Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Livio Zerbini

Storia romana. Dalle origini al 476 d.C. Ediz. MyLab

di Livio Zerbini

editore: Pearson

pagine: 334

Il manuale, scientificamente aggiornato e scritto con linguaggio chiaro e intelligibile, è corredato da un ricco apparato di f
26,00

Gli imperatori romani

di Livio Zerbini

editore: Odoya

pagine: 250

La data di nascita "ufficiale" dell'età imperiale è il 27 a
16,00

La Sindone. Storia e misteri

editore: Odoya

pagine: 233

Il Vangelo narra che il corpo di Gesù, deposto dalla croce, fu composto in un lenzuolo - in greco sindon - che fu poi trovato
15,00

Il segreto di Annibale. 218 a.C. Il viaggio che cambiò la storia

editore: Rai Libri

pagine: 255

È un'impresa mai tentata prima, quella del generale cartaginese Annibale: scavalcare le Alpi con l'intento di invadere l'Itali
18,00

Le guerre daciche

di Livio Zerbini

editore: Il mulino

pagine: 150

All'alba del II secolo d.C. con due successive campagne militari l'imperatore Traiano vinse e conquistò la Dacia (un dipresso il territorio dell'attuale Romania). Fu l'ultima conquista duratura dell'impero; una conquista importante per il radicamento romano nell'area danubiana e anche per il rafforzamento politico del suo artefice, Traiano. Il ricordo dell'impresa è eternato nei bassorilievi della Colonna Traiana, che costituisce la fonte maggiore per la sua conoscenza. Il volume racconta lo svolgimento delle guerre daciche collocandole nel più ampio contesto della storia sia dell'area danubiana, sia dell'impero romano, seguendo le vicende della Dacia sino a quando essa venne abbandonata dai romani alla fine del III secolo.
14,00

Le grandi battaglie dell'esercito romano

di Livio Zerbini

editore: Odoya

pagine: 208

Se Roma, da piccolo villaggio di pastori, riuscì a divenire un grande Impero, dominando per oltre mille anni il mondo mediterraneo, gran parte del merito va attribuito al suo esercito, che costituì una potente e micidiale "macchina" bellica. L'esercito romano fu l'efficace strumento dell'espansione di Roma sino alla creazione di un Impero che andava dalle Colonne d'Ercole alle sabbie della Nubia, dal Reno al Danubio alle regioni del Mar Nero e agli altipiani del Caucaso. Roma seppe fronteggiare e vincere moltissimi popoli, ma la sua superiorità militare non dipendeva tanto dalla consistenza numerica delle sue truppe, quanto da un'organizzazione, preparazione e specializzazione uniche rispetto agli altri eserciti antichi. La storia di Roma sembra essere così una successione senza fine di guerre, spedizioni militari, battaglie e conquiste a cui parteciparono generali e imperatori. Alcuni di loro sarebbero passati alla storia per il loro genio militare, come Scipione l'Africano, Mario, Cesare, Augusto e Traiano. Zama, Magnesia, Pidna, Campi Raudii, Alesia e Adamclisi sono nomi di località che evocano battaglie vittoriose e successi militari eclatanti. Ma Roma subì anche tragiche sconfitte, come quelle registrate sul fiume Alba, presso le Forche Caudine, a Canne, ad Arausio e a Teutoburgo, che avrebbero potuto mettere a repentaglio le conquiste fatte. La grandezza dell'Impero fu anche quella di fare tesoro delle sconfitte e degli errori compiuti e di sapersi risollevare da drammatici insuccessi militari.
16,00

Storia dell'esercito romano

di Zerbini Livio

editore: Odoya

pagine: 272

L'esercito romano, complessa "macchina" bellica dall'alto livello di specializzazione, faceva della disciplina e dell'addestra
18,00

Storia romana

Dal 753 a. C. al 565 d. C.

editore: Mondadori bruno

Un percorso, scritto da due autori di grandi capacità didattiche e divulgative, su uno dei capitoli fondamentali della storia
26,00

Scavi arceologici in Georgia

Rapporto preliminare della I campagna di scavo nella provincia di Aspindza. Ediz. italiana e inglese

di Zerbini Livio

editore: Rubbettino

pagine: 40

10,00

L'armatura perduta

di Zerbini Livio

editore: Rubbettino

pagine: 147

È l'avvincente racconto di come ancor oggi l'archeologia possa riservare rilevanti scoperte, come quella fatta da Livio Zerbin
15,00

Pecunia sua. Munificenza privata ed utlità pubblica nelle città romane delle regiones IX ed XI

di Livio Zerbini

editore: Rubbettino

pagine: 118

Nel tessuto economico e sociale di una comunità antica la liberalitas, vale a dire la generosità da parte di privati verso la collettività, rappresentò un fenomeno di vasta portata, che ebbe una notevole incidenza sulla vita municipale. In tutte le città romane, dalle più grandi alle più piccole, sono documentate, soprattutto in età imperiale, numerose donazioni di ricchi benefattori, desiderosi di rendersi benemeriti presso i concittadini. Il libro si propone di esaminare l'incidenza dell'evergetismo privato a beneficio delle comunità delle regiones IX ed XI, delineando un quadro completo del ruolo da esso esercitato in una delle aree geografiche del mondo romano in cui le evergesie, sia per importanza sia per quantità, risultano più densamente diffuse e socialmente stratificate.
12,00

L'ultima conquista

di Livio Zerbini

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 83

10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.