Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di L. Mondo

Quell'antico ragazzo. Vita di Cesare Pavese

di Lorenzo Mondo

editore: Guanda

pagine: 240

Tutto ha inizio nelle Langhe, a Santo Stefano Belbo, dove Cesare Pavese nasce nel 1908, tra quelle colline che ricorrono con t
18,00

Il guaritore ferito. Mito e misteri della cura

di Riccardo Mondo

editore: Magi Edizioni

pagine: 31

Il guaritore ferito costituisce l'immaginale fondamento del rapporto tra terapeuta e paziente
5,00

Felici di crescere

di Lorenzo Mondo

editore: Sellerio Editore Palermo

pagine: 160

Tempo di guerra
13,00

Il farmaco dell'immortalità. Dialogo sulla vita e l'Eucaristia

editore: Scholè

pagine: 96

Farmaco dell'Immortalità, lo chiamavano gli antichi Padri
10,00

Giovanni Falcone. Le idee restano

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 144

Giovanni Falcone non era un eroe, ma un uomo vero, retto, sorridente, coraggioso e prudente
15,00

Questi piemontesi. Profili di scrittori italiani tra Otto e Novecento

di Lorenzo Mondo

editore: Olschki

pagine: 262

Una raccolta di saggi critici dispersi in varie sedi (volumi, giornali e riviste) e dedicati a scrittori piemontesi vissuti sul finire dell'Ottocento e nella prima metà del Novecento. L'utilità del volume consiste nel mettere a disposizione in un'unica sede alcuni degli articoli più significativi di Lorenzo Mondo, critico letterario, giornalista, scrittore, con l'aggiunta di alcuni inediti.
27,00

I rimedi naturali per star bene dopo i 40 anni

editore: Riza

pagine: 143

Come mantenersi in salute e in forma il più a lungo possibile negli anni? Nel libro troverai le risposte e i consigli utili. Per prima cosa ti indichiamo come seguire un'alimentazione equilibrata e sana, scegliendo i cibi più ricchi di antiossidanti, che contrastano l'invecchiamento delle cellule e riducono il rischio di malattie. Inoltre suggeriamo i rimedi verdi e gli integratori che alleviano i disturbi della menopausa e contrastano l'osteoporosi, oltre ai trattamenti e agli esercizi più efficaci per conservare una pelle tonica ed elastica. In più, i consigli per vivere più sereni e vincere ansia e stress, che fanno invecchiare prima.
10,00

Selfie. Dialogo sulla Chiesa con il teologo di tre papi

editore: Cantagalli

pagine: 144

Ma papa Francesco, nonostante il consenso entusiastico sulla sua persona, è solo? È letto, compreso, seguito? Ci voleva un cardinale del Collegio, teologo della casa Pontificia, un domenicano sapiente e mite, acuto e moderno, pur avendo attraversato la storia, e la storia della Chiesa, dalla Resistenza al Concilio, dalla vicinanza a Giovanni Paolo II alla sintonia con Francesco. Un sacerdote cui porre con libertà ogni domanda, le più urgenti per il cristiano, per l'uomo di oggi. Dall'idolatria agli scandali, dalla bioetica alle apparizioni, dal demonio alla bellezza come via della verità. Un dialogo aperto, senza dogmatismi e giri di parole, che suscita altre domande, che conforta sulla speranza e sul destino buono del mondo, anche del nostro mondo.
10,00

