia. A colloquio con Orlando Roselli

editore: Il mulino

pagine: 127

"Quando nel febbraio del 2009 il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nominò lo storico del diritto Paolo Grossi g
12,00

Il medioevo per gioco

di Valentina Orlando

editore: Federighi

pagine: 45

Cosa c'è di meglio per una giovane aspirante archeologa che trovarsi a ripercorrere i lunghi anni del medioevo? Una strada imb
13,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.