Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Latouche Serge

Breve storia della decrescita. Origine, obiettivi, malintesi e futuro

di Serge Latouche

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 144

«Decrescita»: che cosa si intende esattamente con questa parola? Un'inversione della curva di crescita del prodotto interno lo
16,00

La fine del sogno occidentale. Saggio sull'americanizzazione del mondo

di Serge Latouche

editore: Eleuthera

pagine: 248

Globalizzazione è un termine entrato prepotentemente nel nostro linguaggio che ben esprime lo spirito dell'epoca
17,00

Quel che resta di Baudrillard. Un'eredità senza eredi

di Serge Latouche

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 256

«Non sopportava di essere classificato e ha fatto di tutto per risultare inclassificabile»
27,00

Il tao della decrescita. Educare a equilibrio e libertà per riprenderci il futuro

editore: Il Margine (Trento)

pagine: 115

«Una società che mira alla crescita per la crescita è una società assurda e condannata al fallimento» La società del consumo d
10,00

Come reincantare il mondo. La decrescita e il sacro

di Serge Latouche

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 93

Quando si parla di economia non è azzardato dire che si tratti di una vera e propria religione
10,00

I nostri figli ci accuseranno?

di Serge Latouche

editore: Castelvecchi

pagine: 46

Riprendendo in forma interrogativa il titolo del film di Jean-Paul Jaud, "Nos enfants nous accuseront", Latouche affronta la q
6,00

Decrescita o barbarie

di Serge Latouche

editore: Castelvecchi

pagine: 43

Potremmo indicare come opzioni: decrescita, fine del mondo e barbarie
5,00

Hyperpolis. Architettura e capitale

editore: Meltemi

pagine: 75

Bisogna rifondare i presupposti su cui si regge una città
8,00

Per un'ecologia del vivente. Sguardi incrociati sul collasso in atto

editore: Jaca Book

pagine: 192

Tutti conoscono la celebre formula con cui Karl Marx conclude le sue lapidarie Tesi su Feuerbach: «I filosofi hanno solo inter
16,00

Il pianeta dei naufraghi. Saggio sul doposviluppo

di Serge Latouche

editore: Bollati Boringhieri

Migranti e relitti si inabissano ogni giorno nei nostri mari, con una progressione da ecatombe
16,00

Il tempo della decrescita. Introduzione alla frugalità felice

editore: Eleuthera

pagine: 95

Da due secoli abbiamo sviluppato una civiltà materiale e una potenza produttiva mai prima conosciute
12,00

La decrescita prima della decrescita. Precursori e compagni di strada

di Serge Latouche

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 202

Gli sbandieratoci del produttivismo e dello sviluppismo - anche nella versione contrabbandata per "verde" o sostenibile - vorrebbero accreditare un'immagine settaria e marginale degli obiettori di crescita: un manipolo di utopisti tardomoderni con l'ossessione recessiva di far cambiare rotta alla civiltà. Ma la logica trionfante del "cresci o muori" non può certo invocare maggior realismo, proprio quando si profila lo schianto del pianeta sotto il peso ecologicamente e socialmente funesto di iperproduzione, iperconsumo e iperscarto. Quell'insensatezza che oggi è diventata sinonimo di catastrofe viene da lontano, come chi in ogni tempo ne ha denunciato le storture che già si annunciavano mortifere. Si tratta di filosofi, poeti, economisti, romanzieri, politici, teologi, di cui Serge Latouche fa qui l'appello in quanto precursori, pionieri e compagni di strada. Tutt'altro che gracile, l'albero genealogico della decrescita vanta il fior fiore del pensiero critico e della sapienza di diversi continenti, configurando una storia delle idee alternativa. In felice promiscuità vi prendono posto cinici, epicurei e buddhisti zen, decrescenti di città e decrescenti di campagna, mistici e anarchici naturisti, oppositori dell'industrialismo agli albori e antiglobalisti attuali.
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.