Nei luoghi del fare anima. Dimensione immaginale del processo terapeutico

di Riccardo Mondo

editore: Magi Edizioni

pagine: 144

Riflessioni sui principi della cura e sulle potenzialità della psicologia archetipica hanno qui come scenario la stanza dell'analisi, il luogo in cui avviene l'incontro terapeutico e dove ogni elemento presente diviene un luogo del fare anima. "Cosa accade nella mente dell'analista quando l'incontro con l'altro, dopo tanti anni di esperienza clinica, diventa uno degli ingredienti fondamentali del fare terapeutico?", si interroga Magda Di Renzo nella presentazione del volume. "Quale luogo abitano, in quella stessa stanza, le teorie che hanno fondato la sua dimensione terapeutica e che hanno dato vita alle sue fantasie sul paziente e sulla cura? Qual è allora l'atteggiamento che l'analista può assumere per fare in modo che il bagaglio di conoscenze accumulate non diventi solo una griglia per codificare adeguatamente il comportamento dell'altro ma si presenti ogni volta come una nuova fonte cui attingere per trovare le immagini che connotino il processo terapeutico in atto? Se conveniamo con Jung sulla considerazione che non si può esercitare influenza se non si è suscettibili all'influenza dell'altro, non possiamo pensare che sia solo la rigorosità del setting a garantire la proficuità del nostro operato né possiamo argomentare che una maggiore conoscenza, ipso facto, consenta più facilmente all'altro di affidarsi al percorso che gli proponiamo.
18,00

La valle degli uomini liberi

di Alessandro Mondo

editore: Rizzoli

pagine: 290

Pare un duello interminabile quello che si consuma alla fine di un rigido inverno nell'aspra Valle piemontese del Pellice tra il generale francese Roland Berthier e il suo unico vero nemico, il fuorilegge Giacomo Spada, detto il Nibbio, comandante di una banda che resiste all'invasione dell'aquila napoleonica. Berthier ha combattuto grandi battaglie, come quella di Marengo, e si sente soffocare dalla noia in quella sperduta guarnigione fuori dal mondo: la sua unica via di fuga dalla realtà è l'idea di schiacciare quel drappello di irriducibili pezzenti. A ogni costo. Per questo decide di liberare il soldato Matteo Vinassa, condannato a morte per aver pugnalato un ufficiale francese. In cambio Matteo dovrà infiltrarsi tra i ribelli e portargli la testa del Nibbio: solo così tornerà a essere un uomo libero. Ma Berthier trascura la forza che nasce dalla disperazione e il potere che può sprigionarsi là dove la lealtà ha ancora un valore. Matteo, raggiunta la formazione del Nibbio, scoprirà infatti il carisma di una figura del tutto diversa dal feroce brigante che gli è stato descritto. Con "La valle degli uomini liberi" Alessandro Mondo ci racconta un'avventura che rievoca un'epoca dimenticata dalla storia ufficiale, l'epopea di un manipolo di uomini pronti a contrastare con ogni mezzo un nemico che si crede invincibile.
18,00

I briganti del Piemonte

di Alessandro Mondo

editore: Newton compton

pagine: 232

Imboscate, sparatorie, assalti alla diligenza, torture, rapine, omicidi efferati... Non è il selvaggio West ma il selvaggio Piemonte preunitario, dove scorrazzano delinquenti isolati e bande di fuorilegge che non hanno nulla da invidiare, se non la fortuna storiografica, a quelli in azione nel Meridione. Dal crepuscolo del Regno di Sardegna all'arrivo delle baionette francesi, fino alla Restaurazione e agli albori dell'Unità d'Italia, è un susseguirsi di briganti più e meno noti pronti a lavorare di coltello per mettere le mani sul bottino di vittime occasionali. Nessuno sfugge alle attenzioni dei "grassatori", variamente etichettati e strumentalizzati ma combattuti con pari ferocia dalle autorità che si contendono le redini del vecchio Piemonte. Ci sono i tagliagole e gli eroi popolari consacrati dalla leggenda, come Mayno della Spinetta e "il Bersagliere" Pietro Mottino. I mostri di provata crudeltà: dai "Fratelli di Narzole" al sanguinario Francesco Delpero, passando per "La jena di San Giorgio". Sono alcuni dei personaggi di questo libro: una panoramica sul fenomeno ancora sottovalutato del brigantaggio piemontese ricavata confrontando la storiografia ufficiale, sovente datata e parziale, con documenti in larga parte inediti. Senza prescindere dai rimandi al contesto politico, sociale ed economico di un territorio sospeso tra un passato e un futuro parimenti ingombranti.
12,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.