Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Gigliola Alvisi

La voce del coraggio

di Gigliola Alvisi

editore: Carthusia

Novembre 1943: Padova è occupata dai tedeschi
14,50

Una rivoluzione di carta

di Gigliola Alvisi

editore: Rizzoli

pagine: 208

Tra le macerie si rincorrono voci stupite: "La guerra è finita!", "Hanno firmato la pace!"
10,00

La bambina con la valigia. Il mio viaggio tra i ricordi di esule al tempo delle foibe

editore: Piemme

pagine: 205

Nel 1945, quando suo padre scompare, inghiottito nelle spaventose voragini carsiche, Egea è solo una bambina
14,00

Il lago maledetto

editore: Gallucci

pagine: 224

Terri aveva discusso, urlato e pregato, ma i suoi genitori non avevano cambiato idea
12,50

Dove fanno la cacca gli umani? Ediz. ad alta leggibilità

di Gigliola Alvisi

editore: Piemme

pagine: 48

C'è una cosa che Cesare, un dolce cucciolo di cane, non capisce: perché gli umani non vanno al parco a fare i loro bisogni com
8,90

Una rivoluzione di carta

di Gigliola Alvisi

editore: Piemme

pagine: 205

Tra le macerie si rincorrono voci stupite: "La guerra è finita!", "Hanno firmato la pace!"
15,00

Ilaria Alpi. La ragazza che voleva raccontare l'inferno. Storia di una giornalista

di Gigliola Alvisi

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 160

Ilaria Alpi è stata uccisa in Somalia nel 1994, insieme al cameraman Miran Hrovatin
10,00

Betta suona qui!

di Gigliola Alvisi

editore: Coccole books

pagine: 44

Due migliori amiche che non lo sono più, un fratellino speciale e un corso di musica per suonare insieme
6,90

Piccolissimo me

di Gigliola Alvisi

editore: Piemme

pagine: 144

Michelangelo va alle elementari e ha un grande problema: è basso, proprio basso, molto molto più basso della media. I suoi compagni lo prendono sempre in giro e lui non può nemmeno lamentarsi quando torna a casa: sua madre, infatti, che è un'ex pallavolista altissima e super determinata, non capisce il suo problema. Per fortuna le vacanze estive sono vicine e, come ogni anno, Michelangelo si rifugia nell'agriturismo dei nonni. Lì può divertirsi con il cane Nerone, fare lunghe passeggiate, corse in bicicletta e bagni nel fiume, oppure chiacchierare con il nonno Nino o aiutare la nonna Nina a cucinare i suoi manicaretti. Questo finché non si presenta Missis Black, un'americana tanto eccentrica quanto bassa, che indossa sempre dei fantasiosi cappelli e che gli insegnerà a vedere il mondo da un punto di vista diverso. Età di lettura: da 8 anni.
15,00

Giacomo Matteotti. Una morte annunciata

di Gigliola Alvisi

editore: In edibus

pagine: 132

Il pomeriggio del 10 giugno 1924 il deputato socialista Giacomo Matteotti viene rapito a Roma. Il romanzo racconta la difficile indagine che porterà, due mesi dopo, alla scoperta del suo cadavere. Si sa chi sono i rapitori, un gruppo di arditi fascisti arrestati alcuni giorni dopo il rapimento. Si sa chi sono i complici, personaggi di spicco vicini a Mussolini, anche loro arrestati in poco tempo. Ma non si conosce il mandante, né quale sia il movente del rapimento e del delitto. Forse perché non si sa chi sia davvero Giacomo Matteotti. Ce lo raccontano, durante i due mesi di quella calda estate romana, la moglie Velia, l'anziana madre Isabella, il compagno di partito Modigliani, i due magistrati incaricati dell'indagine Del Giudice e Tancredi. Ce lo racconta perfino Mussolini in persona, il sospettato principale. Eppure... eppure qualcosa non torna. Dov'è la borsa da cui Matteotti non si separava mai? Cosa conteneva? Cosa doveva denunciare Matteotti nell'intervento alla Camera previsto per l'11 giugno? Età di lettura: da 11 anni.
12,50

Ilaria Alpi. La ragazza che voleva raccontare l'inferno. Storia di una giornalista

di Gigliola Alvisi

editore: Rizzoli

pagine: 151

Ilaria Alpi era una reporter della Rai
10,50

Sono solo mia

di Gigliola Alvisi

editore: EL

pagine: 216

Sorella impeccabile, Mamma ambientalista, Papà intransigente. E poi Mia, sedici anni e mezzo, adolescente scomoda, un po' artista un po' aliena, fuori dal gruppo per vocazione. È l'identikit della famiglia Menin, ovvero quattro universi a sé riuniti quasi per caso sotto lo stesso tetto. Finché una grave malattia della madre non fa saltare per sempre gli equilibri. Allora le maschere cadono una dopo l'altra come le tessere di un domino: Mamma non è la supermamma col sorriso sempre stampato; Papà non è il custode dell'ordine e della morale; Stella non è la liceale tutta cervello e niente sentimenti. E Mia non è l'isola che pensava di essere. Anzi, per affrontare la situazione, deve scoprire quanto sono importanti gli altri. Tutti gli altri. I suoi compagni di scuola, emo o alternativi, con cui pensava di non avere proprio niente in comune. I professori, che le sono sempre sembrati degli inetti. E Andrea, che scappa alle definizioni e fa breccia nel muro che Mia si è costruita intorno.
10,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.