Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Libri di Giovanni Stanghellini

Alle cose stesse. Monologhi sulle forme del corpo e dello spazio

di Giovanni Stanghellini

editore: Quodlibet

pagine: 116

Che cosa si prova ad essere una voce disincarnata, un corpo abolito in uno spazio che collassa? A passare la vita in un pigiama-armatura per fronteggiare l'invasione dello sporco che attacca da ogni parte, dall'esterno ma anche dall'interno? A sentirsi una vibrazione evanescente estenuante congenita cronica, alla quale solo lo sguardo di un amante può dare consistenza e coerenza? Ad essere attratti e sopraffatti dal vuoto dei penetralia, le porte sacre attraverso cui si crede di accedere all'informe, eterno nascondimento della divinità nascosta? O una nuda presenza ripiegata su se stessa, lucida e insonne, che nella notte veglia su un brusio, un pulviscolo sonoro testimone di un eccesso? O una persona dalla sintassi stravolta, tormentata dal dubbio che il proprio intérieur - la carne - non sia abbastanza donna, e l'extérieur - il corpo visibile - non rispecchi abbastanza il proprio desiderio di femminilità? Cosa si prova ad essere una nuvola, dover abitare un corpo dai bordi fluttuanti, incessante metamorfosi, perenne sospensione di cui non si riesce a vedere la bellezza?
16,00

Divina presenza. La porta mistica, erotica ed estetica all'esperienza dell'informe

di Giovanni Stanghellini

editore: Quodlibet

pagine: 144

Attraversando i territori della Qabbalah, dell'erotismo e dell'estetica moderna e contemporanea, questo saggio accompagna il l
14,50

Selfie. Sentirsi nello sguardo dell'altro

di Giovanni Stanghellini

editore: Feltrinelli

pagine: 160

Ogni giorno facciamo esperienza del nostro corpo in modi diversi
18,00

L'amore che cura. La medicina, la vita e il sapere dell'ombra

di Giovanni Stanghellini

editore: Feltrinelli

pagine: 219

Il progresso della medicina, come quello di ogni altro campo del sapere attinente all'uomo, sembra affidato allo sviluppo tecn
20,00

Noi siamo un dialogo. Antropologia, psicopatologia, cura

di Giovanni Stanghellini

editore: Cortina raffaello

pagine: 281

Il concetto di dialogo è il perno della sfida teorica da cui l'autore prende le mosse per definire una pratica di cura psicote
26,00

Psicopatologia del senso comune

di Stanghellini Giovanni

editore: Cortina raffaello

pagine: XIX-259

Come possiamo capire meglio e curare i pazienti affetti da schizofrenia e psicosi maniaco-depressiva? Istituendo un dialogo co
23,00

Psicologia del patologico. Una prospettiva fenomenologica-dinamica

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 343

La patologia mentale non come "patologia dello psicologico" ma come "psicologia del patologico"
29,00

Antropologia della vulnerabilità

di Giovanni Stanghellini

editore: Feltrinelli

pagine: 216

La nozione di vulnerabilità, vale a dire di una serie di fattori biologici ed esistenziali che predispongono alle psicosi, è uno dei concetti intorno a cui si organizzano le attuali conoscenze psichiatriche. Consente di costruire una visione sintetica della patogenesi dei disturbi psichici ed è particolarmente utile nella diagnosi clinica e nell'esercizio terapeutico. In questo libro se ne propone una lettura nella prospettiva della tradizione psicopatologica e antropologica europea. Il libro fornisce un inquadramento storico-culturale, una discussione delle nozioni di 'personalità e temperamento', una panoramica dei diversi tipi psicologici e un esame delle ragioni e dei limiti delle tradizioni psichiatriche continentali e anglosassoni.
19,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.