Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Libri di Lorenzo Gianotti

Un secolo di Russia. 1917-2017. Dalla rivoluzione bolscevica a Vladimir Putin

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 213

Che cosa connette la Russia di oggi con la rivoluzione del 1917 e lo Stato sovietico? Le differenze sono evidenti: allora la m
16,00

Putin e la Russia. Irresistibile e anacronistico ritorno all'autocrazia

di Lorenzo Gianotti

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 254

Con il trascorrere del tempo l'identità di Putin si è precisata. Riconoscendo l'eccezionale impatto della politica putiniana, Garry Kasparov, già campione di scacchi e poi esponente dell'opposizione, sostenne che la domanda a cui occorreva dare risposta non era più "Chi è Putin?", bensì "Che cos'è la Russia di Putin?". L'ambasciatore americano a Mosca l'ha definita uno "Stato mafioso", dominato da una cleptocrazia autoritaria e corrotta che prende l'alta burocrazia, gli oligarchi e la criminalità organizzata sotto la ferula di Putin. Per la verità era stato il procuratore spagnolo José Grinda Gonzales a ricorrere per primo all'espressione di "Stato mafioso", quando in un documento giudiziario aveva rilevato che per raggiungere i suoi scopi politici il governo russo era ricorso alla criminalità organizzata, consegnando ad essa settori economici d'importanza strategica, quale la produzione di alluminio. Su questa strada il ventaglio degli strumenti adoperati dal Cremlino risulta assai vasto e raggiunge ambienti insospettabili.
22,90

Umberto Terracini. La passione civile di un padre della Repubblica

di Lorenzo Gianotti

editore: Editori Riuniti

pagine: 287

Intensa e nitida figura nelle vicende nazionali del Novecento, Terracini ha rappresentato in modo originale travagli e nobiltà del comunismo italiano. In lui risalta l'eccentrica antinomia tra la fedeltà al partito di cui fu fondatore e l'inestinguibile indipendenza di pensiero che lo spinse a contrasti radicali con il Pci, fino alla sua (transitoria) espulsione. Egli dedicò tutta l'esistenza alla libertà degli italiani: trascorse 18 anni di segregazione impostagli dal regime fascista e, tornato in libertà, presiedette l'Assemblea che predispose e approvò la Costituzione. Terracini è una prova che, mentre il fascismo e la guerra trascinavano l'Italia nella catastrofe, la patria rinasceva nelle prigioni.
14,00

Operai Della Fiat Hanno Cento Anni (gli)

di Gianotti Lorenzo

editore: Editori riuniti internazionali

14,46

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.