Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Italo Svevo

Corto viaggio sentimentale

di Italo Svevo

editore: Passigli

pagine: 126

In una lettera del 28 novembre 1925 a Marie-Anne Comnène, uno dei critici ai quali si deve la scoperta dell'autore triestino i
9,50

Corto viaggio sentimentale

di Italo Svevo

editore: Elliot

pagine: 120

Novella incompiuta definita dall'autore "lunga come una serpe lunghissima", "Corto viaggio sentimentale" narra il percorso in
13,50

La novella del buon vecchio e della bella fanciulla

di Italo Svevo

editore: Pungitopo

pagine: 128

Pubblicata postuma per interesse di Eugenio Montale, in questa novella si ritrovano temi cari all'autore triestino
5,00

Scritti giornalistici, saggi postumi, appunti sparsi e pagine autobiografiche

di Italo Svevo

editore: Storia e Letteratura

pagine: 808

Si pubblica in edizione critica la raccolta più completa degli scritti saggistici, giornalistici, diaristici e occasionali di
65,00

Senilità

di Italo Svevo

editore: Storia e Letteratura

La presente edizione critica pubblica, in maniera filologicamente rigorosa, le due redazioni di Senilità, la prima edita in vo
98,00
9,90

Senilità-Corto viaggio sentimentale

di Italo Svevo

editore: Newton compton

pagine: 317

"Senilità" è il secondo romanzo di Svevo, che segue "Una vita" e precede "La coscienza di Zeno". Pubblicato per la prima volta nel 1898 con scarso successo, fu salutato come un capolavoro nel 1927, dopo che Joyce ebbe dichiarato pubblicamente il suo grande apprezzamento per questo libro. È la storia, in una Trieste allietata dai clamori del Carnevale, di un "eroe esistenziale" la cui protesta sociale, il cui non ritenersi figlio dei tempi si arrendono all'amore per una donna, miscuglio irresistibile di sensualità e devozione, di grazia e sfacciata volgarità, di egoismo e pietà. Con "Senilità" Svevo entra nel pieno della sua maturità letteraria. Nell'opera si respira, ormai libera e naturale, quella che Montale definì "l'epica della grigia casualità della nostra vita di tutti i giorni". Nel "Corto viaggio sentimentale", protagonista l'anziano signor Aghios, tornano i temi che furono cari a Svevo: il bisogno di vivere e l'incapacità di aderire al reale senza dolorose scissioni; l'idea dell'eros come trasgressione al sano comportamento borghese; l'influenza delle teorie psicoanalitiche.
5,90

La coscienza di Zeno

di Italo Svevo

editore: Mondadori

pagine: 406

Profondamente segnato dal confronto con la nascente psicoanalisi (la prima edizione è del 1923), "La coscienza di Zeno" è conc
14,00

La coscienza di Zeno

di Italo Svevo

editore: Newton compton

pagine: 345

Rimasto incompreso per lungo tempo, "La coscienza di Zeno" è il più importante romanzo di Svevo e uno dei capolavori della letteratura italiana contemporanea. È il resoconto di un viaggio nell'oscurità della psiche, nella quale si riflettono complessi e vizi della società borghese dei primi del Novecento, le sue ipocrisie, i suoi conformismi e insieme la sua nascosta, tortuosa, ambigua voglia di vivere. L'inettitudine ad aderire alla vita, l'eros come evasione e trasgressione, il confine incerto tra salute e malattia divengono i temi centrali su cui si interroga Zeno Cosini in queste pagine bellissime che segnarono l'inizio di un modo nuovo di intendere la narrativa. Primo romanzo "psicoanalitico" della nostra letteratura, quest'opera rivoluzionaria seppe interpretare magistralmente le ansie, i timori e gli interrogativi più profondi di una società in cambiamento.
4,90

Una vita

di Italo Svevo

editore: Newton compton

pagine: 328

"Una vita" è il primo passaggio obbligato per entrare in quella sorta di "presa di coscienza", individuale e collettiva, della crisi della cultura e dei valori dell'uomo europeo, che i romanzi di Svevo in qualche modo rappresentano. Nel racconto di un'esistenza che si svolge tutta all'insegna del non vivere, si scontrano la poetica del verismo e del naturalismo, l'oggettività con cui vengono descritti ambienti e tematiche sociali con la tensione, tutta nuova, dell'introspezione psicologica e autobiografica. La parabola esistenziale di un sognatore, implacabile analizzatore di se stesso, negato all'azione e quindi destinato all'inevitabile fallimento.
4,90

Senilità

di Italo Svevo

editore: Mimesis

pagine: 451

Questa edizione di "Senilità" ripropone il testo della princeps triestina apparsa nel 1898, documento di un momento euforico, quasi irripetibile, dell'attività creativa di uno fra i massimi romanzieri italiani. La accompagna un corredo esegetico che evidenzia la tecnica narrativa e lo stile dello scrittore, anche nella dimensione diacronica di un processo correttorio che si concluderà nel 1927 con la riedizione del romanzo. Il fitto rinvio ai testi sui quali è cresciuta la cultura europea di Svevo consente di ripercorrere persuasivamente il contesto entro cui la sua scrittura si è formata e di cogliere analogie a volte insospettate. Una narrativa, quella sveviana, di suggestiva singolarità e uniformità, che ha saputo restituire alla grande letteratura la dimensione della malattia nelle sue manifestazioni fisiche e psichiche, secondo le influenze della clinica sperimentale prefreudiana.
28,00

Senilità

di Italo Svevo

editore: Crescere

pagine: 224

Il protagonista del romanzo di Italo Svevo, Emilio Brentani, conduce la sua modesta vita in un appartamento condiviso con la s
4,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.